Renzi ora fa il maestrino ma viene stroncato sulla cultura umanistica

Il clamoroso scivolone del premier che scrive "cultura umanista" al posto di "cultura umanistica"

Si dice "umanista" o "umanistico"? Ce lo spiega la Treccani: "Entrambe le forme sono corrette, con una distinzione di significato. Umanista, che deriva al latino rinascimentale humanistam 'insegnante di humanae litterae, cioè lettere classiche', è un sostantivo e indica oggi un rappresentante dell’Umanesimo o, più in generale, un cultore della letteratura e dell’arte". L'enciclopedia propone due esempi: "Angelo Poliziano è stato un grande umanista", "Conosciamo uno degli ultimi avvocati umanisti". Umanista quindi è un termine corretto, ma un sostantivo.

Nel caso in cui avessimo bisogno di un aggettivo però, prosegue sempre la Treccani, dovremmo ricorrere a "umanistico, che è l’aggettivo derivato da umanista tramite il suffisso -ico, e indica tutto ciò che è relativo all’Umanesimo o agli umanisti, e per estensione alla letteratura e all’arte in genere". Anche in questo caso la Treccani due esempi: "Sto studiando la letteratura umanistica", "Il sapere umanistico non si contrappone a quello scientifico".

E, dopo questa lunga spiegazione, ecco lo scivolone di Renzi. Presentando il suo progetto sulla buona scuola, il premier ha scritto alla lavagna: "cultura umanista", anziché umanistica. Dopo esser stato rimandato in inglese, Renzi viene bocciato pure in italiano. Arrivederci a settembre. Agli esami di riparazione.

Commenti

Nonlisopporto

Gio, 14/05/2015 - 10:04

asino tragico come la pietra tombale del leader laburista inglese

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 14/05/2015 - 10:16

Egregio Andrea Riva, siamo sicuri che le cose stiano proprio così? Infatti "umanista" è sostantivo quando deriva dal latino rinascimentale "humanistam", ma è invece aggettivo quando deriva da "humanus" (umano), e lo dice la stessa Treccani alla voce “umanista1”. Il significato sarebbe quindi quello di scuola “a misura d’uomo”, o meglio, “a misura degli studenti”, che, nel discorso di Renzi, dovrebbe privilegiare nella formazione quelle materie che servono effettivamente all’individuo, per educarlo e per prepararlo al mondo del lavoro. Nel discorso di Renzi non si parla affatto di cultura rinascimentale, ma di altri punti qualificanti della riforma, centrata appunto sulle esigenze degli studenti, per questo penso che non si sia affatto sbagliato quando ha parlato di “cultura umanista”. È chiaramente uno spot propagandistico, ma andrebbe compreso meglio, senza crocifiggerlo inutilmente.

linoalo1

Gio, 14/05/2015 - 10:18

Ecco un'altra evidente dimostrazione che l'Italia è governata da un'Armata Brancaleone!

magnum357

Gio, 14/05/2015 - 10:26

Ahhhhhhhhahhhhhhhhhhhhhahhhhhhhhhhhhhahhhh, mi rivolto e sto pisciando dalle risate !! Il primo a dover tornare a scuola è proprio lui, il giullare per cui tutta Europa ride a crepapelle !!!!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 14/05/2015 - 10:30

E a costui dovremmo demandare le linee guida della "buona scuola"? E' già tanto che non la scriva con la "q": "squola".

Ritratto di conteZorro

conteZorro

Gio, 14/05/2015 - 10:35

renzie, cosa ci fai alla lavagna? Il tuo posto è dietro. Vai dietro. Le hai trovate le orecchie? Ecco...

filder

Gio, 14/05/2015 - 10:39

Per ogni giorno che passa una prova in più che ci offre gratuitamente il suonatore di flauto di Rignano di quanto è spocchioso megalomane prepotente ed esaltato, adesso ci mancava pure la lavagna, ora vediamo quale trovata ci offrirà la prossima volta, probabilmente si auto eleggerà ad imperatore d'Europa ma in realtà resterà per sempre una barzelletta della politica Italiana che il comunista Giorgio ci ha affibbiato illegalmente.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 14/05/2015 - 10:46

#liberopensiero77 Senza scomodare la Treccani...qualsiasi dizionario della lingua Italiana precisa che "umanista" è sostantivo. Da cui deriva l'aggettivo "umanistico". Ed è appunto quello che si sarebbe dovuto usare per identificare un certo tipo di scuola come, da noi, il liceo classico.

titina

Gio, 14/05/2015 - 11:07

Lo Zingarelli dice che "umanista" può essere usato come aggettivo invece di umanistico. Ma un docente non lo usa, almeno credo.

Beaufou

Gio, 14/05/2015 - 11:14

Eheheh. La cultura del boy scout pinocchietto non è nè umanistica nè scientifica, ma "umanista", cioè raccogliticcia e orecchiata (checché ne dica liberopensiero77), come la sua cultura politica. Del resto ciò che sta facendo con le cosiddette "riforme" lo conferma: non ce n'è una che sia compiutamente attuabile senza creare più problemi di quelli che pretende di risolvere. Senato? Province? Lavoro? "Jobs Act"? Ma mi faccia il piacere!

Antonio_1945

Gio, 14/05/2015 - 11:22

A difendere l'indefendibile si cade nel ridicolo. Dopo non rimane che andare sull'intimo...

