Rivolte a spese dei contribuenti. Ecco quanto ci costano i NoTav

Due studi realizzati dalla Bocconi alzano il velo sui costi delle violenze NoTav: 63 milioni di danni diretti e 20 miliardi se l'opera non verrà conclusa

Il gioco dei NoTav ci costa. Eccome. Si parla di miliardi di euro, mica di bruscoli. Le cifre dei danni causati dalle violenze degli incappuccati che si oppongono alla realizzazione dell'Alta velocità con la Francia sono già enormi. Ma richiano di diventare una enormità se le richieste dei NoTav diventassero realtà.

A documentarlo sono due studi realizzati dall'Università Bocconi e riportate oggi da Filippo Facci su Libero. La Ltf (Lyon Turin ferroviaire) ha infatti chiesto agli esperti dell'Ateneo milanese di quantificare le somme buttate al vento 5 anni di guerriglia contro la Torino-Lione. Ebbene, per la difesa del cantiere e la riparazione dei danni dopo le "pacifiche" proteste in Val di Susa, gli italiani per mezzo del governo hanno speso 63 milioni. Una enormità. Ma se il blocco dell'opera diventasse definitivo, il baratro si allargherebbe.

Nel dossier realizzato dal Certet (Centro di economia regionale dei trasporti e del turismo), intitolato "La valutazione degli effetti economici del blocco della realizzazione della tratta transfrontaliera del progetto Torino-Lione", si legge che i costi diretti del blocco dell'opera sarebbero di 2,8 miliardi. Avete capito bene. Ma non è tutto. La cifra salirebbe a 20,7 miliardi di euro "considerando i mancati benefici per l' arretratezza imposta alle relazioni europee impedendo la nuova linea mentre i competitors si ammodernano". Senza contare che bisognerebbe anche pagare la "multa" all'Ue per non aver portato a termine il progetto, e si parla di 460 milioni.

A tutto questo bisogna aggiungere quello che ci hanno fatto spendere direttamente i NoTav violenti, lanciando pietre, usando spranghe e attaccando un giorno sì e l'altro pure il cantiere della Tav. Secondo il professor Lanfranco Senn, tra il 2011 e il 2014, le offensive hanno prodotto un danno "stimabile in circa 63 milioni di euro tra maggio 2011 e luglio 2014, di cui circa 35,6 milioni di euro legati alla sicurezza". In più ci sarebbero da aggiungere anche 9,8 milioni da imputare al crollo del turismo nella zona.

Ma si sa: far la rivoluzione è costoso. Basta che lo si faccia coi soldi di tutti gli italiani.

Commenti

Malacappa

Mer, 23/03/2016 - 13:37

A parte gli invasori i rom e i politici pure i no tav ma quanti soldi caccia via l'Italia,che schifo.

Ritratto di Flex

Flex

Mer, 23/03/2016 - 14:30

Perchè mai i danni dovrebbero pagarli i contribuenti? ma questi personaggi non sono mai stati identificat? Le spese addebitatele a chiunque abbia partecipato a tali manifestazioni.

scarface

Mer, 23/03/2016 - 14:49

Zecche fili di papa' con il c.lo pieno appoggiati da zecche politicanti e magistrati zecche con il c.lo pieno.

veromario

Mer, 23/03/2016 - 14:50

ma cosa volete che paghino i manifestanti,sono tutti vagabondi di professione,ci vorrebbe una volta per tutti una cisterna di acido solforico e il problema risolto.

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Mer, 23/03/2016 - 15:10

ottimo!

