Su Facebook le sue foto al mare: tolta la semilibertà alla romena

Nel 2007 Doina Matei uccide Vanessa Russo nella metro a Roma. Dopo soli nove anni è già fuori e posta le sue foto su Facebook mentre va al mare. Il giudice le revoca la semilibertà

A nove anni dalla morte di Vanessa Russo nella metropolitana di Roma Doina Matei è tornata in semilibertà. La giovane romena era stata condannata a 16 anni per omicidio preterintenzionale per aver ucciso la 23enne romana con un colpo di ombrello in un occhio durante una lite. Ne ha scontati soltanto nove. Su Facebook è ampiamente documentata la sua nuova vita. Le foto postate sul suo profilo immortalano la donna sorridente al mare, al Lido di Venezia, in costume. Per molti sono uno schiaffo alla vittima e alla giustizia italiana. Tanto che il magistrato di Sorveglianza di Venezia, Vincenzo Semeraro, ha deciso di sospendere la semilibertà.

"Questo è un brutto passo indietro per la mia assistita - ha commentato l’avvocato Nino Marazzita che difende la romena - forse dovuto all’effetto del polverone mediatico che si è sollevato sul caso dopo la pubblicazione di quelle foto. Ma la sospensione durerà giusto il tempo di discuterla davanti al tribunale di Venezia dove dimostreremo che fra i divieti non c’era quello specifico dell’uso del social network". Ora, di giorno, Doina lavora in una cooperativa a Venezia e la sera torna in carcere. Il 26 aprile 2007 la romena incrociò nel tunnel della stazione Termini della metro Vanessa Russo. Sentì una spinta nella calca e in risposta brandì l'ombrello contro la ragazza romana, colpendola ad un occhio e scappando via. La ferita provocò la rottura di un'arteria cerebrale e la morte di Vanessa dopo un giorno di coma. La giovane abitava nella borgata Fidene e la sua morte colpì molto l'intera città. Matei, allora 21enne, che viveva di espedienti e piccoli furti, tentò di fuggire con l'amica Costantina (17 anni), ma fu arrestata qualche giorno dopo a Tolentino, in provincia di Macerata. Grazie anche alle immagini delle telecamere di sorveglianza fu condannata a 16 anni di carcere.

Condannata a 16 anni per omicidio preterintenzionale, cioè non voluto, Doina è riuscita a ottenere la misura alternativa alla detenzione: fuori di giorno e dentro di notte, dalle 22 alle 6 del mattino. Uno sconto di pena riconosciuto per la buona condotta e per il suo pentimento. "Vanessa (la vittima aveva 23 anni, ndr) non aveva vissuto molti giorni felici, tutti gli altri glieli avevo tolti io - aveva scritto lei in un racconto, La ragazza con l’ombrello, aiutata dalla giornalista Franca Leosini - è soprattutto la felicità possibile che le ho sottratto che mi logora con tormento maggiore. Ho provato a dire alla madre, ai fratelli di Vanessa, il mio tormento, lo sgomento, il rimorso per quei suoi giorni senza futuro. Ho invocato il perdono. Non ho avuto risposta. Tocca a me, ora, piegarmi a quel loro silenzio. Tocca a me comprendere il rifiuto, il disprezzo anche". Le foto postate su Facebook, in cui si vede la donna sorridente al mare, hanno riperto le ferite. E sul social network è scoppiata la polemica ed è addirittura sorto anche un gruppo con frasi che incitano alla pena di morte.

Commenti

vince50_19

Mer, 13/04/2016 - 09:23

E' stato il meno che si potesse fare. L'arroganza non paga, anche se la pena per me è stata alquanto gentile con questa falsa pentita.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mer, 13/04/2016 - 09:42

Doina è un'adorabile figliola, che io avrei scagionato del tutto. Quello fu un banalissimo incidente di percorso che sarebbe potuto accadere a chiunque, anche a Madre Teresa di Calcutta. Le auguro di essere felice e di non incontrare mai più il maligno sulla sua strada. -riproduzione riservata- 9,16 - 12.4.2016

giovauriem

Mer, 13/04/2016 - 10:06

io mi pongo una domanda :l'assassina è difesa dall' avvocato Marazzita che chiede parcelle a 5/6 zero , chi paga e come ?

