Roma, bimbo di 5 anni ​precipita nel vano ascensore del metrò e muore

Tragedia a Roma: il piccolo era con la madre ed è morto durante un tentativo di trasbordo dall'ascensore bloccato

Tragedia a Roma. Un bambino di 5 anni è precipitato nel vano dell'ascensore nella stazione Furio Camillo della metropolitana. Sono stati inutili tutti i tentativi di rianimarlo: il piccolo è morto sul colpo.

Secondo una prima ricostruzione, il piccino era dentro l'ascensore con la madre. Ma l'ascensore si è bloccato, ed è stato affiancato da un altro, per tentare, attraverso una botola, una procedura di trasbordo di pensone. Così il bambino è precipitato nel vano: ha fatto un volo di 10 metri e per lui non c'è stato scampo.

La donna è stata soccorsa dal 118 ed è in stato di choc. "Me lo sono visto scivolare dalle mani - ha detto disperata -. Perché‚ proprio a me?".

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che lo hanno estratto e, insieme con gli operatori del 118, hanno tentato di salvarlo, ma il piccolo era già morto.

L'assessore alla Mobilità capitolino, Guido Improta parla di "dinamica strana" e dice che "Sicuramente c'é stato un errore dell'agente della stazione che ha posto in essere una procedura non codificata. È una tragedia e basta: c'è un bambino morto e una persona coinvolta. Un'idea ce la siamo fatta: è un errore umano ma aspettiamo chi è preposto a fare i rilievi". E poi conclude: "È stato un eccesso di generosità dell'agente di stazione che poi si è trasformato in una tragedia"

Sul posto è arrivato il sindaco Marino, che è stato poi contestato nel momento di lasciare la stazione della metropolitana, che nel frattempo è stata chiusa. Il primo cittadino ha incontrato i genitori del bambino morto. "Non ho nessun commento da fare - ha detto ai cronisti -. È una tragedia terribile". Ha poi dichiarato il lutto cittadino per il giorno dei funerali.

"Mi sento male, sono una madre anche io". Così una donna originaria del Libano in un capannello di gente alla fermata. "Mi sono fermata perchè volevo sapere - le fa eco un'altra signora - so che il bambino è morto e mi hanno detto che la mamma è sotto choc. È una vera tragedia, siamo abbandonati a noi stessi".

Commenti
Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Gio, 09/07/2015 - 18:00

Povera creatura,vittima di negligenza.

magnum357

Gio, 09/07/2015 - 18:10

L'assessore alla mobilità Guido Improta: "Dinamica strana" !!! sindaco, ci sei ? E' già successo anche negli ospedali pubblici per mancanza di controlli periodici sul corretto funzionamento !!! Italia piena di leggi sulla sicurezza ma puntualmente non rispettate !!! Povero bambino e condoglianze ad una famiglia straziata !!!!!!!!!!!

FRANZJOSEFF

Gio, 09/07/2015 - 18:19

NON DOVREBBERO MAI ACCADERE MAI! CONDOGLIANZE

Giacinto49

Gio, 09/07/2015 - 18:24

Cambiano il titolo e l'articolo, non il post: "L'assessore alla mobilità Guido Improta: "Dinamica strana"". A volte rimpiago di non essere in Corea del Nord!!

franco-a-trier-D

Gio, 09/07/2015 - 18:32

cose tipiche italiane ormai siamo già abituati a queste cose.

fisis

Gio, 09/07/2015 - 18:35

Ormai in Italia si fa sempre meno manutenzione. Avete notato lo stato delle strade, piene di buche pericolosissime per i ciclisti, o dei parchi pubblici spesso ridotti a giungle? Dicono che mancano i soldi ed è colpa della crisi. Per gli immigrati clandestini però i soldi si trovano. Certo, quelli servono per ingrassare le mafie cattocomuniste.

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 09/07/2015 - 18:53

Colpa Alemanno, magari di B. Subito a processo....

Ritratto di gianky53

gianky53

Gio, 09/07/2015 - 19:02

Fiumicino che va a fuoco, stranamente dopo l'ingresso Etihad in Alitalia, e per un banale incendio rimane azzoppato tutto il trasporto aereo per mesi... ascensori della metropolitana che si bloccano... a Londra scendevo a Russel Square tutte le sere e un ascensore dell'ottocento era ancora perfettamente funzionante, come pure in tutte le altre stazioni dove previsto in alternativa alla scala mobile. Ma cosa sta succedendo a Roma? Omicidi come a Palermo, zingari che borseggiano i turisti, il papa che si indigna perché l'autista dell'autobus mette in guardia i passeggeri raccomandando di stare attenti al portafoglio... Una galoppata verso il terzo mondo.

