Pregiudicato maltratta la madre: si scaglia contro i militari armato di coltelli

Il 30enne, già agli arresti domiciliari, si è scagliato contro la donna per futili motivi. Armato di due coltelli ed una roncola, ha poi minacciato i carabinieri intervenuti in aiuto della vittima, prima di tentare la fuga. Arrestato con numerosi capi d'accusa, si trova ora dietro le sbarre

Terribile episodio di violenza a Collemoresco, una frazione di Amatrice (Rieti), dove un uomo in preda ad un raptus d'ira ha aggredito la madre, rivoltandosi poi anche contro i rappresentanti delle forze dell'ordine accorsi in aiuto della vittima.

Il fatto durante la giornata di ieri, quando il 30enne S.S., un pregiudicato agli arresti domicialiari, si è scagliato contro la donna al termine di una discussione sorta per futili ragioni. Accecato dalla rabbia, il soggetto l'ha minacciata con un bastone e poi con un coltello, terrorizzandola a tal punto da costringerla a chiedere soccorso alle autorità locali.

Sul posto si sono precipitati i carabinieri della compagnia di Cittaducale (Rieti), i quali hanno trovato la vittima che li attendeva fuori dall'abitazione. Ancora sotto choc, la donna li ha condotti in casa, dove erano evidenti i segni della furia del 30enne.

Quest'ultimo, ben lungi dal volersi calmare, ha reagito in malo modo alla presenza degli uomini in divisa. In possesso di due coltelli da cucina ed una roncola, si è scagliato contro i militari, minacciandoli ed insultandoli. A questo punto la situazione si è fatta tesa, con gli uomini dell'Arma che hanno cercato di fare di tutto per avvicinarsi al soggetto e disarmarlo oppure convincerlo a consegnare i coltelli.

Con uno scatto repentino, S.S.è tuttavia riuscito ad evitarli per correre all'interno della propria auto e mettere in moto, dandosi alla fuga. Da qui è nato un breve inseguimento, durante il quale i carabinieri hanno richiesto l'invio di rinforzi dalla centrale. I militari hanno successivamente rinvenuto il fuoristrada del 30enne abbandonato lunga la carreggiata e sono riusciti a catturare il facinoroso dopo averlo rintracciato nelle vicinanze. Il pregiudicato, che ha opposto resistenza, è stato immobilizzato e dichiarato in arresto per resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento, minacce gravi ed evasione. Sequestrati, inoltre, i due coltelli e la roncola.

Il soggetto, che già in passato si era reso autore di maltrattamenti nei confronti della madre (episodi di violenza che la donna non aveva mai avuto il coraggio di denunciare), si trova ora detenuto dietro le sbarre del carcere di Rieti, in attesa di giudizio.