Roma, bidello abusava dei bambini all'asilo: tradito dalle telecamere

Un bidello di 57enne è stato arrestato per violenza sessuale aggravata su bambini di 3 e 5 anni

È stato beccato grazie alle telecamere di sorveglianza il bidello-orco che portava le bambine nella sala giochi per violentarle sessualmente.

L’uomo, un 57enne che lavora a Roma nella scuola materna del quartiere Nuovo Salario, è stato arrestato in flagranza di reato e trasferito nel carcere di Regina Coeli con l’accusa di violenza sessuale aggravata su minore. Dopo essersi assicurato di essere ben lontano dagli occhi degli insegnanti, si avvicinava a bambine di età compresa tra i 3 e i 5 anni inventandosi dei trucchi per mascherare mosse e strusciamenti.

Il bidello, si legge sul Messaggero, nulla ha potuto contro la telecamera, installata proprio per stanare eventuali abusi. Agli agenti della Mobile, che monitoravano in diretta i video, è bastato precipitarsi con una volante nell'asilo per effettuare l'arresto. Già all'inizio di ottobre due coppie di genitori avevano denunciato alla polizia che un bambino di 4 anni e una bimba di 5 avevano raccontato gli strani atteggiamenti che l’uomo usava nei loro confronti.

Da allora il pm Francesca Passaniti e il procuratore l'aggiunto Maria Monteleone, che si occupano delle indagini, avevano disposto l'installazione della videosorveglianza in alcune sale della scuola. La procura nei mesi scorsi, sempre grazie a un impianto di videosorveglianza, ha fermato un educatore di una scuola primaria in zona Romanina, condannato a sette anni di carcere per aver abusato di un disabile di otto anni nel bagno della scuola. La vittima era un alunno con uno sviluppo cognitivo di tre o quattro anni, seguito da una maestra di sostegno e da quest’altro uomo che, ora, secondo le disposizioni del pm non potrà più mettere piede in una scuola.