Ritratto di gloriabiondi

gloriabiondi

Mer, 13/04/2016 - 10:13

Altro che oscurare, la foto in formato cartellone pubblicitario deve essere piazzata in tutti i luoghi di accesso all'Italia, compreso i porti dove sbarcano le preziose risorse, con la scritta: benvenuti clandestini, rom, ladri, assassini, delinquenti di ogni tipo! Qui se rubate, rapinate, massacrate, vi risarciamo, qui potete ammazzare sfondando occhi e cervello alla prima persona che incontrate, la nostra testimonial garantisce come sconterete la pena! Se non mi pubblicate smetto di commentare e cambio giornale.

honhil

Mer, 13/04/2016 - 10:36

Quel padre è disperato. Ed è disperato perché oramai in Italia le toghe hanno deciso che le famiglie delle vittime vanno massacrate. Perché?

Tarantasio.1111

Mer, 13/04/2016 - 10:46

Doina...un personaggio sicuramente con animo cattivo era, diversamente non avrebbe reagito in quel modo...poi è fuggita fregandosene altamente di cosa aveva fatto. BECCATA supito si pente e ecco che ci sono dei cret..i pronti a giustificala...grazie a questi e alla giustizia sbircia che vige in Italia...poveri i nostri nipoti.

Rossana Rossi

Mer, 13/04/2016 - 10:49

Stessa giusta domanda di Giovauriem........ma ho una risposta: paghiamo sempre noi alla faccia dei nostri pseudo-politici che permettono queste porcherie........

Ritratto di marapontello

marapontello

Mer, 13/04/2016 - 11:06

La gente che sta in prigione dovrebbe fare i lavori più brutti e logoranti.

Gerberto

Mer, 13/04/2016 - 11:41

Caro avvocato Marazzita, mi piacevi di piu' quando difendevi il Pacciani ....

Maura S.

Mer, 13/04/2016 - 11:53

Considerando che è una nullatenente, chi paga le parcelle dell'avvocato. Il governo italiano? Cioè il popolo italiano. In galera ai lavori forzati. Non è razzismo ma giustizia!

Trinky

Mer, 13/04/2016 - 12:08

intanto però questa ammazza la gente e i giudici le riducono la già ingiusta pena...al contrario di chi si fa 22 anni di galera da innocente e ovviamente chi lo condannò sarà sempre al suo posto!

routier

Mer, 13/04/2016 - 12:13

Un avvocato di grido per una (si suppone) non abbiente? Nessuno si chiede dove sta l'inghippo?

edo1969

Mer, 13/04/2016 - 12:18

Maggiulli, secondo lei madre teresa dopo un omicidio seppure (forse) preterintenzionale avrebbe posato in costume su Facebook? ma si rende conto delle dabbenaggini che scrive? la riproduzione riservata gliela lascio volentieri, mi creda

il corsaro nero

Mer, 13/04/2016 - 12:21

@Dario Maggiulli: già sei ubriaco alle 9.16 del mattino? Pensa a come starai stasera!

il corsaro nero

Mer, 13/04/2016 - 12:23

@Dario Maggiulli: spero che capiti la stessa cosa ad una persona a te cara, poi vediamo se la pensi allo stesso modo!

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Mer, 13/04/2016 - 12:26

@Dario Maggiulli Mer, 13/04/2016 - 09:42: Sig. Dario la differenza che passa tra le BESTIE e l'essere Umano sta nel riflettere prima di agire. Lei lo chiama un "banalissimo incidente"??? Lo chieda anche Lei con l'avvocato ai GENITORI, FAMILIARI e AMICI di VANESSA che per un "banalissimo incidente" NON C'E' PIU'!!!

do77

Mer, 13/04/2016 - 12:32

Io e la mia ragazza (entrambi laureati)non riusciamo a trovare lavoro oppure ci vengono offerti lavori sottopagati -500 euro per 8/9 ore. Gli assassini , invece, trovano subito un'occupazione nelle cooperative e passano solo la notte nel carcere/hotel,cosicchè non hanno neppure il problema di dover pagare un affitto. Che bel paese...

amicomuffo

Mer, 13/04/2016 - 12:43

Abbiamo tanto paura della Sharia...ma se arriva veramente , questa non andrà certamente al mare!

