Roma scoppia la polemica sul manifesto anti aborto

La onlus ProVita affigge un manifesto anti aborto a Roma. Scoppia la polemica, le donne di sinistra: "Lo faremo rimuovere"

"Tu eri così a 11 settimane. Tutti i tuoi organi erano presenti, il tuo cuore batteva già dalla terza settimana dopo il concepimento, già ti succhiavi il pollice. E ora sei qui perché tua mamma non ti ha abortito".

È il maxi manifesto anti aborto affisso dalla onlus ProVita: un cartellone di 7 metri per 11 che ritrae l'immagine di un embrione di 11 settimane (guarda) e che, nell'intenzione dell'associazione, vuole "scuotere milioni di coscienze" e ricordare "a Roma, all'Italia e a tutto il mondo che l’interruzione volontaria della gravidanza (Ivg) sopprime un essere vivente" in occasione del 22 maggio, anniversario della legalizzazione dell'aborto volontario.

"Norme per la tutela sociale della maternità e sull’interruzione volontaria della gravidanza, fu chiamata la legge 194 del 1978, che ben poco si è preoccupata di tutelare la maternità, consentendo invece di sopprimere bambini non ancora nati", spiegano da ProVita, "Dal 1978, sono stati più di 6 milioni quelli uccisi dall’aborto, senza contare le vite che si sopprimono in solitudine, tra le pareti domestiche, con le pillole abortive fra le quali la Ru 486, il pesticida umano, che ha già causato quasi 30 morti anche tra le donne che l'hanno assunta".

"Ma è concepibile che in un’Italia, dove solo il 38% dei malati di tumore può accedere alle cure palliative e dove circa 200mila anziani o disabili sono rispediti a casa ogni anno dagli ospedali pubblici, per mancanza di fondi per la sanità, lo Stato spenda centinaia di milioni di euro di fondi pubblici per finanziare scelte individuali che causano l’eliminazione di esseri umani, e che non sono condivise da una grande fetta della popolazione?", protesta a Toni Brandi, presidente della onlus che ha lanciato una petizione "affinché il ministero della Salute garantisca che le donne vengano messe a conoscenza delle conseguenze, provocate dall’aborto volontario sulla loro salute fisica e psichica".

Una campagna che non poteva non suscitare polemiche. In molti sui social, come racconta RomaToday, parlano di "roba indegna" o "manifesto disgustoso" che fa "davvero vomitare". E le donne del Pd e della Lista Civica "RomaTornaRoma" sono arrivate a presentare una mozione "per chiedere al Campidoglio la rimozione immediata di questi manifesti".

Commenti
Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 05/04/2018 - 15:04

Questo sarebbe "disgustoso"?....Sarebbe "indegno"?...Fa "vomitare"?....Abortire(ovvero "uccidere")un ESSERE simile,non lo è?....Ipocriti,state stravolgendo la natura!

Popi46

Gio, 05/04/2018 - 15:06

Credo che ci sia poco da essere polemici,è la scomodissima verità tanto più insopportabile da chi ha fatto legge dello stato un omicidio perpretato verso i più deboli dei deboli e che, peraltro, al sommo dell’ipocrisia, tuona contro la pena di morte per delinquenti più o meno feroci

Dordolio

Gio, 05/04/2018 - 15:25

Il manifesto non dice il falso. E allora? Brutto, vero, far sbattere alla gente la faccia sulla realtà delle cose...

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 05/04/2018 - 15:45

@Dordolio:...già,una realtà che perchè mostrata,fa gridare allo scandalo il mondo del "politicamente corretto",che noturalmente,ed ipocritamente,non si scandalizza di praticarla!Viceversa,lo stesso "mondo",si compiace se UNO o UNA,fanno "coming out",e si dichiara OMOSEX!....Tutto sotto-sopra!

Ritratto di lacedemone

lacedemone

Gio, 05/04/2018 - 15:48

Il cristianesimo, come l'islam, è un abominio, queste le persone, questi i comportamenti...magari la pastorella Myriam avesse abortito...

steacanessa

Gio, 05/04/2018 - 16:00

La verità fa male, ma è la verità. L’aborto è un assassinio legalizzato.

valerie1972

Gio, 05/04/2018 - 16:33

Rimozione in base a quale violazione? Lesa maestà della volontà di potenza delle femministe?

