Rimini, chiude il Delfinario di Gessica Notaro: "Ora ho perso tutto"

La miss sfregiata con l'acido dall'ex fidanzato non potrà più rivedere i suoi amati animali

Non c'è pace per Gessica Notaro. Dopo essere stata sfregiata con l'acido dall'ex fidanzato, ora la miss si ritrova anche senza lavoro. Il Delfinario che tanto amava è infatti costretto a chiudere i battenti.

A riportare la notizia è Il Resto del Carlino che annuncia la chiusura del Delfinario di Rimini a causa di lavori ritenuti abusivi dal Comune. È il direttore della struttura, Massimo Gabellini, a raccontare cosa è successo. "Nell’acquario sono stati fatti nel 1986 e nel 1989 alcuni lavori di ampliamento - spiega - Parliamo di rampe di accesso esterne, della sala per l’impianto dei filtri d’acqua, dei bagni. Opere che sono state realizzate regolarmente, con permessi temporanei rilasciati dal Comune, ma che fino all’anno scorso sono stati sempre considerati validi dall’amministrazione. Ora invece i permessi vengono ritenuti scaduti, e le opere fatte abusive. E da quanto ci hanno ribadito ieri i dirigenti del Comune, non c’è modo di sanarle".

Niente da fare dunque. Il Delfinario probabilmente non riaprirà più. Tra i tanti dipendenti che restaranno a casa c'è anche Gessica Notaro, la miss sfregiata al volto con l'acido dall'ex fidanzato di origine capoverdiana, oggi a processo. La disperazione della ragazza emerge chiaramente dal messaggio pubblicato su Instagram. "E come se non bastasse eccomi qua. A dover dire addio ai miei piccoli per colpa della burocrazia e per colpa di chi vi sta al vertice, che probabilmente prendendo la decisione di fare chiudere per sempre l'Acquario di Rimini non ha considerato il fatto che dietro a questa struttura c'e' un' anima, un cuore (...) Buddy e Morgan erano la mia forza, il mio nuovo inizio. Ed ora perdendo loro ho perso tutto. Di nuovo". Dopo la tragedia subita, la miss era riuscita a non crollare proprio grazie ai suoi amici animali, ma ora è lei ad ammettere che sta perdendo la forza per lottare.

E come se non bastasse eccomi qua. A dover dire addio ai miei piccoli per colpa della burocrazia e per colpa di chi vi sta al vertice, che probabilmente prendendo la decisione di fare chiudere per sempre l'Acquario di Rimini non ha considerato il fatto che dietro a questa struttura c'e' un' anima, un cuore. Ed il cuore e la passione che io e miei colleghi ci abbiamo messo tutti i giorni nel prenderci cura di questi animali é buttata nella spazzatura.. insieme ai sacrifici fatti fin'ora e al legame instaurato con i nostri cuccioli. Buddy e Morgan erano la mia forza, il mio nuovo inizio. Ed ora perdendo loro ho perso tutto. DI NUOVO. #unpezzodicuorecheseneva #acquariodirimini #gessicanotaro #unaingiustiziadietrolaltra #sealions #cuorispezzati #comefarosenzadivoi #perdendoleforze

Un post condiviso da @gessica.notaro in data:

Commenti
Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 02/08/2017 - 14:51

evvabè ; ci apriranno un bel supermercato ; evviva la modernità !

Ritratto di cicciomessere

cicciomessere

Mer, 02/08/2017 - 14:58

Spiace per la Notaro , ma i delfinari cosi' come gli zoo , cosi' come ogni forma di coercizione degli animali va abolita. Anche fare trottare i cavalli in quel modo assurdo che usano nelle competizioni e' grottesco.

Lucky52

Mer, 02/08/2017 - 17:45

E così grazie alla stupida ed ottusa burocrazia altri italiani in mezzo ad una strada..... e già perchè in Italia, in ripresa a detta del PD,di lavoro ce ne già molto.

seccatissimo

Mer, 02/08/2017 - 19:07

x cicciomessere Mer, 02/08/2017 - 14:58 Credo che nell'attività della Notaro non vi sia coercizione verso gli animali a cui accudisce ed a cui insegna degli innoqui esercizi. Sono pure convinto che gli animali di un certo livello intellettuale si divertano pure a compiere questi esercizi.

mariod6

Mer, 02/08/2017 - 21:01

Il Comune avrà fatto i conti e ha realizzato che rende di più ospitare i migranti che non i delfini. Burocrati schifosi e incapaci, bravi solo a vessare il prossimo !!!