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mer, 23/03/2016 - 15:13

non ho capito perche' I costi debbano essere a carico del contribuente. tutti I costi devono essere sostenuti dagli abitanti della val di susa che o sono parte attiva delle azioni eversive o con I loro silenzi e complicita' sono rei di fiancheggiamento.

blackbird

Mer, 23/03/2016 - 15:59

Costi addebitati ai controuenti? Dovrebbero pagarli i politicastri che hanno imposto un'opera contro il sentire degli italiani e, soprattutto, delle popolazioni interessate! Negli USA, paese unificato grazie alla ferrovia (la autostrade le ha introdotte il presidente Eisenhover dopo averle viste in Germania!) i treni sono lentissimi. E noi vorremmo trasportare merci e persone con opere faraoniche? Violenza a parte, i NO TAV non hanno tutti i torti.

giovanni PERINCIOLO

Mer, 23/03/2016 - 16:14

marco piccardi. Concordo completamente. Paghi la val di Susa!

agosvac

Mer, 23/03/2016 - 16:14

Il vero problema non è quanto ci costano i no tav, ma quanto ci costa la magistratura che è a favore dei no tav!!! In altri paesi questi no tav sarebbero già stati messi fuori legge ed incarcerati. Solo in Italia la magistratura li scarcera e li rende eroi.

01Claude45

Mer, 23/03/2016 - 16:14

Che il governo presenti il conto anche ai politici che li sostengono.

amicomuffo

Mer, 23/03/2016 - 16:26

Tra poco anche questi figli di papà avranno altre cose più importanti a cui pensare (vedi gli islamici alle porte!). Ed allora sarò curioso di vedere, se avranno ancora la baldanza che hanno attualmente! ( ne dubito fortemente!)

Ritratto di calzolari loernzo

calzolari loernzo

Mer, 23/03/2016 - 18:15

questi atteggiamenti sono figli della kultura progressista sessantottina che inneggiava al TANTO PEGGIO=TANTO MEGLIO e si estrinsecava nel distruggere tutto ciò che rappresentava lo stato e la classe imprenditoriale.....Quel TANTO MEGLIO lo stiamo vivendo da oltre vent'anni

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 23/03/2016 - 21:58

NON SONO STATO PUBBLICATO!!! RIPROVO!! E poi ci sono in questo forum dei COCOMERIOTAS (tipo Luiginopiso) che scrivono che i costi che lo stato (minuscolo) sostiene per "proteggere" Salvini, dai centri sociali ed antagonisti, sono ESAGERATI!!!lol lol Se vedum.

Luigi Farinelli

Gio, 24/03/2016 - 00:14

In Italia i NO TAV; in Francia gli ATTAC (fondatore Bernard Cassen): attuano la "lotta contro la globalizzazione" ma i loro capi (Casarini, Cassen) partecipano alle riunioni di loggia (come confessato da Alain Bauer, gran maestro del Grande Oriente di Francia). Visto che la massoneria è la principale missionaria della globalizzazione e dell'abbattimento delle sovranità nazionali è ora di smascherarne il gioco. Ecco il risultato dell'intervista ad A. Bauer fatta da Le Nouvelle Observateur (2003): "Servi dei poteri forti e dei massoni, altro che rivoluzionari: burattini di cui il potere si serve per creare paura nella gente spingendola inconsciamente a ritenere la globalizzazione il male minore e contemporaneamente agenti di legittimazione 'democratica' del modello di sviluppo imposto da massoni e banchieri". La manovalanza è fatta di burattini mentecatti ma i capi sanno perfettamente cosa vogliono! Vogliamo continuare a coccolarli?

ziobeppe1951

Gio, 24/03/2016 - 01:16

Rikkiò ....contento di pagare? Cornuto e mazziato PIRLA si vede che sei una pantegana rossa

wrights

Gio, 24/03/2016 - 07:54

Invece quanto viene a costare veramente la TAV ai contribuenti, non ci è dato sapere o nessuno ha tempo o paga per calcolarlo. Ma per favore!!!!!!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 24/03/2016 - 23:02

Quei farabutti andrebbero incriminati per i danni che provocano in Val di Susa, contro la linea ferroviaria ad alta velocità. PERÒ PRIMA DI LORO ANDREBBERO MESSI SOTTO INCHIESTA I MAGISTRATI, I POLITICI ED I CAPI DELLE FORZE DELL'ORDINE CHE DA ANNI NON MUOVONO UN DITO PER FERMARLI. Questo è il vero schifo del nostro paese e non quei quattro mentecatti che giocano a fare i nipotini sgangherati delle BR.