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mer, 13/04/2016 - 13:07

Mio Dio, come potete vivere con tanto livore. ? - Doina potrebbe essere una vostra sorella, figlia, che in una giornata di stress collettivo, come ben sappiamo esistano nelle nostre frenetiche metropoli, reagendo ad una facile prepotenza di uno spirito femminile ostile per diversità etnica o antipatia, trovandosi con l'ombrello in mano, avrà inteso frenare la immaginabile provocazione, minimamente pensando di colpire in modo letale la sua avversaria. Sono momenti odiosi che possono trasformarsi in tragedia, non voluta in alcun modo. Non comportatevi come nel far west di certi film dal capestro facile. La civetteria di questa sua esibizione su facebook ci consegna una fanciulla pulita, dall'animo dolce, sognatrice. Perché demonizzarla? Mi fate paura col vostro forcone in mano. Vi prego, calmate il vostro insano spirito giustizialista. -riproduzione riservata- 13,07 - 13.4.2016

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Mer, 13/04/2016 - 13:07

Questa signorina doveva essere all'ergastolo (atteso che in Italia, purtroppo, non c'è la pena di morte. Invece se ne stava libera di spiaggiarsi e di farsi fotografare... D'altro canto cosa volete che sia accoppare una coetanea utilizzando la punta dell'ombrello!

ziobeppe1951

Mer, 13/04/2016 - 13:08

Maggiulli...peccato che quando succedono questi banalissimi incidenti,succedono sempre agli altri, mai a te

elio2

Mer, 13/04/2016 - 13:39

Meno male che esiste anche qualche magistrato che ragiona e non è al servizio dell'ideologia.

libertyfighter2

Mer, 13/04/2016 - 13:40

Vado controcorrente. Ammesso e non concesso che sia giusto dare a questa qua la "semilibertà", per quale motivo il fatto che posti foto sul suo profilo facebook dovrebbe essere un motivo per revocarla?

Ritratto di OKprezzogiusto

OKprezzogiusto

Mer, 13/04/2016 - 13:41

Non c'è divieto di Facebook, dice l'avvocato, ma quella fotografia è un vero sberleffo alla nostra giustizia ed alla vittima. Un soggetto proprio senza ritegno.

Ritratto di marapontello

marapontello

Mer, 13/04/2016 - 14:02

DARIO MAGGIULLI PERCHÉ DEMONIZZARLA?!?!? Hahaha. MA SE FIN L' altro giorno lei dava della "strega" praticamente a qualunque donna. Avercelo questo trattamento di recupero. Tutti noi giovani ce lo possiamo scordare.

DIAPASON

Mer, 13/04/2016 - 14:03

Ma quella povera ragazza uccisa non aveva un fidanzato un fratello o degli amici ? Quanti orrori in meno, e quanta giustizia in piu' si vivrebbe.

Ritratto di OKprezzogiusto

OKprezzogiusto

Mer, 13/04/2016 - 14:13

Quella foto vuol dire "vedete, sarò anche stata condannata per omicidio, ma non sono in carcere, sono al mare a godermi la vita, alla facciaccia di chi crede nella giusta pena. Ed anche di chi in vacanza non ci può andare, pur non avendo pendenze giudiziarie, tie'". Non trovo giustificazione. E

BlackMen

Mer, 13/04/2016 - 14:19

giovauriem: spesso gli studi legali difendono gratuitamente gli imputati coinvolti in casi con grande rilevanza mediatica in modo da ottenere visibilità.

routier

Mer, 13/04/2016 - 14:34

Se fosse per il vero senso di giustizia della gente comune, questo "personaggio" starebbe assai più sicura in galera che fuori.

il corsaro nero

Mer, 13/04/2016 - 14:44

Ho una proposta: Dario Maggiulli Santo subito!!!!!

