Cattolici tradizionalisti in processione a Rimini: "Ripariamo al Gay Pride"

Una "processione riparatrice" contro il Summer Pride si è tenuta ieri tra le strade di Rimini. All'evento indetto dai cattolici tradizionalisti hanno aderito centinaia di persone

Diverse centinaia di persone hanno sfilato ieri pomeriggio lungo le vie del centro storico di Rimini, dalla Chiesa di San Gaudenzo in Piazza Mazzini fino alla Chiesa del Suffragio in Piazza Ferrari, per la “processione di riparazione pubblica”. L’appuntamento è stato indetto dal comitato cattolico tradizionalista “Beata Giovanna Scopelli” di Reggio Emilia in concomitanza del “Summer Pride”, la manifestazione dell’orgoglio Lgbt tenutasi sul Lungomare della città romagnola.

Davanti alla chiesa, sotto un attento controllo delle forze dell’ordine, i partecipanti si sono prima raccolti in un momento di riflessione e poi si sono mossi per le strade recitando il Santo Rosario, le Litanie dei Santi e la preghiera di riparazione al Sacro Cuore. Al corteo religioso, oltre ai padroni di casa riminesi, vi erano fedeli giunti da Parma, Reggio Emilia, Forlì, Ravenna e Modena. Numerose anche le famiglie che hanno aderito all’iniziativa in modo entusiasta e che hanno sfilato con i bambini al seguito. Tra i presenti anche attivisti locali di Forza Nuova e dell’associazione femminile “Evita Peron”.

Diversi partecipanti indossavano magliette con la scritta “Instaurare Omnia in Christo”. A guidare i fedeli nella preghiera vi erano tre religiosi: due provenienti dalla Fraternità sacerdotale San Pio X fondata dall'arcivescovo Marcel François Lefebvre ed un parroco modenese don Giorgio Bellei. Proprio quest’ultimo ha spiegato che il corteo non deve essere considerato come una manifestazione politica ma un momento di preghiera riparatrice, realizzato con la forma liturgica della processione.

“L’obiettivo del Comitato non è protestare politicamente contro le cosiddette unioni civili, che in ogni caso sono da condannare fermamente” ha scandito il prelato ma porre rimedio ad un “atto contro natura”.

Commenti
Ritratto di Pilsudski

Pilsudski

Dom, 29/07/2018 - 14:12

Visto che di scandali che coinvolgono preti pedofili e ragazzini ne salta fuori ormai uno al giorno, non mi meraviglia il mancato patrocinio da parte della diocesi ad una protesta contro il "gay pride"...

buri

Dom, 29/07/2018 - 15:54

hna bella cosa

tarcento22

Dom, 29/07/2018 - 16:10

Ho tre parole per LGBT: Sodoma e Gomorra

Ritratto di libertà o cara

libertà o cara

Dom, 29/07/2018 - 16:38

Gentile direttore, gentile dott. Gabriele, le espressioni moderne con le quali si descrive il mondo cattolico sono improprie: il Vangelo di Gesù il Cristo, Verbo di Dio Altissimo, Verbo fattosi uomo, rende quel Vangelo uno. Chi ha una visione altra della realtà è un'altra cosa, di certo non è cattolico! Onore a coloro che han chiesto perdono a Dio e riparato alle offese testimoniando pubblicamente. Libertà o cara

Ritratto di antonio corso

antonio corso

Dom, 29/07/2018 - 16:45

solidarieta' ai cattolici che pregano contro un peccato che grida vendetta al cospetto di Dio

VittorioMar

Dom, 29/07/2018 - 17:02

..qualcuno comincia a fare MEA CULPA !!...E' giusto RINSAVIRE !!

gabriel maria

Dom, 29/07/2018 - 21:20

Bravi......ma Bergoglio vi odierà :Voi credete ancora in Iddio.....Lui non lo so.....

CapitanoVentura

Lun, 30/07/2018 - 14:59

Quello che trovo curioso è che proprio la settimana scorsa è stato beccato un prete in auto con una bambina di 10 anni ma non è stata organizzata nessuna "processione riparatoria" sul tema. Dio, a quanto pare, non si offende quando un prete abusa si un minore ma solo quando i gay sfilano con carri musicali.