Salerno, festeggiamenti per il sindaco con le ambulanze: diciotto gli indagati

A giugno il primo cittadino Alfieri, che risulta estraneo all’indagine, condannò senza mezzi termini l’atto dei suoi supporter, dichiarando di non saperne nulla

A giugno scorso destò scalpore l’iniziativa di alcuni supporter del nuovo sindaco di Capaccio-Paestum, in provincia di Salerno, Franco Alfieri che, per festeggiare la vittoria alle elezioni comunali, fecero sfilare per le strade cittadine diverse ambulanze con le sirene e i lampeggianti accesi. A distanza di quattro mesi sono stati emessi diciotto avvisi di garanzia nell’ambito dell’indagine partita subito dopo l’evento eclatante.

Le forze dell’ordine hanno eseguito un sequestro preventivo nei confronti dei responsabili di società operanti nel settore del servizio 118. Le accuse per queste persone sono di: trasferimento fraudolento di valori, peculato d' uso, interruzione di pubblico servizio, favoreggiamento personale, disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone, emissione di fatture false per operazioni inesistenti.

A giugno il primo cittadino Alfieri, che risulta estraneo all’indagine, condannò senza mezzi termini i festeggiamenti in suo onore, dichiarando di non saperne nulla. Ad alzare un polverone mediatico furono gli esponenti politici locali del Movimento 5 Stelle, che adesso sono soddisfatti dell’esito delle indagini. Secondo i “grillini”, i responsabili di quest’atto scellerato dovranno essere puniti, poiché tra i mezzi utilizzati per i festeggiamenti c’erano anche ambulanze che dovevano rimanere a disposizione in caso di emergenza.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?

Commenti

cgf

Gio, 10/10/2019 - 11:43

la sirena deve essere sempre giustificata, anche dai corpi di polizia, e non mi pare che festeggiare il sindaco sia una buona giustificazione