Rete Wind-Infostrada ko

Per diverse ore la rete di telefonia mobile, fissa e dati di Wind Italia ha subito un black-out

Disagi per gli utenti Wind. Da diverse ore la rete di telefonia mobile, fissa e dati di Wind Italia ha subito un black-out. Il crash della rete dell'operatore tlc, che oltre Wind gestisce anche la rete di telefonia fissa Infostrada, si è avviato a macchia di leopardo verso le 11. La rete prima rallentata è poi saltata del tutto verso mezzogiorno. Le uniche informazioni che per ora si ottengono sono quelle che Wind fornisce via Twitter, rispondendo con puntualità, ai milioni di clienti in difficoltà.

"Abbiamo ancora difficoltà generalizzate sulla rete: i nostri tecnici sono a lavoro. Comprendiamo e ci scusiamo per il grosso disagio", si legge sul profilo Twitter della compagnia. Non si conoscono per ora le cause dell'odierno black-out, né si possono fornire tempistiche per la ripartenza del servizio. Viene confermato che i disservizi avvengono a macchia di leopardo, colpendo a seconda delle zone i cellulari, i telefoni fissi o il traffico dati, o come in alcune zone tutti e tre i servizi contemporaneamente.

Su internet ovviamente fioccano i commenti negativi, tanto che la ricerca #infostrada è al momento in terza posizione tra i top trend di Twitter. Su blog e siti specialistici da tutt'Italia fiocanno le lamentele, di chi senza un motivo si è ritrovato completamente isolato. "L’Agcom e l’Antitrust chiedano spiegazioni a Wind per il pesante blackout che ha colpito la rete internet e della telefonia fissa e mobile". È quanto dichiara la deputata del Partito democratico componente della commissione Telecomunicazioni, Lorenza Bonaccorsi. 

Alla fine Wind ha comunicato che "l’anomalia riscontrata sulla rete fissa e mobile è in via di risoluzione definitiva. Permangono alcune difficoltà, che l’azienda sta risolvendo, in isolate aree geografiche, sono in corso di verifica le cause che hanno determinato questa eccezionale anomalia".

"Abbiamo chiesto che l'azienda risarcisca i suoi clienti con un bonus automatico, se non lo accetteranno, saremo costretti a fare un'azione collettiva. Chi però ha subito danni pesanti può rivalersi facendo causa, tramite noi o un avvocato privato, direttamente alla Wind", fa sapere il Codacons. Che poi aggiunge: "Le maggiori segnalazioni le abbiamo ricevute da chi usa la mail per lavoro, da chi ha dati e documenti reperibili solo così. Ci sono stati anche disagi segnalati per le chiamate, ma in quel caso è più facile trovare un sostituto". 

Commenti

albertzanna

Ven, 13/06/2014 - 15:27

Come se alla TIM/TELECOM non fosse mai accaduto. E figuriamoci se una deputata del PD non interveniva a stigmatizzare il guasto, che può accadere a tutti gli operatori tlc. Vale la pena di ricordare la Telecom Serbia e la mano pesante di D'Alema quando rovinò la Telecom, che costò agli italiani centomila miliardi di allora, cioè 51.000 milioni di euro.Che si vergognino e tacciano. AZ

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Ven, 13/06/2014 - 15:32

L'Antitrust e l'Agcom sono assai peggio dei vari gestori perchè consentono a questi briganti di fare quello che vogliono senza mai castigarli come meriterebbero. Ad ogni gestore, infatti, dovrebbero imporre di fornire uno o più nominativi di Dirigenti ai quali rivolgersi, telefonicamente o via mail, per le innumerevoli controversie che subiscono i loro sudditi piuttosto che scaricare tutto ai vari scalcinati call-center che, 90 volte su 100, non forniscono mai una risposta esaustiva di quanto segnalato. Evidentemente quì siamo in presenza di uno scandalo che quello dell'Expò e del Mose al confronto sono scappatelle. VERGOGNA!!!!!!!!

Ritratto di wilegio

wilegio

Ven, 13/06/2014 - 15:59

Adesso va. Io nonostante tutto, resto con Wind, perchè ha un servizio tecnico di prim'ordine e, alla fine, risolve. Ho provato diversi provider ma, come si dice, chi è senza peccati scagli la prima pietra.

Ritratto di wilegio

wilegio

Ven, 13/06/2014 - 16:02

Una deputata pd attacca Wind? Bene! Allora starò con Wind a vita! Ma CSM (c..i suoi mai)?

loredanavitale2003

Ven, 13/06/2014 - 17:05

Mi è successo con sia con la Tim che con la Vodafone. Sono cose che possono succedere. Con Vodafone anni addietro addirittura per parecchi giorni sono rimasta senza connessione dati e telefonia. Non lavorando, posso dire solo che è una seccatura, ma nulla di pù.

Giacinto49

Ven, 13/06/2014 - 18:14

L'unico a guadagnarci sarà proprio il Codacons che chiederà, per poterli difendere, quote di iscrizione a tutti i ricorrenti.

Ritratto di savinuccio

savinuccio

Ven, 13/06/2014 - 18:24

La verità è che siamo diventati troppo esigenti e pensare quando facevamo la fila alle cabine telefoniche..e mai sia c'era un fidanzato, neanche un allarme aereo lo sradicava dal telefono

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Ven, 13/06/2014 - 19:32

albertzanna centomila miliardi di allora, cioè 51.000 milioni di euro Cioè 25 volte l'intero debito pubblico italiano,... ma dove ha studiato aritmetica???????????????

NON RASSEGNATO

Ven, 13/06/2014 - 20:17

Ti pareva che il Codacons non si facesse avanti per pappare qualcosa?

Ritratto di perigo

perigo

Sab, 14/06/2014 - 00:08

Ciò che è accaduto oggi con la rete Wind/Infostrada ha dell'incredibile. Sono cliente da anni di entrambi i gestori Wind per il cellulare e Infostrada per ADSL e linea telefonica di casa, e mi sono ritrovato isolato senza nemmeno la possibilità di contattare il 155 per avere una qualche notizia su quanto stava accadendo. Sarebbe bastato un messaggio registrato di rassicurazione a chiunque avesse tentato di accedere al servizio clienti 155. Invece nulla! ADSL a casa e sul cellulare bloccata, telefonino senza campo e dalla compagnia del 155 solo l'occupato di linea che ha fatto prospettare persino scenari spaventosi. La domanda ad un certo punto è stata: casa è successo di tanto grave da non poter sapere niente di niente?

albertzanna

Sab, 14/06/2014 - 09:30

che vergogna, albertzanna, essere corretto da un FASULLO COME WJNNEX Avevo deciso di scrivere la cifra di 51 milioni con gli zeri, poi ha ricevuto una telefonata e durante LA chiacchierata ho scritto "milioni". Per fortuna è consentito fare errori, se non si è in contatto home banking con la propria banca. Così non ho fatto un ordine di bonifico per cinquantunomila milioni di euro. Messa bene, avrei ridotto di un quarto la mia fortuna personale.... AZ