Roma, gioielliere trovato morto dopo una rapina

A dare l’allarme è stato un conoscente della vittima, che non vedendolo si è affacciato nella gioielleria scoprendo il cadavere dell’amico

Paura nel pieno centro di Roma, dove un gioielliere è rimasto ucciso dopo una rapina. A lanciare l'allarme è stato un negoziante della zona che, non vedendo il suo amico (titolare della gioielleria) all'interno dell'esercizio commerciale, è entrato e lo ha trovato a terra morto. Il grave fatto di cronaca si è verificato a Roma, in via dei Gracchi, nel quartiere Prati. Gli inquirenti hanno pensato subito a una rapina: il negozio, infatti, era a soqquadro e le vetrine sono state svuotate così come alcuni cassetti. Sul corpo del gioielliere, Giancarlo Nocchia, 70 anni, non sono state trovate ferite d’arma da fuoco. Possibile che il decesso sia avvenuto a seguito di una colluttazione. Si attende il primo referto del medico legale che dovrà accertare le cause del decesso. Dopo i rilievi i carabinieri verificheranno le immagini riprese dalle telecamere di sicurezza. Potrebbero aver ripreso qualche istante utile a identificare l'assassino (o gli assassini). Nel quartiere l’aria che si respira è di sconcerto e forte preoccupazione. Intanto è scattata la caccia all'uomo per individuare e arrestare il malvivente.

Aperta da 40 anni, la gioielleria era tra le più note di Prati, a due passi da Cola di Rienzo, una delle più frequentate zone commerciali della Capitale. Il negozio del gioielliere ucciso è un laboratorio artigianale che produce opere d’arte, come si legge sul sito internet "Orafo Giancarlo Nocchia".

"Una rapina finita male. Una botta in testa ed è morto sul colpo". A dirlo è il cognato della vittima. "Ci ha avvertito il figlio, è successo tra le quattro e le cinque - racconta -. Lui aveva riaperto la gioielleria alle quattro e in quel momento stava da solo. Una brutta rapina, mio cognato non aveva problemi con nessuno. Una brutta rapina, figlia di questa crisi, davanti a cui le forze politiche non riescono a far niente. Dovrebbero inasprire le pene perché è impossibile morire così, è impensabile, è assurdo".

Commenti
Ritratto di lettore57

lettore57

Mer, 15/07/2015 - 19:14

Beh il ragionamento fila: ho bisogno di soldi, le probabilità che io venga preso sono basse, se anche fossi preso dopo un paio d'anni sono fuori quindi..... quindi ogni tanto ci scappa il morto che, purtroppo, non è mai uno del potere politico, giudiziario o clericale.

Griscenko

Mer, 15/07/2015 - 19:28

Non si può sconfiggere una persona armata di mitra utilizzando un temperino. Non si possono fermare criminali a cui della vita umana non importa niente con le nostre ridicole leggi figlie dei diritti umani. Questi assassini sanno che se vengono individuati la polizia si guarderà bene da torcere loro un capello. Sanno anche che li aspetta un carcere dove per mantenere ciascuno di loro lo Stato spende 250 euro al giorno. Sanno anche che, quando usciranno, avranno un indennizzo perché sono stati lesi i loro diritti.

thelonesomewolf97

Mer, 15/07/2015 - 19:30

PENA DI MORTE PER I DELITTI CERTI DI QUESTO TIPO.

82masso

Mer, 15/07/2015 - 19:36

Chiaramente colpa di Marino e pure Pisapia.

19gig50

Mer, 15/07/2015 - 19:41

Mi dispiace tanto per quel signore ma, suo cognato pensa che qui abbiamo forze politiche in grado di proteggere i cittadini?

Ritratto di pulicit

pulicit

Mer, 15/07/2015 - 19:41

Verremo come il Sud America con tutte le attività con sicurezza armata.Regards

Ritratto di pulicit

pulicit

Mer, 15/07/2015 - 19:47

Aggiungo che si dovranno mettere anche i cavi della alta tensione. Povera Italia.Regards

Ritratto di kikina69

kikina69

Mer, 15/07/2015 - 19:53

Ormai fare il gioielliere è una colpa

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Mer, 15/07/2015 - 20:03

Questo governo imbelle, queste amministrazioni sinistre e buoniste non sono in grado di difendere i cittadini. Poco conta perché non lo fanno, per incapacità, per ideologia buonista che privilegia i criminali e ignora le vittime, per fare loschi affari alla Buzzi (Poletti e Renzi nulla sapevano?)che ci riempiono di "risorse" che delinquono per "guadagnarci più che con la droga", resta il fatto che il cittadino è in balia dei delinquenti. E' ora che la parte sana del Paese esca dal letargo, la "maggioranza silenziosa" parli con chiarezza: Renzi a casa ed un governo della vera Destra con un militare agli interni.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 15/07/2015 - 20:07

