Salerno, i carabinieri chiudono un asilo pericoloso per la salute dei bambini

La struttura è risultata essere non a norma, per la presenza al suo interno di un numero doppio dei bambini consentiti e per le condizioni igienico-sanitarie

Dopo il blitz del gruppo Nas dei carabinieri di Salerno è stato chiuso un asilo micronido. Dai controlli effettuati dai militari sono emerse numerose irregolarità che hanno costretto le forze dell’ordine a mettere i sigilli alla struttura. In particolare, a colpire i carabinieri sono state le condizioni di carenza igienico-sanitaria, nonché il sovraffollamento delle aule.

L’asilo è risultato essere non a norma anche per la presenza al suo interno di un numero doppio dei bambini consentiti. Il degrado più evidente è stato riscontrato nel dormitorio, in cucina, nel refettorio e nei locali adibiti a servizi igienici. Un rischio evidente per i piccoli, esposti a diversi pericoli per la loro salute.

Al termine dell’ispezione i militari del Nas hanno segnalato lo stato della struttura di formazione per l’infanzia al responsabile del piano di zona del Comune del Salernitano competente, che ha ordinato le misure restrittive nei confronti dell’asilo micronido, sospendendo ogni tipo di attività al suo interno.

Pochi giorni fa, a Napoli, numerosi escrementi di topi sono stati ritrovati in un asilo nido appena riaperto. A fare la scoperta sono stati i genitori di alcuni bambini, che hanno deciso perciò di ritirare i propri figli dall'istituto.