Salerno, formiche ricoprono salma: la denuncia dei parenti

Nelle prossime ore verrà effettuata l'autopsia; il pm della Procura di Nocera Inferiore ha disposto il sequestro anche del corpo privo di vita

Orrore nella sala mortuaria dell'ospedale di Scafati (Salerno), dove la salma di una donna è stata invasa dalle formiche. Stando a quanto riportato da diverse testate locali, l'episodio è stato segnalato dai parenti della 61enne che hanno presentato una denuncia ai carabinieri. Come richiesto dai familiari della defunta, nelle prossime ore verrà effettuata l'autopsia per cercare di chiarire la chiara causa del decesso. Inoltre Federica Lo Conte, pm della Procura di Nocera Inferiore, ha provveduto a disporre il sequestro della salma e delle cartelle cliniche.

I fatti

L'Azienda Sanitaria di Salerno ha fornito una propria ricostruzione di quanto avvenuto: "Il decesso è avvenuto alle ore 9,20, il trasporto della salma in obitorio tra le ore 9,30 e 9,45 dopodiché sono stati rinvenuti insetti che inequivocabilmente fuoriuscivano da un interstizio tra due battiscopa". L'Asl ha inoltre fatto sapere che "aveva già effettuato una serie di attività preventive volte alla sanificazione degli ambienti mediante plurimi interventi, l'ultimo dei quali effettuato in data 7 agosto ed ulteriori attività sono peraltro già programmate".

Nella nota stampa diramata si legge infine che "immediatamente allertati, sono giunti sul posto il dr. Alfonso Giordano direttore del DEA Nocera Inferiore-Scafati-Pagani, il dr. Luigi Lupo, direttore del Nucleo Operativo ispettivo e il dr. Maurizio D'Ambrosio, dirigente medico del presidio ospedaliero di Scafati ed è stato altresì investito il Dipartimento di Prevenzione".