82 masso SPIRITOSO!!! Marino come Pisapia fanno parte del PARTITO DEI CATTOCOMUNISTI che da tempo è presente trasversalmente nella politica Italiana, con il SOLO intento di fare leggi PERMISSIVE,di DEPENALIZARE,di NON PUNIRE ecc, ed eccone i RISULTATI!!! TUTTO IL RESTO È (come cantava il Califfo) NOIA!!!! Saludos dal Nicaragua.

Ritratto di gloriabiondi

gloriabiondi

Mer, 15/07/2015 - 20:07

Dov'è la legge, la giustizia, la sicurezza? Se le sono mangiate, e i resti li hanno venduti. La gente onesta muore ammazzata, ma gli esponenti del governo, sempre accoglienti e solidali, non sprecano una parola per le vittime, anzi, redarguiscono dal difendersi da se, no al far West, guai ad armarsi, ci sono le forze dell'ordine! Ovvero: si al Far west basta che gli italiani facciano i peones, vero Librandi? Quell'ometto con la puzza sotto al naso è l'ultimo che ho sentito sparare ste caz..te. Peccato che alle forze dell'ordine ormai gli avete tolto anche le mutande, caro signore!

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Mer, 15/07/2015 - 20:16

Non c'è tempo per la sicurezza ... tra poco arrivano le ferie per i pappamentari.

Ritratto di lettore57

lettore57

Mer, 15/07/2015 - 20:28

@82masso No no colpa della legge 180 che le permette di scrivere certe scemenze

Ritratto di bergat

bergat

Mer, 15/07/2015 - 20:41

Ma che rapina figlia della crisi!!! Se si è in crisi è molto più dignitoso chiedere l'elemosina che rubare!

levy

Mer, 15/07/2015 - 20:54

Quante volte abbiamo visto cittadini finiti in carcere perchè hanno azzardato una minima autodifesa, ecco il risultato, malavitosi più sicuri e cittadini onesti al cimitero. Provate a chiedere un porto d'arma per difesa ve lo negheranno incuranti della vostra incolumità, esattamente quello che fa' comodo ai delinquenti.

Ritratto di gattoleone

gattoleone

Mer, 15/07/2015 - 20:58

e' inutile girarci intorno... e' colpa di B; perché quando era al governo non ha messo le ronde intorno a quella gioielleria,,,

Ritratto di ANTO52

ANTO52

Mer, 15/07/2015 - 21:26

Oggi ho sentito ad un telegiornale (R4) il figlio di una persona che si è beccata 6 anni e 2 mesi di carcere per aver ammazzato un albanese che insieme ad un complice si è addentrato in casa sua. Vogliamo continuare così? Io lo dico da un po': ci vuole una dittatura! Ma non abbiamo più generali con le palle!!! I ns. politici non han capito un c...o della democrazia: la usano per i loro fini personali e basta: per cui mandiamoli a casa se necessario non con le buone ma con....a voi terminare la frase.

magnum357

Mer, 15/07/2015 - 21:34

Bastardo rapinatore, gli hai tolto la vita ma l'anima di questo gioielliere ti perseguiterà in eterno !!!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 15/07/2015 - 22:40

ma non era abolita la pena di morte? A sì, solo per i delinquenti. Per gli onesti la pena esiste.

Ritratto di Rames

Rames

Mer, 15/07/2015 - 22:59

No lavoro, no soldi, gente fame cibo, altro, questo è il risultato.E tra non molto le rapine e i furti saranno centinaia al giorno.La vita è molto cara in termini materiali.Tutto costa caro,tutti cercano di "rubarti" quel poco denaro che possiedi,stato compreso e... noi continuiamo a non ribellarci una volta per sempre.

Marcolux

Gio, 16/07/2015 - 03:10

Bisogna armare e addestrare la gente, affinchè possa difendersi da sola contro questa orda barbarica africana e dell'est Europa. Lo Stato non c'è più!

franco-a-trier-D

Gio, 16/07/2015 - 08:33

cosi vuole lo stato italiano il povero gioielliere non andrà più in galera per avere sparato ma andrà al cimitero per non avere sparato.Queste sono le leggi del vostro tanto amato PD,