Ritratto di bassfox

bassfox

Gio, 05/04/2018 - 16:45

sempre più avanti vedo... siete come l'Iran

Ritratto di bassfox

bassfox

Gio, 05/04/2018 - 16:46

avete paura degli islamici , ma in realtà vedete il mondo come loro... siete fuori dal tempo

Ritratto di bassfox

bassfox

Gio, 05/04/2018 - 16:47

qui sopra ci sono varie prove di come un maggior numero di aborti avrebbero migliorato la società...

stancainside

Gio, 05/04/2018 - 16:48

A parte il fatto che a 3 settimane il cuore ancora non batte, c'è da chiedersi come mai ci sono donne che magari sono costrette ad abortire perchè, grazie alle politiche sociali di questo stato barzelletta, non hanno la possibilità di mantenere un bambino. E comunque, a prescindere dalle questioni economiche, è una scelta che spetta solo ed esclusivamente alla donna.

framarz

Gio, 05/04/2018 - 16:57

la sinistra ingoia le cose più oscene false e poi si scandalizza per un manifesto che mostra la realtà; questa è la loro apertura mentale

Nick2

Gio, 05/04/2018 - 17:12

Negli anni 70 gli aborti clandestini erano circa 150 mila l’anno (prendo le stime più basse, degli antiabortisti) ed ogni anno morivano decine, se non centinaia di ragazze sotto i ferri delle mammane. Dal 79 all’82 gli aborti, divenuti legali, sono saliti oltre i 200 mila l’anno, per poi scendere gradualmente fino ad arrivare al disotto dei 90 mila ai giorni nostri. Io non vi capisco. Abolendo la legge 194, non scomparirebbero gli aborti! Perché dovremo tornare indietro di 40 anni? Che senso avrebbe chiudere gli occhi di fronte a decine di migliaia di donne che tornerebbero a rischiare la vita nel tentativo di abortire clandestinamente? Come potete essere tanto ottusi?

emigrante

Gio, 05/04/2018 - 17:44

La verita' costringe a pensare. E questo a molti da fastidio. La nostra e' un'epoca strana, in cui ci si preoccupa (giustamente) di come vengono uccise una gallina, un coniglio, un maiale destinati al consumo, e si chiudono gli occhi ed il cuore sulla "strage degli innocenti", perpetrata in seguito alla distrorta concezione del sesso, avulso dall'amore, e del piu' abbietto egoismo.

Ritratto di Zagovian

Anonimo (non verificato)

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Gio, 05/04/2018 - 18:50

A me sembra fatto bene. Beh certo potevano sbattersi con le proporzioni, un font più leggibile e allineare meglio le cose...abbasso l'aborto!

Anonimo (non verificato)

claudioarmc

Gio, 05/04/2018 - 19:36

La verità disturba sempre i sinistrorsi

Ritratto di stufo

stufo

Gio, 05/04/2018 - 19:45

Guardatevi su YouTube qualche aborto. Poi ne riparliamo.

manfredog

Gio, 05/04/2018 - 20:03

Questo messaggio, anche se non spera di voler abolire la legge sull'aborto (cosa oramai quasi impossibile), crede almeno di voler sensibilizzare le donne, che comunque non hanno alcun diritto su di una altrui vita, come tenta di sostenere qualcuno, a non compiere questo gesto estremo, per amore della vita del bambino e di tutti; chi sostiene, invece, che molti aborti sarebbero potuti essere un bene per la società, be'..direi che potrebbe esserne la miglior prova vivente..!! mg.

Ritratto di Zagovian

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Bar_Abba

Bar_Abba

Gio, 05/04/2018 - 22:20

Ma non si possono più combattere battaglie di retroguardia come questa! La legge legalizza gli aborti, che altrimenti avverrebbero in clandestinità (così chi è ricca va all'estero, mentre la poveraccia rischia la vita con la mammana...). Manifesti come quello non servono a NIENTE. La famiglia cattolica ricca e snob, se la figlia di 14 anni gli resta incinta, la fa abortire lo stesso come e più della prostituta che resta incinta battendo il marciapiede. Ai politici vorrei dire: Se volete ridurre gli aborti sostenete le famiglie impoverite! Io conosco donne sposate con lavori precari che, quelle sì, abortirebbero disperate se restassero incinte!

pilandi

Ven, 06/04/2018 - 00:52

Sarà sicuramente un manifesto di dubbio gusto a creare problemi ad una legge dello stato! Se i soldi spesi per realizzarlo li avessero dati a qualche associazione benefica sarebbero stati spesi meglio, dementi fondamentalisti.

electric

Ven, 06/04/2018 - 06:56

Approvo in pieno la campagna di sensibilizzazione che con molto coraggio sta svolgendo Provita. Forse riuscira' a scalfire qualche coscienza. Non mi stupisce il fatto che coloro che appoggiano lo sterminio di massa rappresentato dall' aborto appartengano tutti all' aria sinistrorsa.

electric

Ven, 06/04/2018 - 07:10

Come si fa ad avere il cuore così indurito da difendere un abominio come l' aborto?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 06/04/2018 - 09:23

@valerie1972:...già.Qualora lo dovessero rimuovere,sarebbe un vero "scandalo",come l'eliminazione di manifesti di un partito durante una campagna elettorale!....La "par condicio",da tanti,troppi anni in Italia,è come la favola di Orwell:"gli animali sono tutti uguali,ma qualcuno è più uguale degli altri"!

