Niente alcolici per loro, clandestini pestano barista e aggrediscono agenti

Il giovane, viste le loro precarie condizioni, si era rifiutato di accettarli all'interno del locale e di fornire ulteriori bevande alcoliche: colpito con forza, per lui la frattura del naso, che comporta una prognosi di 30 giorni. I poliziotti intervenuti sono stati fronteggiati con delle bottiglie di vetro rotte ed hanno dovuto attendere l'arrivo dei carabinieri

Hanno aggredito un giovane barista di Rho che, viste le condizioni psico-fisiche palesemente precarie, si era rifiutato di servire loro altri alcolici.

Responsabili della vicenda tre clandestini sudamericani pregiudicati di 21, 22 e 23 anni, che si sono accaniti con violenza contro il giovane dipendente, figlio del titolare del bar di corso Garibaldi. Quest'ultimo era prontamente intervenuto all'esterno del locale per bloccare i tre indesiderati clienti ed impedire che potessero entrare e risultare poi molesti o pericolosi nei confronti degli altri avventori.

Dopo aver compreso che lì nessuno avrebbe somministrato loro altre bevande alcoliche, gli stranieri hanno dato in escandescenze. Uno dei tre, completamente fuori controllo, ha colpito con gran forza il giovane barista al volto, mandandolo a terra col naso fratturato.

Immediato l'intervento del padre del 21enne, che ha contattato le forze dell'ordine e richiesto l'intervento del 118. Giunti sul posto, i sanitari hanno trasportato il ferito presso l'ospedale di Rho, dove ha ricevuto una prognosi di 30 giorni.

Gli aggressori, nel frattempo, si erano già allontanati facendo perdere le proprie tracce, non per nascondersi come si potrebbe pensare ma per cercare altri locali in cui bere ancora ed aumentare il tasso alcolemico. Dopo aver raccolto le testimonianze dei presenti, gli agenti del commissariato locale si sono messi sulle tracce dei responsabili, individuati in breve a poca distanza da corso Garibaldi.

Neppure la vista degli uomini in divisa ha scalfito la baldanza dei sudamericani che, impugnate delle bottiglie di vetro rotte, le hanno rivolte contro di loro. Per evitare ulteriori guai, i poliziotti hanno dovuto attendere l'arrivo di una pattuglia dei carabinieri del comando di Rho. I facinorosi sono stati finalmente bloccati, ma le loro intemperanze sono proseguite sia all'interno della "pantera" della polizia, rimasta danneggiata, che negli uffici del commissariato. Oltre all'atteggiamento ostile contro gli agenti, infatti, i giovani stranieri hanno iniziato anche a darsele di santa ragione.

Svaniti i fumi dell'alcol per loro restano solo le incriminazioni per resistenza e violenza a pubblico ufficiale, lesioni personali aggravate, danneggiamento aggravato di mezzo della polizia e possesso di armi improprie. I tre, clandestini con una serie di precedenti alle spalle, attendono ora il giudizio direttissimo dietro le sbarre di una cella di sicurezza.

Commenti

kennedy99

Lun, 17/06/2019 - 14:08

oramai sono abituati ad aggredire agenti e carabinieri sanno di avere le spalle coperte dalla magistratura e dai signori pro accoglienza pronti a schierarsi dalla loro parte.

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 17/06/2019 - 14:10

Non se ne può veramente più di questi bas.... abbiamo episodi pluriquotidiani. Bisogna cominciare a far volare i manganelli....

Tip74Tap

Lun, 17/06/2019 - 14:18

Rho... è del PD.

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Lun, 17/06/2019 - 14:21

Troppo buone le nostre Forze dell'ordine, negli U.S.A., gli agenti sparano per molto meno!

Ritratto di navigatore

navigatore

Lun, 17/06/2019 - 14:22

se li troveranno in possesso della tessera del PD, diranno i giudici rossi, che sono solo ragazzi che scherzano, e saranno liberi, altrove una buona dose di nerbate non avrebbero fatto male....

agosvac

Lun, 17/06/2019 - 14:38

Questa volta sembra trattarsi sì di clandestini ma sud americani. Forse, non trattandosi di africani islamici, la magistratura deciderà, quanto meno, di far loro svanire la sbronza in carcere invece di liberarli ancora ubbriachi!

ziobeppe1951

Lun, 17/06/2019 - 14:39

Volevo chiedere all’amico che scrive dalla Cina....ma ..se uno squilibrato, aggredisce la POLIZIA ARMATA DEL POPOLO ...cosa gli viene riservato?

killkoms

Lun, 17/06/2019 - 14:52

@bravi ragazzi!

