Romeno brucia moglie e bebè: i cadaveri carbonizzati nel letto

I corpi della donna e della bimba di due mesi sono stati trovati carbonizzati nel letto: erano unite in un abbraccio. Forse raptus di follia scaturito dall'ubriacatezza

Orrore senza precedenti nel Salernitano. Un romeno ha ammazzato a Capaccio la moglie e la figlia di due mesi dando loro fuoco, poi si è tolto la vita impiccandosi. I tre cadaveri sono stati ritrovati dai carabinieri in via della Giungaia in località Torre del Mare. La donna e la bimba sono state rinvenute carbonizzate nel letto.

Quando i carabinieri sono entrati nella abitazione di Capacci in via della Giungaia, in località Torre del Mare Madre, la scena che gli si è parata davanti era a dir poco raccapricciante. Il cadavere della madre e il copricino della figlia di due mesi erano carbonizzate e abbracciate nel letto. Il corpo del marito, invece, pendeva dal soffitto. Il romeno si era impiccato con una corda nella doccia del bagno. L'allarme era stato dato dai vicini di casa della famiglia romena, per le urla disperate e il fumo che proveniva dall'interno dell'abitazione. Gli inquirenti non escludono un raptus di follia del romeno contro moglie e figlia, scaturito magari da uno stato di ubriachezza.

Tra i vicini di casa c'è sconcerto e dolore. "Questa zona è abitata soprattutto da stranieri, nordafricani, romeni, ucraini", spiega un agricoltore del posto di 52 anni. "È un via vai continuo di gente - continua - di notte e di giorno. Qui, spaccio e prostituzione sono la regola. Ho un terreno a poche centinaia di metri da qui, sono passato col trattore di prima mattina, ma non mi sono accorto di niente. Preoccupato? Si vive in questo modo da tanto tempo. Io faccio il mio onesto lavoro, ma non è un segreto per nessuno che la zona sia frequentata da ogni tipo di gente". "Lei era molto giovane - conclude un altro vicino, di circa 30 anni - ogni tanto la vedevo portare a spasso il bambino col passeggino. È una tragedia assurda".

Mappa

Commenti

Alessio2012

Gio, 31/03/2016 - 18:11

So' ragazzi!

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Gio, 31/03/2016 - 18:12

Certe BESTIE scappate dalla Romaania, li abbiamo solo noi. In Romania le carceri non sono a 5 stelle e i carcerati gli passano una pomata per il fondo schiena!!!

moshe

Gio, 31/03/2016 - 18:24

... l'ho sempre detto, i romeni dovevano rimanere nelle stalle! Con la loro annessione alla UE, ci siamo trovati un'ulteriore valanga di delinquenti nel nostro paese.

Ritratto di Mario96

Mario96

Gio, 31/03/2016 - 19:00

Condividendo le preoccupazioni per l'immigrazione fuori controllo, in questo caso però la nazionalità non conta, è un raptus consumato nel contesto familiare, poco tempo fa a Milano una donna italiana ha avuto un raptus omicida ed ha ucciso il compagno italiano con un colpo di Katana sotto l'inguine.

ziobeppe1951

Gio, 31/03/2016 - 19:14

Bei tempi quando c'era Ceausescu

Linucs

Gio, 31/03/2016 - 19:25

Non mi dire! Un raptus! L'ubriachezza. Allora niente carcere, va curato! Dategli un sussidio.

Ritratto di RomenoXPunizioneGiustizia

RomenoXPunizion...

Gio, 31/03/2016 - 19:27

Moshe : e voi perche non rimanete nel vostro paese Israele invece di venire qui per fare di noi europei i vostri schiavi ? Voi siete piu razzisti dei nazisti tedeschi nella seconda guerra mondiale, quando andate via dal nostro continente potremo finalmente rispirare . Voi amazzate milioni di bimbi palestinesi, vergognatevi prima di fare i razzisti qui con noi. Nelle stalle noi? Benissimo, fa niente, anche il nostro Signore , Gesu, e nato li . Schifosi razzisti .

Giovanmario

Gio, 31/03/2016 - 19:29

almeno prima per cucinare si accontentavano di bruciare i copertoni

Ritratto di 51m0ne

51m0ne

Gio, 31/03/2016 - 20:07

romeno, appunto

yulbrynner

Gio, 31/03/2016 - 21:03

quando ci sono di mezzo dei morti i commenti sovrastanti sanno di stupidita' umana

yulbrynner

Gio, 31/03/2016 - 21:05

moshe' uomo senza i COGLIONESS ma peche non lo vai a dire a qualche rumeno in faccia a quattrocchi invece di scriverlo a un computer...ogni cacasotto ne e' capace,, avanti tira fuori i cojoness e diglielo in faccia se c'hai le palle

Anonimo (non verificato)

leserin

Gio, 31/03/2016 - 21:43

In questo film dell'orrore l'unico aspetto positivo è la scelta di suicidarsi del colpevole: risparmiàti agli italiani i denari per mantenerlo in carcere e lo sconcerto di rivederlo dopo in giro in permesso premio dopo pochi anni di detenzione.

tuttoilmondo

Ven, 01/04/2016 - 09:43

Certe atrocità hanno una spiegazione semplice: ci sono moltissime persone (la maggioranza) che vengono in Italia in cerca di una vita migliore e ne trovano una peggiore. A volte da incubo. I superstiti di queste tragedie, parenti scampati al massacro, dovrebbero chiedere i danni agli infami buonisti che speculano sul desiderio di questi poveracci di trovare un'accoglienza umana. Ma se ci sono 1.000.000 bambini italiani che soffrono la fame, è criminale aprire le porte ad altri poveri. Non ce n'è per tutti. Non ce n'è neanche per gli italiani. Ma gli affari sono affari per gli infami. Giorno verrà!

BlackMen

Ven, 01/04/2016 - 10:06

Linucs:almeno si prenda la briga di leggere l'articolo prima di pontificare! si è suicidato il tizio!