Reggio Emilia, nigeriano arrestato per spaccio di droga: aveva un permesso umanitario

Un 18enne profugo, di nazionalità nigeriana e in possesso di un permesso di soggiorno per motivi umanitari, è stato arrestato e ristretto a disposizione della Procura reggiana con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti

Un 18enne profugo, di nazionalità nigeriana e in possesso di un permesso di soggiorno per motivi umanitari, è stato arrestato e ristretto a disposizione della Procura reggiana con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. Ieri, una pattuglia del nucleo radiomobile della compagnia di Reggio Emilia ha acquisito informazioni circa una presunta attività di spaccio posta in essere da un giovane all'interno del parco Domenica Secchi, nei pressi della stazione ferroviaria di Reggio Emilia. Arrivati sul posto hanno notato un ragazzo seduto su un muretto che, alla richiesta di avvicinarsi ed esibire i documenti, ha risposto dandosi alla fuga, lasciando cadere dalla mano un cellulare.

Per andare più veloce si è sfilato le ciabatte, proseguendo la corsa a piedi nudi. Il ragazzo è stato inseguito da un maresciallo 50enne fino a via Emilia Ospizio dove, all'altezza del Mc Donald, l'ha raggiunto riuscendo, nonostante una certa resistenza da parte del 18enne, a bloccarlo. I carabinieri hanno recuperato il cellulare che il giovane aveva fatto cadere a terra e hanno trovato nel vano di alloggio della batteria quattro dosi di eroina, già confezionate e pronte allo spaccio, del peso di mezzo grammo scarso l'una. Nel portafoglio del giovane nigeriano sono state rinvenute tre banconote da 20 euro e una da 10, sequestrate in quanto ritenute proventi dello spaccio, anche alla luce dello stato di nullatenente del giovane.

Commenti

Gianni11

Gio, 16/08/2018 - 12:52

Quali motivi "umanitari"? Quando si finisce la buffonata? Tutti questi balordi vanno rinchiusi ed espulsi in massa. Cose direbbe l'UE o l'ONU non ci importa un fico secco.

Ritratto di PollaroliTarcisio

PollaroliTarcisio

Gio, 16/08/2018 - 13:11

Legalizziamole, queste maledette droghe, non sia mai che anche i "profughi" nigeriani come il suddetto siano costretti a cercarsi un lavoro.

agosvac

Gio, 16/08/2018 - 14:02

Infondo chi spaccia droga fa un servizio "umanitario" per chi della droga ha necessità. Pertanto credo che un magistrato di buon cuore sia facilmente trovabile in modo da lasciar continuare questo spacciatore a fare "servizio umanitario"!!! Probabilmente puniranno le Forze dell'Ordine che lo hanno arrestato.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 16/08/2018 - 15:22

Quale sarà il risultato dell'arresto?....Niente!...il tipo("risorsa"),continuerà ad essere mantenuto a vita,e fare quello che ha sempre fatto....al 35% di italiani va bene così....

Ritratto di tangarone

tangarone

Gio, 16/08/2018 - 15:24

Basta con questo schifo, basta, che vi abbiamo votato a fare? BASTA.

blu_ing

Gio, 16/08/2018 - 18:15

respingerli tutti a partire dai bambini so tutti uguali, e poi i cxxxxxi dei magistrati ci impongono il ricongiungimento

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Gio, 16/08/2018 - 18:46

Poi qualche bell’anima si meraviglia se la gente comincia a sparare con innocue armi ad aria compressa. Se continuano così, ben presto le armi cambieranno.

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Gio, 16/08/2018 - 18:46

Concordo con Tangarone

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 16/08/2018 - 19:03

E quei genitori che hanno il figlio tarato dalla droga dove andranno a chiedere protezione?

Giorgio1952

Gio, 16/08/2018 - 19:12

Oggi su Il Giornale : titolo di Federico Garau “Perugia, egiziano aggredisce capotreno e 2 agenti Polfer, arrestato” perché viaggiava senza biglietto, poi si legge che Il 20enne non era in possesso del biglietto necessario per coprire l'intera tratta. Sempre oggi Luca Romano “Reggio Emilia, nigeriano arrestato per spaccio di droga: aveva un permesso umanitario”. Questa notizia invece non c’era : “Aprila, sparano da finestra: ferito immigrato camerunense in strada Denunciati 3 ragazzi, due minorenni e un 19enne. Il colpo sarebbe partito da fucile a piombini che stavano maneggiando su una finestra. Per la vittima 5 giorni di prognosi”. L’ho letta sul Corriere della Sera, uno dei porno giornali comunisti come li chiama amabilmente tale mortimermouse assiduo commentatore della testata.

Divoll

Gio, 16/08/2018 - 19:22

Non ci sono guerre in Nigeria. Un paese tre volte piu' grande dell'Italia. I nigeriani non dovrebbero nemmeno essere fatti sbarcare, subito rimandati a casa.

simonemoro

Gio, 16/08/2018 - 19:22

Che male ha fatto? faceva spaccio umanitario ah ah questo paese è lo zimbello del mondo.

Yossi0

Gio, 16/08/2018 - 19:23

Aiutare i drogati rischiando li domiciliari in Italia, e se proprio ti dice male ma devi essere proprio sfigato e capitare con una toga anomala allora arresto e in casi rari addirittura l’espulsione... mi volete dire che non è un atto di grande umanità, altruismo e generosità ? Smettetela di criticare e polemizzare e pensate buonista va di moda.