Roma, schiaffo agli esuli istriani: il racconto delle foibe affidato all'Anpi

Un evento nelle scuole per il Ricordo affidato ai partigiani. Ira dell'associazione delle vittime: "Come un nazista che parla di shoah"

Si rivolge direttamente alla "sindaca Raggi" il presidente dell'Associazione Giuliano Dalmata nel Cuore. A insospettire, e un po' irritare, la Onlus che difende "gli interessi e la rappresentanza" degli esuli italiani, la decisione del Comune di Roma di dare "il permesso all'Anpi di divulgare presso le scuole di secondo grado" una iniziativa sul rapporto tra Jugoslavia e Italia durante la seconda guerra mondiale.

Oliviero Zaia non ci sta. Gli sembra assirdo che la Raggi consenta all'Associazione nazionale Partigiani d'Italia di narrare "la storia degli esuli giuliano dalmati". L'iniziativa ha l'odore dello smacco: una storia per 70 anni rimasta seppellita dall'omertà, ora viene "scritta dalla parte che ha costretto anche mamme, bambini, suore, preti, uomini ed anziani a fuggire o morire solo perché italiani".

In fondo, a trucidare gli italiani in Istria e Dalmazia furono i partigiani. Titini, certo. Ma pur sempre partigiani. Non è un caso sul sito internet dell'Anpi, alla pagina "resistenzza dei militari italiani in Jugoslavia" si narrano le imprese della Resistenza jugoslavia guidata da Tito "che combatte non solo contro gli invasori dell'Asse", senza però citare mai le foibe.

La domanda sorge spontanea: perché affidare un progetto sul Giorno del Ricordo a chi "per lunghissimi anni" ha dimostrato "una forte simpatia per il movimento partigiano jugoslavo"? "In questo modo - duice Zaia - si sposta di 180 gradi quello che è realmente accaduto (...) dimenticando completamente la collaborazione tra partigiani della Brigata Garibaldi e partigiani titini, collaborazione attiva che ha portato migliaia di italiani ad essere uccisi nelle foibe oltre ad essere annegati in mare".

Perché concentrare l'attenzione sulla "responsabilità del governo fascista nella occupazione della Jugoslavia"? Perché - si chiede l'associazione - spostare l'attenzione "dalla conseguente reazione" e dimenticare "quello che la popolazione civile ha subito?"

"Ci chiediamo - scrive Zaia alla Raggi - come i discendenti dei partigiani che parteciparono a molte azioni dei titini e uccisero in stragi come quella di Porzius altri partigiani italiani contrari alla pulizia etnica avviata nei confronti dei civili italiani a guerra finita, possano con obbiettività raccontare ai giovani questa storia".

L'Associazione teme infatti che l'Anpi faccia "passare il messaggio che tutti gli infoibati erano fascisti ed uccisori di popolazioni slave". Alla fine sarebbe come "far scrivere la storia dei campi di concentramento nazisti ai tedeschi che erano delle SS".

Immediata è arrivata la replica dell'Anpi, che parla di "polemica pretestuosa". "Abbiamo partecipato ad un bando del Comune con due progetti, uno sulla resistenza romana e uno sul confine orientale", dice il curatore del progetto, Davide Conti. "Questa polemica non è soltanto pretestuosa ma pericolosa, perchè di fondo sollecita una censura. Faremo due ore di lezione frontali e poi distribuzione di materiali, per offrire una ricostruzione completa. Naturalmente parleremo delle foibe e degli eccidi che ci sono stati. Ricostruendo il quadro storico in cui sono maturate in maniera esclusivamente legata alla documentazione storica"

Intanto, proprio mentre infiammava la polemica, la commissione Cultura della Camera approvava all'unanimità, quindi anche con il voto del M5s, una risoluzione presentata da Fdi che impegna il Governo a incrementare le iniziative nelle scuole sul tema, prevedendo però che a parlarne "siano i testimoni di quelle vicende, gli appartenenti ad associazioni di esuli istriano-giuliano-dalmati insieme agli storici che collaborano con le università". Dunque che va in controtendenza rispetto a quanto deciso dal Comune di Roma, decisione che è diventata oggetto di una interrogazione presentata oggi in Campidoglio da Andrea De Priamo.

Commenti
Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 23/01/2019 - 13:55

i "partigioni ereditieri", pagliacci a sinistra!

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Mer, 23/01/2019 - 14:03

diranno che le vittime sono morte dal ridere....

