Rubati farmaci per il tumore pari a 400mila euro dall'ospedale di Rho

Maxi furto nel milanese, è stata svuotata la cella frigorifera con i farmaci per i malati oncologici. I medicinali avrebbero un valore di circa 421mila euro

Spariti nel nulla più di 400mila euro di farmaci tumorali all'ospedale di Rho, alle porte di Milano. Il furto è stato scoperto oggi quando gli operatori sanitari si sono accorti che la cella frigorifera era stata svuotata dai preziosi medicinali riservati ai malati oncologici.

Secondo quanto ricostruito finora dai carabinieri della compagnia di Rho, che stanno ancora indagando sulla vicenda, il portellone della sala medicinali al sesto piano dell'edificio è stato forzato dall'esterno. Da quanto riportato da Settegiorni.it, i militari guidati dal capitano Simone Musella avrebbero inoltre constatato l'assenza di telecamere nel reparto di Oncologia, elemento che potrebbe rappresentare un ostacolo non da poco per la soluzione del caso e confermerebbero le falle nella sicurezza della struttura sanitaria.

Gli infermieri si sono potuti rendere conto della sparizione soltanto nella mattinata di oggi quando hanno dovuto procedere con la preparazione e somministrazione delle dosi medicinali ai pazienti. Il furto sarebbe dunque avvenuto nel fine settimana, a reparto già chiuso, e dopo il consueto rifornimento della cella frigorifera ogni venerdi pomeriggio.

Per il vice presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Carlo Borghetti (Pd) si tratta di furto "inquietante" e del coinvolgimento di organizzazioni criminali: "Con molta probabilità siamo di fronte ad una operazione mirata, condotta da organizzazioni strutturate e in grado di rimettere sul mercato simili refurtive. E purtroppo in Lombardia la malavita organizzata ha già dimostrato di saper lucrare sul riciclaggio di questi farmaci".

Commenti

obiettore

Mar, 09/07/2019 - 09:00

Recentemente, idem anche a Trieste (farmaci oncologici) ed apparecchiature. Deve essere una banda bene organizzata.