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Lun, 17/06/2019 - 15:02

Sono maggiorenni, pregiudicati, hanno aggredito le forze dell'ordine e non dovrebbero esserci problemi con i paesi di provenienza. Ma rimandarli da dove sono venuti no?

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Lun, 17/06/2019 - 15:05

Ho visto, puramente per caso, la stessa scena a Parigi contro la polizia francese. Diciamo l'inizio della stessa scena, perché dopo venti, trenta secondi le due risorse, penso algerini o tunisini, erano entrambi sdraiati per terra e sono stati TRASCINATI PER I PIEDI verso due volanti attrezzate già pronte. Immagino che gli abbiano chiesto, con l'approvazione del mediatore culturale, di sdraiarsi per facilitare il trasporto verso il luogo dell'obbligo di firma.

Ritratto di eaglerider

eaglerider

Lun, 17/06/2019 - 15:11

In questi casi penso sempre agli USA dove i poliziotti, in analoga circostanza, gli avrebbero sparato un intero caricatore !!!!! Ma almeno avessero avuto il taser e, comunque, un bel po in galera. Ma non a passeggiare da una cella all'altra come fanno adesso !!!!!!!

27Adriano

Lun, 17/06/2019 - 15:12

Cosa ci fanno liberi con lunghi precedenti alle spalle???? Chi è l'amico di palamara che li ha rilasciati???

VittorioMar

Lun, 17/06/2019 - 15:21

...questo è seminare TERRORE con ogni MEZZO...!!..e pretendiamo il TURISMO...!!

Geegrobot

Lun, 17/06/2019 - 16:22

Avanti così, pregiudicati e sono ancora nel mio paese a dwlinquere? Se ci scappava il morto saltava fuori un altro magistrato a chiedere scusa alla famiglia come già successo? siamo diventati la fogna del mondo male detto PD e vaticano

Royfree

Lun, 17/06/2019 - 16:35

Smettetela di chiamarli i migranti. I migranti erano i nostri avi che si sono fatti il cuxo per portare avanti le famiglie e la nostra Patria. Questi sono solo degli schifosi clandestini parassiti, feccia della loro Nazione-feccia che vengono qui attirati dal dolce far niente o perchè indesiderati nelle loro terre. Bisogna assolutamente ripristinare il reato di clandestinità e tenerli dentro fino a quando non verranno sbattuti fuori. Basta, siamo davvero stufi di questo marciume.

claudio faleri

Lun, 17/06/2019 - 16:42

non c'è punizione sanno che gli è permesso tutto ma da chi? dai comunisti

01Claude45

Lun, 17/06/2019 - 16:44

Anche la polizia italiana DEVE SPARARE e fare come aol loro paese: MANGANELLARLI 3 volte al dì. Feriti, si curano in cella nella quale restano per 5 anni ad ammirare il sole a quadretti lavorando anche per pagarsi tutte le spese ed i danni fatti. Per i magistrati buonisti stessa sorte.

bruco52

Lun, 17/06/2019 - 18:20

ormai questo Paese è diventato la fogna accogliente di matti, esagitati, esaltati, delinquenti ed assassini provenienti da tutti i paesi del mondo, per il fatto che si è sparsa la voce che manca la certezza della pena, che il buonismo dei cattocomunisti te la farà passare liscia; solo un buffetto e la promessa di un farlo più, fino alla prossima volta....

Giorgio Rubiu

Lun, 17/06/2019 - 18:45

"...sudamericani pregiudicati…" comportamento normale dal loro punto di vista. Sudamericani di dove? Si comporterebbero così anche al loro paese? Regolari o clandestini? C'è una guerra in corso nel paese da cui provengono? Cacciarli in prigione e, quando saranno scarcerati, riportarli in Sud America, a calci nel sedere!

Reip

Lun, 17/06/2019 - 18:48

Sono talmente disgustato e schifato da cio’ che succede tutti i giorni in Italia che non ho voglia di scrivere piu’ nulla...

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 17/06/2019 - 19:49

@El Presidente - se non ci fossero comunisti a tenerli qui, magari. ma tu non eri per l'integrazione? Ah, solo se neri? Fai il doppio gioco o non fai pace con te stesso? Lingua biforcuta?

stopbuonismopeloso

Lun, 17/06/2019 - 19:56

tranquilli, arriverà il magistrato di turno a rimetterli in libertà con tante scuse

jav2

Lun, 17/06/2019 - 20:02

i poliziotti hanno dovuto attendere i carabinieri??? ma stiamo scherzando???