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 14/05/2015 - 11:23

@Memphis35, non hai capito nulla. Rileggi il mio post precedente, ho già spiegato che "umanista" è aggettivo quando deriva dal latino "humanum", e ha un altro significato rispetto ad "umanistico", che deriva dal latino tardo-medioevale, derivando a sua volta dall'umanesimo, movimento culturale affermatosi dalla seconda metà del XIV secolo fino al XVI. Il vocabolario Treccani serve solo per criticare, o anche per capire i concetti? Nel discorso di Renzi non si fa cenno all'umanesimo e alla relativa cultura rinascimentale. Quindi, per me, l'interpretazione corretta è quella che ho già spiegato. Se poi il gioco è attaccare Renzi su qualunque cosa dica, o scriva o faccia, fregandosene delle riforme e del merito delle questioni, esattamente come si faceva prima con Berlusconi, buon pro vi faccia. Ormai è chiaro che, dopo l'antiberlusconismo viscerale, c'è adesso l'antirenzismo viscerale.

Hybris271

Gio, 14/05/2015 - 11:34

Andrea Riva fa capire di che razza siano i "giornalisti" del Giornale, citando della Treccani solo quello che è arrivato a leggere (o che gli ha fatto comodo...) e non tutto quello che c'è scritto; alla voce "umanista" la Treccani sul suo sito web dice: sostantivo e aggettivo e fa come esempio "pensiero umanista" equivalente a "umanistico". RIVA: sei solo un ignorante o anche un furbastro? In ogni caso vai a nasconderti! E con te tutti quelli che hanno condiviso la tua sciocca opinione, senza neanche prendersi la briga di verificarla.

Ritratto di toro seduto

toro seduto

Gio, 14/05/2015 - 12:13

poveri bananas si buttano a pesce nelle ignoranze degli scribacchini di Libero....insomma ennessima figura di cacca altro che Renzi ASINIIIII

Trombetta

Gio, 14/05/2015 - 12:52

A Hybris271 vorrei dire che sono andato sul vocabolario Treccani on-line e, alla voce umanista, non ho letto nulla di quello che lui dice. Ne deduco che non sa leggere.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 14/05/2015 - 13:13

@Trombetta, guardi a www.treccani.it/vocabolario/umanista1/. Chi cerca con impegno trova, e non dice agli altri che non sanno leggere. Non è educato.

rokko

Gio, 14/05/2015 - 14:18

Sono d'accordo con @liberopensiero77, il termine "umanista" nel contesto del discorso di Renzi non è errato. Detto ciò, credo che nel volere a tutti i costi ridicolizzare un personaggio e dargli dell'asino per una svista sul linguaggio si rischia di cadere a propria volta nel ridicolo e fare la figura degli asini se, come in questo caso, la svista non si rivela tale. Nel caso di Renzi, poi, è assolutamente fuori luogo; ci sono talmente tanti e tali elementi per "bastonarlo" che attaccarsi al linguaggio è una dimostrazione di pochezza. Ci sono le promesse mai mantenute, la crescita del Pil data per acquisita e mai arrivata, le spese tagliate a parole ed aumentate nei fatti, e non sto a fare l'elenco completo se no ad agosto sono ancora qui.

misereremeidomine

Gio, 14/05/2015 - 14:41

Si è formato alla scuola di scrittura 'creativa' di Baricco

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 14/05/2015 - 14:45

Vorrei poi aggiungere, per chi piace la linguistica, che forse "umanista" è meno usato di "umanistico" come aggettivo, però ingiustamente. Infatti "umanistico" è specificamente riferito al movimento culturale dell'umanesimo, mentre "umanista" è più generico, e si può usare in senso più lato. Se si naviga su internet si trovano molti autori che usano le espressioni "cultura umanista", "pensiero umanista" e "letteratura umanista". In particolare ho trovato un interessante articolo di Marco Lodoli, dal titolo "Addio cultura umanista - per i ragazzi non ha senso", che esprime proprio la difficoltà di un insegnante di lettere a fare interessare i ragazzi alla letteratura classica e alla cultura umanista in genere.

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 14/05/2015 - 15:26

Certo che LUI,con tutte le RISORSE che ci sta portando in casa di UMANISMO SE NE INTENDE!!! LOL LOL Hasta la proxima BARZELLETTA dal Leghista Monzese

elio2

Gio, 14/05/2015 - 16:38

Ha solo dimostrato, a quei 2-3 che ancora non lo sanno che un comunista NON PUO' mai essere intelligente.

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Gio, 14/05/2015 - 17:06

.......Hybris271 è piuttosto Lei che sta dimostrando tutta la sua ignoranza leggendo i post di liberopensiero77 che giustamente ha spiegato...mentre Lei senza informarsi di nulla scrive le sue solite cretinate come lo stesso toro seduto .......al quale rispondo che è meglio che rimanga a sonnecchiare

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Gio, 14/05/2015 - 18:04

Chissà se nella cultura 'umanista' è compreso anche lo studio delle materie umanistiche. Forse no, perché altrimenti come si potrebbero formare individui alla renzi-fonzie, ma non furbi come lui, s'intende.Renzie avrebbe potuto semplificare il tutto e parlare di cultura 'pulcinellista'.

zucca100

Ven, 15/05/2015 - 00:07

Certo che serramana esprime un concetto molto profondo...