"Séjour de Champagne": l' appuntamento per celebrare il vino più famoso al mondo

“Séjour de Champagne” la kermesse di eventi culturali, spettacoli, concerti, conferenze, incontri e appuntamenti gastronomi per festeggiare il vino delle celebrazioni

Dall’8 al 10 luglio, per 3 giorni consecutivi la Champagne (Champagne-Ardenne era una regione della Francia settentrionale, dal 1º gennaio 2016 è confluita nella regione Alsazia-Champagne-Ardenne-Lorena) apre idealmente le sue porte ai visitatori di tutto il mondo in occasione di: ”Séjour de Champagne”, il festival ricco di eventi culturali, spettacoli, concerti, conferenze, incontri e appuntamenti gastronomici. E’ un evento aperto al grande pubblico promosso dalla Missione “Coteaux, Maisons et Caves de Champagne – Patrimonie Mondial” che si ispira ai valori dell’Unesco, vale a dire la pace intesa come un percorso che coinvolge educazione, scienza e cultura. “Celebreremo il primo anniversario dell’iscrizione di Coteaux, Maisons et Caves de Champagne nel Patrimonio Mondiale dell’Unesco”, spiegano gli organizzatori. Uno tra i momenti clou dell’iniziativa sarà la marcia delle Riconciliazioni. Partirà dal villaggio di Hautvillers il 10 luglio e attraverserà i luoghi in cui nasce il vino delle celebrazioni con due percorsi, il primo di 11 e il secondo di 21 chilometri. Il cammino si snoderà tra i vigneti e i villaggi della Champagne, dove si potranno scoprire o riscoprire sia una parte dei siti iscritti sulla lista del patrimonio mondiale sia cosa rappresenta quel “Valore Universale Eccezionale” riconosciuto dall’Unesco al momento dell’iscrizione. Lungo il percorso si potrà assistere a una serie di eventi organizzati nei vigneti: spettacoli, letture dei paesaggi, momenti di approfondimento sulla conservazione e sulla protezione del territorio anche mostre fotografiche. L’iscrizione dei "Coteaux, Maisons et Caves de Champagne" alla Lista del patrimonio mondiale Unesco è avvenuta il 4 luglio 2015, quando i 21 rappresentanti degli Stati appartenenti alla Convenzione UNESCO hanno votato all’unanimità il dossier di candidatura per la categoria "Paesaggio organicamente evoluto". I “Coteaux, Maisons et Caves de Champagne” sono stati presentati alla candidatura come i luoghi della nascita, della produzione e della diffusione globale dello Champagne. Il patrimonio include i Coteaux tra Hautvillers e Aÿ, tra i più antichi per tradizione viticola e i più emblematici tra i vigneti della Champagne, i complessi architettonici e urbani delle Maison de Champagne sulla collina di Saint-Nicaise di Reims e sull’Avenue de Champagne a Epernay e il complesso di cantine e crayères scavate nel gesso di questi luoghi, che sono le più estese della regione. Lo scorso dicembre il Comité Champagne (creato dalla legge francese del 12 aprile 1941, ha sede a Epernay e riunisce tutti i viticoltori e tutte le Maison di Champagne, la sua organizzazione interprofessionale rappresenta uno strumento di sviluppo economico, tecnico e ambiental), che riunisce tutte le Maison e tutti i viticoltori della regione viticola, ha lanciato: “Champagne 360°”, un emozionante tour in realtà virtuale delle aree iscritte al Patrimonio dell’Unesco visibile tramite smartphone, computer e occhiali 3D.