GMfederal

Gio, 09/07/2015 - 19:06

È l'itaglia che va...

palllino.

Gio, 09/07/2015 - 20:19

Ora si scaricherà' tutta la responsabilità' sull'agente che ha cercato di rimediare ad una delle solite mancanze del sistema!!!!

Elbano

Gio, 09/07/2015 - 20:32

Fare sciacallaggio politico sulla morte diun bambino di 4 anni è disgustoso. Per lo scienziato che rimpiange di non essere in Corea del Nord, ci vada e stia tranquillo, nessuno parlerà di fuga di cervelli.

Ritratto di federalhst

federalhst

Gio, 09/07/2015 - 21:35

@ stenos- l'hanno male informata, la colpa è del sindaco e dei magistrati, anche quando piove.

gianni59

Gio, 09/07/2015 - 21:44

Cosa c'entra il sindaco? bisogna vedere le responsabilità di chi ha compiuto la tragica manovra....

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Gio, 09/07/2015 - 22:18

gianky53 - è già il terzo mondo, ma perché non l'ha vista come è messa Roma.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 09/07/2015 - 22:22

Ma perché non va nei ghetti dei roms a vedere se ci sono pantegane o come usano i servizi strapagati dal cittadino elettore contribuente autoctono di almeno tre generazioni? Il bambino è morto in conseguenza di una azione non conforme alle regole prescritte, la fatalità, e su questo deve indagare l'autorità competente a prescindere dal dolore dei famigliari. Chi si intromette per farsi bello davanti all'opinione pubblica, promozione elettorale, a mio parere lo fa per opportunismo.

divenire

Gio, 09/07/2015 - 23:53

Per la redazione: E' proprio necessario chiedere commenti per una tragedia del genere? (vista poi la qualità che si manifesta)

gneo58

Ven, 10/07/2015 - 09:25

tutti dicono, per questo come per altri casi, che i soldi per i controlli ecc ecc non ci sono. I soldi ci sono eccome e tantissimi perché le tasse le paghiamo e sono sempre piu' alte ogni anno che passa. Bisogna solo vedere DOVE VANNO A FINIRE !

elgar

Ven, 10/07/2015 - 09:50

Quando un'ascensore non fuziona deve essere cura del personale impedirne l'uso. Con appositi cartelli di avvertenza. Proprio per evitare queste cose. Senza scomodare il sindaco Marino che non mi piace per niente e non l'ho votato ma qui non c'entra nulla. Poi che bisogno c'è di prendere l'ascensore alla fermata Furio Camillo se ci sono le scale mobili? E le prendono tutti.

linoalo1

Ven, 10/07/2015 - 09:58

La Madre,si chiede perché proprio a lei?Sicuramente perché,anzi che ragionare,si è fatta prendere dall'ansia e dal panico!!!

onurb

Ven, 10/07/2015 - 10:22

La solerzia è una cattiva consigliera. Soprattutto in Italia non esiste la cultura della sicurezza: di fronte a un fatto imprevisto lo affrontiamo in maniera improvvisato, senza riflettere sulle conseguenze dei nostri comportamenti. E ci scappano le tragedie. Con un po' di pazienza da parte di coloro che erano bloccati nell'ascensore i pompieri avrebbero risolto l'inconveniente e tutto sarebbe filato liscio. Oppure, se proprio si voleva tornare immediatamente a respirare aria fresca, si poteva pensare di mettere una pedana tra i due ascensori in modo che nessuno passeggiasse nel vuoto. E' senno del poi con quel che segue, ma occorrerebbe tenere sempre ben presente la famosa legge di Murphy.

Giacinto49

Ven, 10/07/2015 - 11:05

Quell'ascensore doveva semplicemente essere chiuso. Una persona coinvolta mi sembra riduttivo. Chiunque ne abbia permesso l'utilizzo, a tutti i livelli, va ritenuto responsabile e pesantemente sanzionato. Il resto sono chiacchiere da salotto.

ilbelga

Ven, 10/07/2015 - 11:44

e pensare che Roma c'è la invidiano tutti per la sua bellezza, la sua storia. mah il sindaco marino non pensa a dimettersi. ah! dimenticavo, ci vuole spina dorsale anche per questo....