Il riso italiano è sotto attacco: l'arborio arriva dal Myanmar

L'allarme dei risicoltori italiani a seguito del ritorno dei dazi europei sulla pianta erbacea. La nuova minaccia arriva dal Sudest asiatico

Prima l'olio tunisino, ora il riso birmano. Già, perché la nuova minaccia al mondo alimentare italiano – nello specifico quello dei risicoltori – arriva dall’altra parte del globo, dal Sudest asiatico. Ma facciamo un passo indietro. Un anno fa l'Unione Europea reintroduceva i dazi sull’importazione di riso "a chicco lungo" dalla Cambogia e, appunto, dal Myanmar (nome con il quale è noto, appunto, il Paese birmano).

Questo perché a inizio 2018 l'arrivo in massa del riso asiatico sul mercato del Vecchio Continente aveva appiattito – e di molto – quello italiano, mettendo spalle al muro e in enorme difficoltà numerosi agricoltori nostrani, azzoppati da una concorrenza al ribasso che aveva di fatto portato l'arborio italiano – come ricorda Il Sole 24 Ore – da 70 a 30 euro al quintale.

Parentesi: il riso arborio, per chi non lo sapesse, è una speciale varietà di riso molto utilizzata nella preparazione dei risotti, che prende il nome dal comune di Arborio, in provincia di Vercelli, in piena Pianura Padana, dove la tipologia di pianta erbacea è stata selezionata.

Con i dazi doganali da 17,5 euro al quintale, nel 2019, le cose sono andate meglio per i produttori italiani, ma non per questo si può abbassare la guardia, nonostante l’importazione del cosiddetto "riso indica" sia crollato del 30% nel corso dell'anno appena conclusosi. E per l’Italia, il riso, è un alimentato chiave del comparto agroalimentare. Basti pensare, infatti, al fatto che il Belpaese produca, da solo, il 50% de riso europeo, esportando il 60% della propria produzione all’estero.

Le risaie italiane rimangono in allerta per un motivo, ben spiegato al Sole dal Emanuele Occhi, responsabile del riso per Coldiretti: "L'Europa con le sanzioni ha bloccato l'arrivo del riso indica, ma il Myanmar è anche un grande produttore di varietà japonica". Dunque, di rimbalzo, ecco l’attacco all’Ue – e all’Italia – sull’arborio

Così, una volta bloccato il riso lungo, ha riversato verso la Ue tutto il suo arborio; quello italiano ha iniziato a calare di costo e dai cinquanta euro ogni cento chilogrammi, siamo già arrivati a quaranta. Occhi, sempre al Sole, racconta infatti che l’import di riso "japonica" dal Myanmar è cresciuta del 300%. In tutto questo il governo è andato a tirare per la giacchetta la Commissione Ue e il ministro dell’Agricoltura, la renziana Teresa Bellanova, avrebbe chiesto agli alti papaveri di Bruxelles di introdurre i dazi anche sul riso "japonica". Nel mentre, i risicoltori italiani continuano a combattere da soli, o quasi, questa battaglia.

Commenti
Ritratto di Giancarlo09

Giancarlo09

Mar, 07/01/2020 - 11:08

Un problema ancora più serio della crisi dei produttori nostrani, con le inevitabili ricadute occupazionali ed economiche per l'intero Paese, è che il riso prodotto nel sud est asiatico presenta elementi tossici per la natura umana in quanto viene fatto largo uso di pesticidi e altre sostanze inquinanti e/o cancerogene. Il riso di produzione italiana, invece, è scevro da questi pericoli e anzi ci sono intere aree di riso che si può definire biologico al 100%.

lolafalana

Mar, 07/01/2020 - 11:12

Comprare solo riso dove in etichetta sia ESPLICITAMENTE precisata inequivocabilmente la provenienza e la produzione italiana e lasciare marcire sugli scaffali quello di altre provenienze o quello che non ha indicazioni, PUNTO.

Ritratto di Skapestrato

Skapestrato

Mar, 07/01/2020 - 11:38

Se Trump mette i dazi sul parmigiano italiano, i dazi sono sbagliati, se invece li mette l'Italia sul riso asiatico, allora i dazi sono buoni e giusti. Decidetevi

Iena_Plinsky

Mar, 07/01/2020 - 11:38

Ma si mettiamo dazi su tutto, tanto chissenefrega se alla fine e' il consumatore che li deve pagare....

