Salute, allarme fake news: su web informazioni sbagliate

Sempre più italiani cercano diagnosi in rete: il 17% consulta siti web generici che non hanno alcuna autorevolezza o certificazione

Come curare mal di testa, mal di schiena, raffreddore? La "risposta" è sul dottor- web. Sono 15 milioni infatti gli italiani che, in caso di piccoli disturbi, cercano informazioni in rete, ma 8,8 milioni sono stati vittime di fake news nel corso dell'anno.

Sempre più persone si affidano all'automedicazione (erano il 64,1% nel 2007 e sono saliti al 73,4% nel 2017) e internet è tra i punti di riferimento per rintracciare informazioni sulle proprie malattie e cure. Dal Censis arriva però l'allarme fake news: sono 3,5 milioni i genitori che si sono imbattuti in indicazioni mediche sbagliate.

I dati

Il 17% degli italiani consulta siti web generici che non hanno alcuna autorevolezza o certificazione, il 6% i siti istituzionali, il 2,4% i social network. In particolare, tra i millennials sale al 36,9% la quota di chi usa autonomamente il web per trovare informazioni su come curare i piccoli disturbi.