Pinozzo

Mer, 13/04/2016 - 14:52

".. il Tribunale di sorveglianza può pronunciare la revoca della semilibertà ogni volta che il condannato non si appalesi idoneo al trattamento..". Il tribunale evidentemente giudica un comportamento esibizionista come non idoneo. E mi trova d'accordo, se hai la fortuna di avere la semiliberta' almeno mantieni un profilo basso e umile, cosi' invece sembrerebbe che all'assassina non freghi nulla di quello che ha fatto.

ir Pisano

Mer, 13/04/2016 - 15:12

Mi piacerebbe sapere come fa a pagare un avvocato di quel livello. Come è possibile che tutta questa gentaccia possa permettersi questo tipo di avvocati. Comunque secondo me doveva stare in carcere a vita. Spero debba sopportare lo stesso dolore che ha causato.

beowulfagate

Mer, 13/04/2016 - 15:22

Chi non vive di illusioni ha il sospetto che si tratti di una messinscena.Mi spiego:Qualche portento della magistratura,resosi conto dell'ennesima castroneria,le ha tolto la semilibertà per salvare la faccia di fronte a un'opinione pubblica che si dimostra sempre più insofferente.Ma vedrete che gliela restituiranno,presto e con la massima discrezione,magari raccomandandole di stare un po' più attenta nell'uso della tecnologia.E speriamo che nel frattempo il maligno la smetta di tormentare questa povera ragazza tanto sfortunata.

Una-mattina-mi-...

Mer, 13/04/2016 - 15:25

Dario Maggiulli HA RAGIONE, PER QUESTO AUGURO A questa donna DI TROVARE ANCH'ESSA LA SUA NEMESI, IN UN GIORNO DI PIOGGIA, IN UNA STAZIONE, DA PARTE DI UNA STRESSATA dolcissima CONTERRANEA.

il corsaro nero

Mer, 13/04/2016 - 15:45

@beowulfagate: per caso frequenti la stessa osteria di Dario Maggiulli?

il corsaro nero

Mer, 13/04/2016 - 15:47

Dario Maggiulli: "La civetteria di questa sua esibizione su facebook ci consegna una fanciulla pulita, dall'animo dolce, sognatrice." Perchè non te la sposi? Magari durante una lite in un giorno di pioggia ti pianta un ombrello in un occhio! Pensa che "fanciulla pulita e dolce"

OttavioM.

Mer, 13/04/2016 - 15:53

Già 16 anni sono una miseria,ma farla addirittura uscire dopo 8 per andare al mare,ma per favore! Ma che (in)giustizia è??? Spero che adesso buttino via la chiave fino all'ultimo secondo dei 16 anni. Non vorrei che tra qualche mese calmate le acque la fanno uscire di nuovo.

gedeone@libero.it

Mer, 13/04/2016 - 15:54

Farei scontare il resto ella pena all'avvocato marazzita...

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Mer, 13/04/2016 - 16:31

Finché si penserà "benevolmente" agli assassini e non alle vittime e alle loro famiglie, NON c'è niente da fare. Per crimini di questo genere benefici e sconti devono essere aboliti e la galera deve essere totale se non altro per rispetto alle vittime. Ma ci vorrebbe un altro governo e altri politici più preoccupati della sicurezza dei cittadini e non al consenso della delinquenza al momento del voto.

Ritratto di Lupry

Lupry

Mer, 13/04/2016 - 16:56

A Maggiulli!!!! Bevi meno!!! Questa è una romena e come tale si comporta...

Duncanmcgregor

Mer, 13/04/2016 - 17:09

Il tormento, lo sgomento ed il rimorso che prova sono evidenti nelle foto che ha postato.

fisis

Mer, 13/04/2016 - 17:16

La signorina gitana aveva tutto il duritto di postare su facebook e andare al mare. Ma dopo aver scontato una giusta pena, ormai anziana, fra qualche decina di anni. Invece, dopo appena nove anni è in semilibertà, grazie alle leggi buoniste e alle interpretazioni molto elastiche delle stesse da parte dei magistrati. C'è qualcosa di marcio nellle leggi e nella giustizia italiana.