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 07/01/2020 - 11:50

Io compro il riso a meno di un euro al kg al supermercato. E' buono e non scuoce. Ci preparo di tutto. Meno riso in Piemonte, e meno zanzare. Afc, che caspita,non se nè può più. tanto diventeremo tutti dottori, anche con il 6 politico. Tanto chi non ce la fa basta andare a "lavorare" da Prodi.

Ritratto di 98NARE

98NARE

Mar, 07/01/2020 - 12:18

do-ut-des, sarà ma a meno di 1 euro al KG, NON E' RISO .

gpetricich

Mar, 07/01/2020 - 12:19

Discorso estremamente vasto e complicato per liquidarlo con un articoletto e quattro commenti di gente che non conosce il problema. Vero è che la produzione europea dovrebbe essere tutelata dall'UE, ma allora il discorso dovrebbe essere esteso a tutti i prodotti agricoli europei ed i loro derivati e non solo al riso. D'altra parte bisognerebbe anche chiedersi come mai ci sia una differenza di prezzo così elevata tra l'arborio birmano e quello italiano, quando, in fondo, dovrebbe essere il contrario. Le riserie italiane, a partire dalla semina per arrivare al raccolto, alla lavorazione ed al confezionamento, sono completamente automatizzate, mentre in Birmania si ricorre ancora e soprattutto alla manovalanza, che comunque costa di più. Senza dimenticare il costo del trasporto dalla Birmania all'Europa. E allora?

gpetricich

Mar, 07/01/2020 - 12:19

I signori agricoltori italiani sono stati abituati troppo bene in passato, con leggi ed incentivi per il rilancio dell'agricoltura ed ora non vogliono rassegnarsi a guadagnare di meno oppure esiste un altro ulteriore problema? Ai posteri l'ardua sentenza.

gpetricich

Mar, 07/01/2020 - 12:22

Io invece continuo e continuerò a comprare il nostro riso semplicemente perché è più buono.

Ritratto di 98NARE

98NARE

Mar, 07/01/2020 - 12:37

do-ut-des, se vuoi un BUON Riso, Vialone nano, almeno 2 euro li devi spendere per un riso eccellente. Ovviamente se tu parlavi di riso "basmati" allora lasciamo stare. Per me non è RISO quello.

zen39

Mar, 07/01/2020 - 12:56

Dovrebbe essere o no l'EU a difendere i prodotti nostrani dal resto del mondo ? Dovrebbe ,come fa per la Francia e la Germania e paesi loro lecca lecca. Ma l'Italia no, deve difendersi da sola. Perchè ? Perchè sono sempre e solo quesi due che in maniera subdola agiscono contro di noi. Ci odiano da sempre ed è ora di prendere atto di questa triste realtà evitando di mettersi in ginocchio come fa la nostra sinistra ormai da decenni.

gpetricich

Mar, 07/01/2020 - 12:58

Il Basmati è più caro. E un riso profumato che viene consumato dopo semplice bollitura con l'aggiunta di salse e carne o pesce.

necken

Mar, 07/01/2020 - 13:29

i dazi su importazioni di riso che danneggiano il prodotto nazionale sono una cosa giusta, bisogna tutelarlo come di fa per gli altri prodotti tipici italiani, altrimenti finiremmo per dover dare il reddito di cittadinanza anche agli agricoltori. Eé necessario che i dazi siano a livello comunitario per questo è importante essere in Europa e negoziare al meglio. da soli perdiamo in partenza in quanto il mercato Italiano è diventato troppo piccolo per fare da solo!

necken

Mar, 07/01/2020 - 13:36

Skapestrato@: Trump i dazi li ha messi per contrastare il dumping fiscale della UE a favore di AIRBUS (consorzio Franco-Tedesco-Spagnolo) e sono autorizzati anche dal WTO di Ginevra quindi giuridicamente giusti anche se danneggiano in parte il made in Italy. Trovo comunque giusto applicare dazi europei sul riso asiatico per le ragioni enunciate in un altro post pari oggetto in questa rubrica

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 07/01/2020 - 13:53

Se in Italia ci fosse la pressione fiscale del Myanmar non converrebbe nemmeno pagare il trasporto per importare il riso.

ortensia

Mar, 07/01/2020 - 14:14

C'era una volta: "una mattina, mi sono alzata, o bella ciau,ciau,ciau, e in risaia mi tocca andar e tra gli insetti e le zanzare un dur lavor mi tocca farrr!"

