Rogo in un centro sociale a Brescia: i militanti accusano i "fascisti"

Le fiamme nella notte al centro sociale "Magazzino 47": sicuramente si tratta di un incendio doloso. Nessun danno alle persone

Nella notte fra giovedì e venerdì il centro sociale Magazzino 47 a Brescia è andato a fuoco in tutto quello che ha l'aria di essere un incendio doloso.

Le fiamme sono state scatenate appiccando il rogo ad alcuni libri ammucchiati al centro di una stanza. Per fortuna il pronto intervento del custode, lesto a chiamare i Vigili del Fuoco, ha evitato guai maggiori e contenuto le dimensioni dell'incendio. Gli uomini della Scientifica dei carabinieri sostengono che si tratterebbe dell'opera di qualcuno che si è introdotto furtivamente all'interno del centro sociale appiccando poi le fiamme deliberatamente: pare assodato infatti che si tratti di un gesto doloso, mentre restano ancora da chiarire i responsabili e il movente.

Tuttavia i militanti del centro sociale bresciano sembrano avere le idee molto più chiare e già puntano il dito contro l'estrema destra: "Si è trattato dell'ennesimo infame attacco di fascisti e razzisti che cercano di seminare un clima di odio razziale e intolleranza in città. Possiamo affermarlo con certezza", hanno scritto su Facebook.

Il centro sociale aveva annunciato una manifestazione in pieno centro a Brescia per domani mattina: l'obiettivo era protestare contro l'apertura di un banchetto di Forza Nuova nel quartiere Carmine. Ma anche ora non rinunciano ad alzare il livello dello scontro: "Reagiremo di conseguenza. Con rabbia, determinazione e orgoglio. Dichiariamo già da ora uno stato di mobilitazione permanente antifascista in città."

Commenti

dagoleo

Ven, 23/02/2018 - 12:17

E non potrebbero esserselo fatto da solo per alzare la tensione? E' una ipotesi che non si può escludere a priori.

VittorioMar

Ven, 23/02/2018 - 12:17

..CHE FALSI CHE SONO !!

manson

Ven, 23/02/2018 - 12:31

Avrà preso fuoco mentre si facevano una canna, fumavano crack o si scaldavano l'eroina, è risaputo che sono un branco di tossici inutili e deleteri

amedeov

Ven, 23/02/2018 - 12:31

Come mai questi libri erano ammucchiati al centro della stanza? Scommetto che erano intrisi di benzina

Ritratto di Burumaru

Burumaru

Ven, 23/02/2018 - 12:53

Questi si drogano e poi si danno fuoco da soli, poi cianciano contro fantomatici attacchi esterni. Del centro sociale bruciato, comunque, ce ne faremo una ragione.

jaguar

Ven, 23/02/2018 - 12:54

A forza di"studiare" si sono addormentati sui libri, e gli spinelli hanno causato l'incendio.

manfredog

Ven, 23/02/2018 - 13:15

..no, sono stati quelli a cui volete impedire anche di parlare, ed ai quali dareste volentieri fuoco..meditate cretinetti, meditate.. mg.

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 23/02/2018 - 13:16

chi è che non ha spento il mozzicone della canna???

vince50

Ven, 23/02/2018 - 13:17

Sono stati i Fascisti certo,non ho nessun dubbio sulla loro credibilità.

claudioarmc

Ven, 23/02/2018 - 13:42

Ridicola messa in scena confrontate queste immagini con il macello sicuramente attribuibile agli squadristi rossi, fatto alla libreria il Bargello di Firenze.

Ritratto di REDUCE

REDUCE

Ven, 23/02/2018 - 14:22

è stato il custode

Paparella48

Ven, 23/02/2018 - 14:46

Secondo me il falso fascitav ha sbagliato a mettere al centro della stanza i libri bruciati , perché erano quelli scritti da Oriana Fallace e qualcuno parlava di un certo Mussolini, non c'era il capitale del Max

Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 23/02/2018 - 14:47

Nei centri asociali girano troppe canne....e questi sono i risultati. Ahahahahah

autorotisserie@...

Ven, 23/02/2018 - 15:37

I SOLITI CRIMINALI COMUNISTI ....LORO ORDINANO ...COMANDANO ...IMPONGONO...DETENTORI DI VERITA' ASSOLUTE ....MISERABILI NON VI BASTA ...LA STRIA VI HA CANCELLATO .....LA POLONIA HA MESSO AL BANDO IL COMUNISMO ...QUANDO IN ITALIA?????IDEOLOGIA PIU' CRIMINALE DEL PIANETA.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Ven, 23/02/2018 - 15:38

Lo scopo di questa gentaglia è quello di buttarla sempre più in caciara, di non parlare di progammi elettorali, di spingere chi ha dubbi a non andare al voto così si ripeterà un teatrino già visto con un governo tecnico o di inciucio in cui i soliti della Ue faranno il loro comodo etc. etc. A questo punto l'unica cosa da fare è proprio di andare al voto, quale che sia, altrimenti ci troveremo la Troika a fare il suo porco comodo in casa nostra. Con buona pace della nostra sovranità nazionale. Il casino conviene solo a certe fervide menti che vogliono rottamare l'Italia.

Ritratto di navigatore

navigatore

Ven, 23/02/2018 - 16:08

da come si mettono le cose, questi sanno come fare, tipico comportamento della sinistra, e´nel loro stile ,lo hanno imparato bene dalla CIA. CREARE IL PROBLEMA , per poi agire contro

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 23/02/2018 - 16:12

quando pur di piangere su se stessi son causa dei propri mali!

gneo58

Ven, 23/02/2018 - 16:18

secondo me tra i "libri" (chissa' cosa leggono) ci sara' stato il libretto rosso di Mao, il capitale di Marx e via dicendo, in vista delle elezioni del 4.3 i libri si saranno suicidati.

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Ven, 23/02/2018 - 16:30

La falsità è l'essenza di un Centro Sociale e dei suoi componenti : perciò , perché non pensare loro stessi autori ? . Tanto più che dappertutto inscenano contro FN e Casapound . Auguri e figli maschi . Yeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh .

valerie1972

Ven, 23/02/2018 - 16:59

Uh, ma guarda che combinazione! A differenza delle cariche della sinistra questi di destra sono così premurosi da non farci scappare il ferito. Ma mica sarete così in mala fede da sospettare che sia una messinscena dei nuovi brigatisti per recitare la parte dei poveri perseguitati? No no...

27Adriano

Ven, 23/02/2018 - 17:32

Si potrebbe affermare, quasi con certezza vista la falsità dei kompagni, che l'incendio di piccole entità è stato da loro stesso appiccato per avere un motivo di bruciare cassonetti, auto e vandalizzare qualunque cosa durante le loro decerebrate manifestazioni contro ..il fantasma del fascismo!