Totonno58

Ven, 06/04/2018 - 09:37

Disgustoso, anche per me che non sono certo favorevole all'aborto...e sarebbe comunque il caso che questi attacchini usassero il loro tempo per studiarsi le leggi italiane!

Ritratto di stufo

stufo

Ven, 06/04/2018 - 09:54

Lacedemone, anche la tua...

stefano751

Dom, 08/04/2018 - 08:22

Il manifesto è stato messo a spese dei volontari che si sacrificano per sovvenzionare ogni appello alla vita e contro chi vorrebbe vederci tutti morti. Mentre la rimozione è stata fatta a spese dei contribuenti romani e poi ci dicono che non ci sono soldi per riparare le buche, vergogna. Raggi a casa!!!

stefano751

Dom, 08/04/2018 - 08:23

Viva la vita! via i becchini.

stefano751

Dom, 08/04/2018 - 08:26

Mamme di tutto il mondo unitevi: "E figli so' piezze e core".

stefano751

Dom, 08/04/2018 - 08:27

Quinto comandamento: "Non uccidere".

stefano751

Dom, 08/04/2018 - 08:29

Voi vi arrogate il diritto di manifestare contro-vita, non potete togliere agli altri il diritto di manifestare pro-vita.

stefano751

Dom, 08/04/2018 - 08:40

Parlano tanto della 194, ma non sanno che la 194 prevedeva dei consultori che avrebbero dovuto avere la funzione di rimuovere gli ostacoli che portano una donna a decidere di abortire. Invece è diventato solo un luogo squallido, dove delle persone ben pagate con soldi pubblici mettono delle firme di condanna a morte, senza minimamente informare le donne e metterle in guardia dalle conseguenze psico-fisiche dell'aborto. Quante donne sono in cura psichiatrica a causa della sofferenza dovuta ad una crisi di coscienza subentrata all'aborto.

stefano751

Dom, 08/04/2018 - 08:44

Spesso gli abortisti fanno leva sulle leggi. Ma tutte le leggi sono mutabili, basta pensare a quante leggi elettorali sono state fatte in questi anni, e nessuno si è mai lamentato. "La legge è fatta per l'uomo, non l'uomo per la legge" (Vangelo di Gesù). Le leggi sbagliate vanno cambiate e subito. Persino la Costituzione subisce continue modifiche e non si applica, basta pensare alle leggi sulle unioni omosessuali così palesemente contrarie alla Costituzione.

stefano751

Dom, 08/04/2018 - 08:51

Ho visto tante donne piangere, soffrire, disperarsi a causa della perdita per cause naturali del loro bambino, e pensare per tutta la vita a quel figlio perduto, e allora come potete concepire che una donna possa addirittura uccidere il proprio bambino senza sentire per tutta la vita la sofferenza di quel gesto e udire quella voce del bambino che grida: "Assassina!".

stefano751

Dom, 08/04/2018 - 08:55

Fortunatamente non tutte la pensano come quelle del PD: se tutte la pensassero come voi non nascerebbe più nessun bambino.

stefano751

Dom, 08/04/2018 - 08:56

Se quelle del PD sono favorevoli all'aborto e non mettono al mondo nessun bambino ben presto scomparirà il PD. Meditate gente!!!

stefano751

Dom, 08/04/2018 - 09:05

Bisogna educare le donne ad una maggiore responsabilità: invece di ricorrere all'aborto, perchè non ricorrono al male minore e cioè prendere precauzioni come attendere il periodo di non fecondità, usare il preservativo o la pillola del giorno prima, ecc. piuttosto che avere una gravidanza indesiderata? Non voglio credere che le donne e gli uomini si comportino come gli animali che appena viene la voglia si accoppiano. Se ci fosse un minimo di responsabilità e di umanità non esisterebbe l'aborto. La prima cosa che le donne portano nella borsa è il preservativo, e usatelo no? E fatelo questo piccolo sforzo...