Ritratto di computerinside

computerinside

Mar, 07/01/2020 - 14:16

Non comprate riso di provenienza estera. Uno :aiutiamo i nostri produttori. Due: il nostro riso è ottimo.

igiulp

Mar, 07/01/2020 - 14:33

@Do-ut-des . Si informi bene sulla provenienza del suo riso. Io ho la fortuna di acquistarlo direttamente in riseria. Il prezzo va da 1,50 in su a seconda della qualità ed è garantito puro italiano.

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Mar, 07/01/2020 - 15:43

Io preferisco il Carnaroli, buono anche il Baldo. Ho provato altri risi, tra cui il basmati, ma non mi piacciono e poi costano un bel pò , se non di più degli italiani. Ma io voglio poter scegliere. Sul banco voglio vedere riso di tutto il mondo , provarlo, e poi scegliere. Voglio testare direttamente il rapporto qualità/prezzo. Non voglio dazi. Mi serve il commercio libero, come consumatore. Poi decido io cosa acquistare.

gianf54

Mar, 07/01/2020 - 15:43

Io compro soltanto Italiano, a cominciare dalla pasta fatta solo con GRANO ITALIANO... basta con l'invasione straniera! Chiudiamo anche le risaie e siamo davvero alla frutta...

sabrina64

Mar, 07/01/2020 - 15:57

Dov'è il probelma? Nocciole turche? Grano russo? Certo, siamo grandi! Abbiamo bisogno d'importare e nessun produttore nega o rifiuta l'aiuto estero/esterno...

Ritratto di giuliano lodola

giuliano lodola

Mar, 07/01/2020 - 16:25

E' l'europa che comanda e dobbiamo prendere tutto quello che ci comanda, chiudono le nostre risaie? poco importa ma importante rispettare le direttive europee

gpetricich

Mar, 07/01/2020 - 17:45

x Gianfranco Robe Bravo! Questo è uno dei punti cui volevo arrivare: la pressione fiscale che c'è in Italia, che rende i nostri prezzi troppo alti. Allora bisogna farsi una domandina semplice semplice: ma allora per quale ragione la UE dovrebbe instaurare dei dazi a protezione di prodotti troppo cari a causa della pressione fiscale di un singolo paese? Non deve e non lo fa per la semplice ragione che se gli Italiani sono così fessi da accettare la situazione che c'è in Italia a causa dei governanti che si sono scelti o che sono loro stati imposti, ma che accettano supinamente, allora è giusto che gli Italiani si arrangino.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 07/01/2020 - 17:50

@98NARE....Se vuole,esiste anche il non plus ultra del riso,lo trova pure su Amazon,il famoso Acquerello,esiste anche invecchiato di sette anni,ed è conosciuto ed impiegato dai ristoranti stellati. Produzione doc piemontese. Ma si prepari a pagarlo sui dieci euro al chilo. Chi l'ha provato dice che mai aveva mangiato un riso così.

Ritratto di giangol

giangol

Mar, 07/01/2020 - 17:55

Piani kalergi. Distruzione dell'economia italiana con sostituzione etnica. Auguri ai vostri figli eheheh

edo1969

Mar, 07/01/2020 - 18:41

Capitano, Giorgia, siete rimasti i soli, fate qualcosa contro questi scempi

edo1969

Mar, 07/01/2020 - 18:42

—————- (. ) ——————

cir

Mar, 07/01/2020 - 21:51

c'e' qualcuno che continua a non voler capire . Si chiama WTO , ex GATT.=libero mercato. Se importiamo in Cambogia trattori e/ o tecnologia, Loro non hanno il denaro "pregiato" che vorremmo per pagarci... giustamente ci pagano con lo scambio merci .Il problema dello scambio / valore / moneta viene risolto facilmente dalle multinazionali che hanno invaso tutti i settori dell' economia riservate precedentemente all' agricoltura.ed ora non lamentatevi piu'.Nell' attesa che Salvini il bifolco termini la TAV in modo che le merci agricole straniere arrivino piu' velocemente in casa nostra ....