Ritratto di gianpiz47

gianpiz47

Mer, 23/01/2019 - 14:07

Questo lo diranno?: Il treno della vergogna. Esuli istriani contestati Un convoglio di profughi istriani, diretto verso la Toscana, giunge il 18 febbraio a Bologna. quando il convoglio si arresta, un gruppo giovani attivisti, che impugnano bandiere rosse, gli lanciano contro sassi e ortaggi e rovesciano sui binari il latte destinato ai bambini,(https://www.bibliotecasalaborsa.it/cronologia/bologna/1947/5387)

fenix1655

Mer, 23/01/2019 - 14:11

La dimostrazione che al peggio non c'è mai limite. E naturalmente parleranno anche dell'eccidio delle malghe di Purzus, dei lager titini quali Goli Otok ecc.ecc.ecc. C'è solo da chiedersi se la cosa è voluta o è solo frutto del fatto che ormai a governare sono solo gli ignoranti che nulla sanno nemmeno di storia!

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 23/01/2019 - 14:14

prestoooo,fate mangiare alla sindachessa pane e volpe,oltre a somministrarle dosi massicce se non elefantiache Acutil Fosforo,nella speranza che facciano effetto!!!

Calmapiatta

Mer, 23/01/2019 - 14:15

Basta! Non ce la faccio più!! Sono decenni che mi abbottate le p..e con questa storiella della resistenza, con i valori della resistenza, con las forza della resistenza. E' ora di andare avanti! Il mondo è cambiato più e più cvolte, ma noi sempre fermi lì siamo!!!

paolino_fastidioso

Mer, 23/01/2019 - 14:17

L' ANPI (Associazione Nazionale Parassiti Italiani) potrebbe finire le lezioni sulle stragi commesse dai PARTIGIANI titini con la marmotta che incarta le cioccolate della MIlka. Pagliacci. Saluti e grazie

effecal

Mer, 23/01/2019 - 14:24

Povera ragazza è confusa, saranno stati tutti i bella ciao che ascolta con le cuffie.

steacanessa

Mer, 23/01/2019 - 14:50

Semplicemente un orrore.

steacanessa

Mer, 23/01/2019 - 14:53

Mamma mia, non c’è mai fine all’orrore. I sodali dei criminali comunisti a ricordare le vittime delle loro perversioni!

Una-mattina-mi-...

Mer, 23/01/2019 - 14:54

IL "RICORDO" AFFIDATO ALL'ANPI? MA SE ALL'ANPI NON SANNO ORMAI NEMMENO PIU' CHI SONO...

Ritratto di sailor61

sailor61

Mer, 23/01/2019 - 15:08

questa e’ la terzietà’ e la storicità’ che si vuol dare alla settimana del ricordo? bene allora smettiamola subito e facciamo finta che non sia mai avvenuto niente, tanto e’ lo stesso!!!

oh,cara!

Mer, 23/01/2019 - 15:08

sono esule figlio di esuli, forse uno degli ultimi. Lasciammo casa, attività e parenti. Papà era socialista. Per tutta la vita mi sono vergognato di essere italiano per come siamo stati trattati ... e sembra che non sia ancora finita! Paese di venduti senza vergogna!

Ritratto di thunder

thunder

Mer, 23/01/2019 - 15:14

Qui siamo all'oblio di demenza,ma questa raggi dove l'hanno pescata.

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Mer, 23/01/2019 - 15:40

Cioè imporre l'indottrinamento della negazione storica. Come dire che il miele non è dolce. Raggi confusa.

kallen1

Mer, 23/01/2019 - 15:51

E' come mettere la volpe a guardia del pollaio....

dagoleo

Mer, 23/01/2019 - 15:52

perchè è una ignorante storica colossale; probabilmente la Raggia sulle foibe non ha mai letto nulla e non sà neppure cosa siano.

ESILIATO

Mer, 23/01/2019 - 16:51

L'ANPI dovrebbe andare nelle scuole a spiegare la propria responsabilita sui fatti delle fosse Ardeatine.

baio57

Mer, 23/01/2019 - 17:19

Pare che la Raggi abbia assunto alcuni Rom come guardiani del museo Capitolino.

Ritratto di pravda99

pravda99

Mer, 23/01/2019 - 17:37

Come mai TUTTI i giornali TRANNE IL GIORNALE-PRAVDA si soffermano sulla commemorazione di Guido Rossa, l'operaio del PCI assassinato dalle BR perche' le stava combattendo? Forse perche' alle pecorelle ammaestrate del Giornale-Pravda non si puo` far sapere che i "comunisti" combattevano quel movimento criminale? Fate pena.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 23/01/2019 - 17:51

ASSASSINI!!!

