Rissa violenta tra albanesi e spari in piazza, paura a Salsomaggiore

I coinvolti si sono dileguati immediatamente, rendendo ancora più complicate le indagini da parte dei carabinieri accorsi sul posto: almeno 3 i colpi di pistola esplosi

Grave episodio nel tardo pomeriggio di ieri a Salsomaggiore (Parma), quando nelle vicinanze della stazione ferroviaria si è scatenata una violenta rissa tra stranieri.

Tutto si sarebbe originato dinanzi al Bar Pam Pam, nei pressi del Parco Mazzini, come riferito da alcuni dei testimoni che hanno assistito alle scene di violenza prima di contattare le forze dell’ordine.

La discussione, dai toni via via più accesi, avrebbe coinvolto alcuni membri di un gruppo di albanesi, che ad un certo punto avrebbero iniziato ad azzuffarsi. Una rissa senza esclusione di colpi, secondo quanto raccontato dai presenti, che ha raggiunto il suo culmine nel momento in cui qualcuno ha deciso di estrarre una pistola e di aprire il fuoco. Almeno 3 gli spari avvertiti, in seguito ai quali si è venuto ad originare un vero e proprio fuggi fuggi generale, probabilmente anche per il timore dell’imminente arrivo delle forze dell’ordine. Secondo i testimoni alcuni sarebbero scappati a piedi, altri in auto, probabilmente un’utilitaria grigia, che si è allontanata dal posto a tutta velocità.

I carabinieri del comando di Salsomaggiore hanno dato immediatamente avvio alle indagini, tuttora in corso, per far luce su un episodio decisamente preoccupante ma altresì poco chiaro. Sono state rinvenute alcune tracce ematiche nell’area dello scontro, ma è impossibile, almeno per il momento, anche solo capire se qualcuno è rimasto ferito dai proiettili sparati.

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 10/02/2019 - 21:16

Mi pare che da quelle parti governano i sinistri. Dove ci sono loro,ci sono stranieri,e dove ci sono stranieri ci sono risse. Formula matematica esatta come E=mc2

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 10/02/2019 - 22:00

Sempre loro.

maurizio50

Lun, 11/02/2019 - 08:57

Sono i doni del Signore, come li definisce il Parroco venuto da Buenos Ayres. Ma bisogna che qualcuno lo dica al Signore che ormai di questi "doni" , ne abbiamo le scatole piene!!!!