Rimini, violenze sui bimbi: arrestata maestra d'asilo

La donna 61 anni è ai domiciliari e sospesa dal servizio

Era stata già sospesa dal servizio per dieci giorni nel 2010 a causa della sua aggressività, l'insegnante di scuola materna arrestata oggi, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Rimini Fiorella Casadei sulle risultanze dell'indagine dei carabinieri e del sostituto procuratore Davide Ercolani. La donna 61 anni è ai domiciliari e sospesa dal servizio. Le indagini dei militari, con intercettazioni video-ambientali, sono scattate dopo la segnalazione di un'altra insegnante che aveva assistito a una serie di condotte aggressive e violente nei confronti dei piccoli, traumatizzati e terrorizzati. I carabinieri hanno così iniziato a documentare con video giornalieri il comportamento dell'insegnante dal febbraio di quest'anno. Sono emerse le violenze gratuite, gli strattoni e le spinte a cui venivano assoggettati i bimbi.

I carabinieri hanno documentato anche la condizione di timore e soggezione psicologica dei bimbi. Un nonnulla poteva far scattare l'ira della maestra, i bimbi venivano sgridati e minacciati con tono di voce vessatorio; i piccoli strattonati più volte solo perché non erano in grado di tirarsi su da soli i pantaloni oppure perché non riuscivano a raggiungere in tempo un punto nell'aula dove l'insegnante aveva deciso di radunarli. Insomma, una situazione "abituale" di insostenibile disagio fisico ma soprattutto psicologico, che può, a dire del perito incaricato nominato dal Pubblico Ministero, causare danni irreparabili nelle relazioni comportamentali e sul sistema cognitivo e di apprendimento dei bambini. La donna è stata quindi arrestata per maltrattamenti, considerando soprattutto il pericolo di recidiva specifica in ragione della spiccata pericolosità sociale evidenziata.

Commenti

franco-a-trier-D

Ven, 22/04/2016 - 10:37

esistono ancora le kapò in Italia vedo...

Ritratto di Antero

Antero

Ven, 22/04/2016 - 10:47

Recidiva ?

giovauriem

Ven, 22/04/2016 - 11:03

per che arrestare , e spendere un sacco di soldi per processare questi animali che alla fine saranno assolti(per che anche loro fanno parte dell'esercito della sinistra) basterebbero una decina di calci in c.lo a lei a alla "preside" per omesso controllo dati dal genitore/rice del bambino ,nell' androne della scuola e alla presenza di tutti i bambini di tutti i genitori e degli "insegnanti" e non devono mancare pasticcini e bibite(analcoliche) e non tarallucci e vino , come fanno i magistrati in questi casi .

Ritratto di UnoNessunoCentomila

UnoNessunoCentomila

Ven, 22/04/2016 - 12:04

Per questo mostro frustate e pubblica gogna.

justic2015

Ven, 22/04/2016 - 12:40

E finita ai domiciliari la maestrina di 61 anni perche` ai domiciliari e non direttamente in carcere senza probabilita` di uscita se ci stanno le prove speriamo che vine portato via almeno lo stipendio se non altro.

semelor

Ven, 22/04/2016 - 16:04

Concordo con giovauriem dei facenti parte dell' esercito delle sinistra perché altrimenti non lavori in certi posti. Questi fatti succedono in molte scuole, nidi, asili, elementari, più di quello che si pensa e c'è omertà. Poi quando scoppia il bubbone, fango dappertutto. Sono stanco di sentir dire dalle insegnanti la famiglia, la famiglia che non educa, basta, basta, i genitori sono lasciati soli ed insegnanti incompetenti. Consiglio spassionatamente di informarsi su domicilio della maestra, alla prima uscita, un sacco in testa e giù botte poi vediamo se ci riprova.