Cosparge la moglie di benzina e prova a darle fuoco: fermato marocchino

Al culmine di una violenta discussione il folle gesto del 26enne: provvidenziale l’intervento del fratello, che riesce a farlo desistere e dà il tempo alla giovane moglie di chiamare i soccorsi

Litiga con la moglie e tenta di darle fuoco al culmine di un’accesa discussione, per questo motivo è stato arrestato a Rovigo un marocchino di 26 anni.

L’alterco tra i due, originatosi secondo quanto riferito dagli inquirenti per futili motivi, ha avuto inizio intorno alle 2:30 del mattino. All’interno dell’appartamento in cui conviveva la coppia, ovvero il magrebino e la consorte 19enne di origini marocchine ma in possesso di nazionalità italiana, anche il fratello dell’uomo.

In preda ad un vero e proprio raptus di follìa, il 26enne avrebbe afferrato un flacone contenente del liquido infiammabile per svuotarlo addosso alla compagna e minacciare di darle fuoco. Per fortuna della ragazza il fratello del marito è prontamente intervenuto, evitando che accadesse l’irreparabile e dando il tempo e l’opportunità alla giovane per contattare il 118.

Sul posto, insieme all’ambulanza, sono sopraggiunti i carabinieri della compagnia di Castelmassa, che hanno ascoltato le testimonianze dei presenti prima di far scattare le manette ai polsi del responsabile. I militari si sono occupati anche di raccogliere elementi e prove in grado di confermare la versione fornita dalla 19enne e dal fratello di suo marito.

La donna è stata soccorsa dai sanitari e ricoverata in ospedale per essere medicata e sottoposta a degli accertamenti, a causa dell’inalazione del liquido infiammabile, finito anche nei suoi occhi. Il compagno, invece, si trova ora dietro le sbarre del carcere di Rovigo con l’accusa di tentato omicidio.

Commenti

cgf

Sab, 02/02/2019 - 18:30

Bravo, come dice il grande libro, le donne... grande KULtura che dovremo assimilare!