Salerno, sparatoria in ospedale per un mancato ricovero: due i feriti

Scene da Far West a Cava dei Tirreni, dove carabinieri e polizia hanno fatto fatica a riportare la calma

L'ospedale di Cava dei Tirreni

Una violenta rissa esplosa all’interno del pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria dell’Olmo di Cava dei Tirreni, nel Salernitano, è finita in una sparatoria con due feriti. La lite, secondo le prime testimonianze dei presenti, sarebbe cominciata per un mancato ricovero. Il figlio di un paziente, innervosito dalla lunga attesa, era stato invitato ad uscire dal pronto soccorso da un medico di turno, ma prima di andare via lo aveva aggredito e malmenato.

Il padre del dottore, presente in sala, ha inseguito l’utente all’esterno dell’ospedale e gli ha sparato alle gambe con una pistola. Il figlio della persona ferita, appena saputo dell’accaduto, si è precipitato sul posto e si è vendicato sparando a sua volta al genitore del medico. Scene da far west a Cava dei Tirreni, dove carabinieri e polizia hanno fatto fatica a riportare la calma.

I due feriti da arma da fuoco sono stati sottoposti ad intervento chirurgico, mentre la direzione dell’Azienda ospedaliera universitaria San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno ha avviato un’indagine interna. Le forze dell’ordine stanno ricostruendo la dinamica della lite, per stabilire le responsabilità di tanta violenza.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?

Commenti

veromario

Mar, 22/10/2019 - 11:39

tutta brava gente non ce dubbio.