Salerno: depresso per il divorzio, tenta il suicidio in tribunale

Bloccato dai vigilantes con una corda nei pressi della Cittadella Giudiziaria. Aveva con sé una busta piena dei giocattoli dei figli che non vedeva da tempo

Dramma al tribunale di Salerno, un 45enne tenta di suicidarsi nei pressi della Cittadella Giudiziaria poco prima dell’udienza per il divorzio dalla moglie.

I fatti, come riporta il quotidiano La Città, si sono verificati nella mattinata di ieri nei pressi della struttura che ospita gli uffici giudiziari nella città campana. L’uomo, un operaio, avrebbe messo in atto il suo proposito perché sfinito dall’assenza dei figli. Per sua fortuna, è stato dissuaso dalle guardie giurate in servizio presso il tribunale, e quindi dai carabinieri, che lo hanno bloccato sfilandogli di mano una corda. Proprio ieri era in programma l'udienza per il divorzio tra lui e l'ex moglie.

Il 45enne aveva portato con sé una busta piena dei giocattoli dei figli che, come ha raccontato, non vedeva da tempo. E questo fatto, insieme ai dubbi e alle angosce per le conseguenze affettive ed economiche del divorzio, l’avrebbero spinto a inscenare il clamoroso gesto.