Ritratto di navigatore

navigatore

Mer, 23/01/2019 - 17:52

quando si sta al potere, tutto è lecito anche la più volgare menzogna, se a fare il partigiano allora erano ragazzi giovani verso il 1943/47,io che ho solo 76 anni, questi ora dove stanno ??certi fatti anche se vissuti da bambino..non si possono dimenticare, tu Sig.ra Raggi, non ancora nata, dovresti vergognarti di simili azioni, ma purtroppo la storia , quella di parte,la scrivono i vincitori ed i traditori

Ritratto di akamai66

akamai66

Mer, 23/01/2019 - 18:04

Beata ignoranza , ma è solo il nome di un film. Nel dicembre del 1944 il Comando tedesco del Litorale Adriatico con il concorso dalla 10^ divisione MAS (btg.Barbarigo e Lupo)dette il via all'Op.AQUILA contro il IX Corpus comunista titino fiancheggiato da un battaglione della divisione PARTIGIANA comunista STELLA ROSSA che operava SISTEMATICAMENTE con i reparti combattenti di Tito. Ora fatto il quadro di situazione come si può minimamente supporre che costoro possano condurre una disamina obiettiva in merito alle FOIBE. Sindaco Raggi ci ripensi!

baio57

Mer, 23/01/2019 - 18:06

Pravda ,vengo meno al proposito di non rispondere più ai tuoi commenti,ma per tua informazione l'articolo è stato in prima pagina per alcune ore.Lo puoi trovare nella sezione "Politica".

claudioarmc

Mer, 23/01/2019 - 18:17

Leggetevi "compagno mitra"

Massimom

Mer, 23/01/2019 - 18:56

La sindaca si copre di ridicolo, facendo raccontare tragedia delle foibe ai difensori dei collaborazionisti comunisti italiani dei criminali rossi yugoslavi.

Ma.at

Mer, 23/01/2019 - 18:58

Questi buffoni trapassati remoti ci racconteranno che buttarsi nelle foibe è uno sport perchè i criminali comunisti non si toccano.

Ritratto di Lissa

Lissa

Mer, 23/01/2019 - 19:06

Ma questa sindaco è proprio una bella deficiente, affidare il racconto delle foibe nelle scuole proprio ai carnefici partigiani.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mer, 23/01/2019 - 19:23

E' come dare in mano da custordire il proprio portafoglio agli zingheri. Paro paro.

Ritratto di Civis

Civis

Mer, 23/01/2019 - 19:28

baio57 17:19, il Comune di Trento ha dato in custodia il mausoleo dove riposa l'irredentista Cesare Battisti a quattro profughi africani "arrivati al termine del percorso per la richiesta di protezione internazionale", dopo un bando quasi nascosto. Altri antitaliani, come ha dimostrato di essere la Raggi.

fifaus

Mer, 23/01/2019 - 19:36

La decisione del sindaco Raggi è abominevole; il personaggio poi non si può commentare...

sparviero51

Mer, 23/01/2019 - 19:40

ROMA È IN MANO A DEI DEFICIENTI CHE LA STANNO DEVASTANDO PEGGIO DEI LANZICHENECCHI . QUESTA È L'ULTIMA CILIEGINA SU UNA TORTA PUTREFATTA !!!

sparviero51

Mer, 23/01/2019 - 19:41

È COME DARE LA PRESIDENZA DELL'AVIS A DRACULA . BUFFONI INFAMI SVERGOGNATI !!!

ziobeppe1951

Mer, 23/01/2019 - 19:58

Bolscevico..non arrampicarti sugli specchi..voi komunisti, i combattenti, li avete sempre difesi con la scusante dei KKKOMPAGNI CHE SBAGLIANO!

kayak65

Mer, 23/01/2019 - 21:23

roma e' piena di buche ma il sindaco ha un buco( di memoria e intelligenza) nella testa. poracci i romani che la devono sopportare per altri anni

sbrigati

Mer, 23/01/2019 - 21:40

Porella, non ha colpe. Ha studiato la storia solo nelle "squole" dove insegnavano professori progressisti.

albero_a_cammes

Mer, 23/01/2019 - 22:20

Bisogna mobilitarsi per evitare questo delitto!

Ritratto di Lissa

Lissa

Mer, 23/01/2019 - 23:28

pravda99, diciamoci la verità, era una lotta interna tra compagni.

seccatissimo

Gio, 24/01/2019 - 01:31

Quando leggo queste perverse notizie mi viene la nausea e mi vergogno di di far parte del popolo italiano !