Trifus

Mer, 13/04/2016 - 17:28

Concordo con Dario Maggiulli su tutto, tranne che se Madre Teresa di Calcutta. In quanto, se la soprannominata avesse usato l'ombrello, sicuramente lo avrebbe prima disinfettato onde evitare eventuali infezioni al malcapitato che le si fosse parato davanti. Inoltre ho la vaga impressione che Margiulli faccia il pescatore, ed essendo a corto di canne da pesca è venuto a pesca in questo forum.

sparviero51

Mer, 13/04/2016 - 17:41

PER QUESTA MAGISTRATURA DA OPERETTA IN itaglia C'È UN SOLO TERRIBILE PERICOLOSO DELINQUENTE: SILVIO BERLUSCONI !!!

krgferr

Mer, 13/04/2016 - 17:45

"Nessuno tocchi Caino! Perché mai? Ma perché fa fine perbacco! E poi, alla fin della fiera se sgozzano Abele chi se ne frega? Mi sembra anche di aver sentito dire che se lo meritasse; non so cosa abbia combinato ma lo hanno di certo detto in TV". Saluti. Piero

Tarantasio.1111

Mer, 13/04/2016 - 17:51

Dario Maggiulli e Trifus... vi siete trovati al bar,,, dai, smettetela di bere che vi fa mele e poi...non sapete più cosa dite!

little hawks

Mer, 13/04/2016 - 17:51

L'Italia è stata rovinata da una interpretazione troppo fantasiosa, socialista e buonista del pensiero di Cesare Beccaria. Vi pare possibile che dopo pochi anni di galera si dia la semilibertà ad una assassina che ha tolto la vita per futili motivi ad una giovane di 21 anni? E poi, come può avere i soldi per permettersi un avvocato come Marazzita? Ed infine come può Marazzita, per qualche manciata di soldi, per trenta denari, chiedere che questa persona dallo sguardo ancora duro, indomito e feroce venga di nuovo ammessa alla semilibertà?

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 13/04/2016 - 18:11

ecco come si controlla la democrazia, dettando gli usi e i costumi. islamici terroristi? liberi, stupratori? liberi, delinquenti? liberi. per questa ragazza che ha pagato le sue colpe, era solo una innocente foto, che non era neppure vietata. l'utilizo del potere della magistratura si è rivelata quella che è: il primo passo verso la dittatura!

Trifus

Mer, 13/04/2016 - 19:25

Tarantasio.1111, Doina ha scontato 9 anni di carcere, almeno lei li ha scontati altri rimangono impuniti o non scontano neanche un giorno di carcere. Poi siccome è una ritardata mentale invece di tenere un profilo basso si e fatta i selfie mostrando di non aver alcun pentimento ed è ritornata giustamente in carcere. Voglio vedere Marassita come farà a farla uscire dal carcere, secondo me un altro paio d'anni non glieli toglierà nessuno. Detto questo, ho riso sul post di Dario Maggiulli che paragonava Doina a Madre Teresa di Calcutta e siccome era evidente la presa in giro, io ci ho ricamato sopra. Perciò se vuol venire al bar con noi è ben accetto.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 13/04/2016 - 19:29

ma semilibertà consiste, andare a lavorare esternamente e poi finito il lavoro ritornare in cella, oppure andare a zonzo?

Ritratto di falconfab

falconfab

Mer, 13/04/2016 - 21:48

Due errori. Uno farla uscire, due farla rientrare!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 14/04/2016 - 00:53

L'errore è individuare nella "buona condotta" il criterio per assegnare la semilibertà a una condannata per omicidio come questa Doina. Un omicidio per futili motivi originato dal carattere molto aggressivo di questa ragazza. NESSUNA RESTRIZIONE DELLA LIBERTÀ PUÒ CAMBIARE IL CARATTERE DI UNA PERSONA. Quindi l'ipocrisia della "buona condotta" è uno dei tanti fallimenti del sociologismo del sinistrume democomunista.