Roma, il M5S salva le storiche botticelle

Il M5S capitolino, ha bocciato in commissione Mobilità la proposta di iniziativa popolare degli animalisti e ha così salvato le storiche botticelle di Roma

Le famose botticelle di Roma sono salve. In commissione Mobilità i consiglieri grillini hanno bocciato la proposta di iniziativa popolare sostenuta dalla Lav, associazione ambientalista che, insieme ad altri gruppi per la tutela dei diritti animali, si batte contro quella che considera una pratica "barbara".

Anche il Movimento Cinque Stelle si è sempre schierato dalla parte degli animalisti ma il no, stando a quanto spiegato dai consiglieri al giornale on line Romatoday, ha ragioni tecnico-giuridiche. "Ci sono i pareri contrari del dipartimento ambiente e dell'avvocatura" spiega Daniele Diaco presidente della commissione Ambiente. La proposta di delibera del 2015 chiede "l'abolizione da parte del Comune del servizio delle botticelle con la riconversione delle licenze in altre attività di trasporto", ma sarebbe in contrasto con la normativa nazionale (Legge n. 21/1992) che prevede l'attività. "A vietarla in termini assoluti deve pensare il Parlamento, il Comune può solamente modificarla" spiega ancora Diaco.

Michela Vittoria Brambilla, presidente del Movimento Animalista Italiano, attacca: "Tra le tante metamorfosi e sbianchettature programmatiche dei 5s 'di governo' ce n'è una che avevamo individuata da tempo: il parere contrario certifica la completa retromarcia dei grillini". Diaco ricorda invece il regolamento fissato in una memoria di giunta di giugno 2017, per spostare le botticelle nei parchi e nelle aree pedonali, trasformandole in parte in "bio carrozze". "Il Campidoglio può solo disciplinare le botticelle, quello che è in nostro potere fare lo stiamo facendo. Non potevamo ignorare il parere dell'avvocatura". Il Pd si è invece astenuto, mentre il presidente dell'Associazione dei Vetturini Romani Angelo Sed, si dichiara soddisfatto: "C'è una legge nazionale che prevede e disciplina la nostra presenza" commenta a RomaToday. "Noi amiamo davvero gli animali. Anzi è il Comune che dimostra di non amarli mettendo paletti assurdi nel regolamento. Basta pensare al divieto di percorrere via dei Fori Imperiali, ci costringere a fare un giro lunghissimo che fa solo stancare i cavalli". E sulle misure alternative allo studio del Comune ribatte: "Spostare le botticelle nei parchi non ha alcun senso".

Commenti

fifaus

Sab, 28/04/2018 - 19:23

i vetturini hanno tutto l'interesse a trattare bene gli strumenti di lavoro, i cavalli. Poi, come in tutte le attività, ci può essere chi bada solo a sfruttare.

Divoll

Sab, 28/04/2018 - 23:53

Pero' quando si tratta di trascrivere un bambino come "figlio di due padri" (o madri), i sindaci le forzature le fanno, eccome.