Rouen, la cellula jihadista ​ignorata dalla polizia

La cittadina di Saint-Etienne-du-Rouvray, nonostante sia poco conosciuta, era ben nota alla polizia francesce per essere un luogo di incontro per diversi jihadisti

La cittadina di Saint-Etienne-du-Rouvray, nonostante sia poco conosciuta, era ben nota alla polizia francesce per essere un luogo di incontro per diversi jihadisti. Infatti, subito dopo gli attacchi del 14 novembre 2015 a Parigi, gli inquirenti avevano rilevato proprio nei pressi di Rouen la presenza di una cellula jihadista. Nel mirino delle indagini erano finiti
quattro giovani convertiti all'Islam radicale e che frequentavano moschee a Elbeuf e Saint-Etienne - du - Rouvray, proprio dove si è verificato l'attacco di oggi. Nel mese di novembre
la Direzione Generale della Sicurezza interna ( RPS ) aveva arrestato diverse persone sospettate di voler recarsi in Siria per combattere. Il loro punto di incontro era una mosceha salafita a Saint-Etienne - du - Rouvray. "Abbiamo a che fare con i giovani maturano in incontri via Internet in anticipo.

Questa è un'opportunità per loro di entrare in contatto , per incontrare , reclutare nuovi membri" , aveva detto il procuratore di Rouen , Jean-François Bohnert. Tra i fermati c'erano tre persone che frequentavano proprio la mosche salafita. Un altro ragazzo , Jordan , 22 anni, nativo di Vernon (Eure) , aveva a quanto pare aderito all'Isis. Questa cellula jihadista non è la prima rilevata in Normandia. Hauchard Maxime, 22 anni, che viveva nel villaggio di Bosc - Roger - en - Roumois ( Eure ) e identificato come uno dei carnefici dei 18 ostaggi siriani uccisi in un video , ha scelto di entrare nelle fila dell'Isis il 17 agosto 2013. Gli Stati Uniti hanno posto nella lista dei terroristi più ricercati. Eppure nonostante la piccola cittadina fosse di fatto un centro di reclutamento per l'Isis, la chiesa questa mattina era sguarnita: nemmeno un vigile a difendere quel prete che è stato sgozzato.

Commenti

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 26/07/2016 - 15:59

di Jiadisti come quello di Rouen, in europa ce ne sono migliaia e di giudici pronti a liberarli qualora fossero arrestati ce ne sono altrettanti: quindi non prendiamocela con i Jiadisti ma con quei giudici che, in nome di una loro assurda giustizia, si arrogano il diritto di lasciarli circolare liberamente in europa in attesa di vederli delinquere ed uccidere.

diesonne

Mar, 26/07/2016 - 16:10

diesonne è la francia della legalitè fraternitè libertè? no' è solo della libertà -libertinaccio morale

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mar, 26/07/2016 - 16:20

sempre dopo e sempre in ritardo, sanno sempre tutto ma non fanno nulla e questi sono i risultati

Italiano_medio

Mar, 26/07/2016 - 16:50

praticamente nulla sotto controllo ...

Angelo664

Mar, 26/07/2016 - 17:03

Ovvio che sono senza protezione !! E perché mai dovrebbero averla ? E' l'Europa che deve liberarci da questi individui, anche a costo di aprire la caccia bassa scacciandoli dall'Europa come fecero in nostri antenati secoli addietro. NON ci puoi ragionare con questi !!!

Ritratto di Rames

Rames

Mar, 26/07/2016 - 17:10

Bisogna eliminarli in sordina, missione segrete a eliminazione.Nessuno lo deve sapere,nessuno.

Ritratto di Risorgere

Risorgere

Mar, 26/07/2016 - 17:14

Un paio di attentati così in Italia, e gli italiani smetteranno di andare a messa e di ascoltare i preti. E così gli esimi rappresentanti della chiesa cattolica - che tanto ha fatto per lavare i cervelli di milioni di persone a favore dell'immigrazione - si troveranno d'improvviso senza fedeli, conseguentemente senza potere e senza il riguardo dei politici, e con gli islamisti pronti a saccheggiare chiese e a martirizzarli nelle sagrestie. Venti secoli buttati nel cesso: grazie Bergoglio.

giorgiofilippo1952

Mar, 26/07/2016 - 18:07

Ormai è già tracicamente troppo tardi! Grazie all'ignavia di politici e governanti irresponsabili, vili e cialtroni - complice anche una chiesa genuflessa all'islam - che fingono di non vedere l'invasione ormai in atto da parte dello stato islamico siamo di fatto impotenti dinanzi a questi assassini. Tutta l'europa ormai è preda della metastasi islamista; l'Italia poi continua a traghettarne a migliaia ogni giorno impiegando la marina militare anzichè nel respingimento in mare "senza se e senza ma" in un'azione di fiancheggiamento degli scafisti dell'isis. Sarebbe ora di dire "BASTA" senza tanti distinguo tra profughi, clandestini, migranti economici e chi più ne ha più ne metta!! O forse c'è chi pensa che l'Italia da sola possa contenere l'intero continente subsahariano?...MA ANDATE A SCOPARE IL MARE, RENZI, ALFANO,BOLDRINI E COMPAGNIA ..

Anonimo (non verificato)

giorgiofilippo1952

Mar, 26/07/2016 - 18:23

Infatti..questo "papa bergoglio" pronto a lavare i piedi ai musulmani sarà ricordato come il peggiore della millenaria storia della chiesa cristina. E' solo un battutista capace di incantare delle prefiche sprovvedute mentre mai come in un'epoca come questa vi sarebbe il bisogno di qualcuno che chiamasse a raccolta i cristiani contro la barbarie islamica. Forse qualcuno ricorda quando i turchi misero l'assedio a Vienna nel '600? Allora però non c'erano i don mazzi e don gelmini ma preti che sapevano infiammare di passione i cuori dei Cristiani.

Massimo Bocci

Mar, 26/07/2016 - 18:43

Possono sempre fare una COABITAZIONE jihadista, in fondo solite BALLE, per un solo Dio, cambia solo il paradiso con vergini o senza, però quelli senza compensano con i CULATTONI, un associazione per dementi che potrebbe avere ancora una cinquantina d'anni di MISTIFICAZIONI, a meno che i Meticci, non oscurino tutte le scoperte scientifiche DA DECRETARE è utilizzare come li sciamani solo a PRO!!! REGIME,in fondo a cosa serve a l'umanità il progresso scientifico quando c'è il METICCIATO.

Ritratto di il navigante

il navigante

Mar, 26/07/2016 - 20:08

L'articolo dice: "La cittadina di Saint-Etienne-du-Rouvray, nonostante sia poco conosciuta, era ben nota alla polizia francesce per essere un luogo di incontro per diversi jihadisti". Ma se la polizia francese era a conoscenza di questi pazzi perché non li ha bloccati subito rinchiudendoli in carcere come persone pericolose? Ogni volta che un pazzo uccide delle persone, salta sempre fuori che era già conosciuto dalle forze dell'ordine. Ma allora mi chiedo: perché li lasciate liberi d...assassinare? C'è forse dietro qualche oscuro disegno politico?

Ritratto di Chichi

Anonimo (non verificato)

gesmund@

Mer, 27/07/2016 - 06:41

Siamo come in Nigeria.

edo1969

Mer, 27/07/2016 - 07:56

non dimentichiamoci che alle elezioni del 2012 Hollande ha preso il 90% dei voti nella comunità musulmana