Roma, sparite multe per 6 milioni di euro: anche i vip tra i beneficiari

La Procura teme il pagamento di tangenti ai funzionari comunali. Le contravvenzioni sparite nel nulla sono circa 80mila

Tra il 2008 e il 2013 ai cittadini romani sono state annullate circa 80mila multe, per un danno alle casse del Campidoglio pari a 6 milioni di euro.

Le sanzioni sono state cancellate dall'ufficio contravvenzioni e adesso i magistrati della Corte dei conti stanno valutando la legittimità di tale operazione visto che il danno ingente subito dalle casse romane.

L'infrazione più frequente sarebbe l'accesso non autorizzato nella Ztl, la zona a traffico limitato imposta in centro città per limitare traffico e inquinamento.

Tra i beneficiari delle cancellazioni non ci sono soltanto comuni cittadini: nell'indagine in corso sono spuntati tanti nomi di calciatori, attrici, magistrati, ditte di autonoleggio. Alcune vetture che hanno goduto della cancellazione delle multe sarebbero intestate anche a società riconducibili al presidente della Lazio e consigliere Figc Claudio Lotito. Tra gli sportivi ci sarebbe il calciatore francese Vincent Candela, ex giocatore della Roma.

Un romano, questa volta non vip, è riuscito ad accumulare multe per il valore complessico di 600mila euro. Multe che però gli sono state inspiegabilmente cancellate.

Adesso il sostituto procuratore Francesco Dall’Olio dovrà verificare se i cinque funzionari comunali finiti sotto inchiesta abbiano ottenuto denaro in cambio della rimozione delle sanzioni. I reati per i quali sono finiti nel mirino della magistratura spaziano dall’abuso di ufficio alla truffa.

Commenti

mariod6

Ven, 09/12/2016 - 17:55

Che abbiano preso soldi e quanti sarà un'indagine a determinarlo. Ma rimane il fatto che hanno cancellato abusivamente 80.000 multe, probabilmente per non dover scrivere i verbali e le comunicazioni. Quello che aveva accumulato 600.000 euro di debito è già in galera o ce lo mettono domani mattina???