Saluto romano al Campo 10: aggirato divieto del 25 aprile

Centinaia di militanti delle associazioni di estrema destra Lealtà Azione-FederAzione e Casa Pound Italia si sono ritrovati al Campo 10

Centinaia di militanti delle associazioni di estrema destra Lealtà Azione-FederAzione e Casa Pound Italia si sono ritrovati al Campo 10 del Cimitero Maggiore di Milano per commemorare i caduti della Repubblica di Salò. Le due associazioni hanno tenuto la commemorazione oggi, anniversario della morte di Carlo Borsani, come indicato sulla pagina Facebook di Lealtà Azione, dopo il divieto del prefetto di Milano a organizzare manifestazione celebrative del fascismo il 25 aprile. Le commemorazioni si sono concluse con i partecipanti che si sono esibiti nel saluto romano, come testimoniano le foto pubblicate sulla pagina social dall'associazione. I due movimenti neofascisti hanno spiegato sulle loro pagine social di aver voluto ricordare "gli oltre mille Caduti della Rsi", dopo il divieto del 25 aprile, in un'altra data "data simbolo per le nostre Comunità. Abbiamo così scelto il 29 aprile, anniversario della morte di Carlo Borsani - sepolto al Campo 10 - , dell'ignobile massacro di piazzale Loreto e degli efferati assassinii avvenuti negli anni '70, per mano dell'antifascismo militante". “I nostri movimenti – conclude la nota – non hanno voluto prestarsi al circo mediatico che lasciamo volentieri a chi dei morti non ha il minimo rispetto. Abbiamo onorato e continueremo ad onorare e ricordare i nostri Caduti, a prescindere dai vergognosi e infami divieti che i soliti noti vorrebbero vedere imposti”.

Commenti
Ritratto di manganellomonello

manganellomonello

Sab, 29/04/2017 - 23:01

BRAVI

Ritratto di Lissa

Lissa

Sab, 29/04/2017 - 23:09

"Il primo cittadino" non ho capito cosa vuole dimostrare proibendo la commemorazione dei combattente della Repubblica Sociale Italiana, assassinati dalla bestia rossa. Essi sono stati gli ultimi Italiani ad indossare il nostro grigioverde e combattere sotto l'insegna del tricolore. I famigerati "eroici partigiani" hanno "combattuto?"Sparavano alle spalle e scappavano come codardi le loro insegne erano le bandiere,Americane, Inglese, Francese, etc. Io grido forte, alto onore ai Ribelli dell'8 Settembre.

manfredog

Dom, 30/04/2017 - 01:06

Non sono molto d'accordo, dato che la legge vieta l'apologia del fascismo in ogni sua forma, mi sembra; dopo l'opposizione è che la legge è anticostituzionale, ma non sono molto d'accordo comunque. Tuttavia se la legge vieta l'apologia del fascismo dovrebbe vietare anche l'apologia del comunismo e quindi emanare subito una legge. Poi, però, cosa accadrebbe..!? 'Mi vien che ridere'..diceva Buzzanca, e, a me, anche da piangere..!! mg.

doctorm2

Dom, 30/04/2017 - 05:36

Le idee si combattono con le idee. La democrazia è rispetto dell'avversario. Ma per i comunisti mascherati da "liberali" la parola democrazia non esiste. Chi non ha rispetto per i morti, anche se nemici, non ha il diritto al rispetto, solo al disprezzo.

Popi46

Dom, 30/04/2017 - 06:13

A me del saluto romano importa nulla,mi sconsola invece una politica che,non riuscendo a cavar un ragno da un buco, perde tempo a condannare un semplice gesto ancorché significativo. Come voler criticare un soldato che si mette sull'attenti davanti ad un superiore in grado.

rudyger

Dom, 30/04/2017 - 08:24

erano anch'essi italiani e non è detto che i vincitori sono sempre nel giusto. Se l'Italia è democratica e si fonda sui valori della libertà, a 70 anni dalla fine della guerra, dovrebbe abolire quella norma inserita nella costituzione perchè il fascismo è morto al pari del comunismo che si tenta sempre di rianimare.

Giorgio5819

Dom, 30/04/2017 - 11:01

Invece devastare la citta' e le proprietà altrui con le bandiere rosse e assalire le forze dell'ordine e' apologia di comunismo, ma nessuno apre bocca, sono normalità della distorta ideologia rossa.

PAOLOTASS

Lun, 01/05/2017 - 11:28

pareri condivisibili , che non trovano riscontro nei protagonisti della politica ufficiale che dovrebbero contrastare la superba superiorità morale delle forze istituzionali di sx .Il fascismo storico è stato condannato come esperienza politica non democratica , il comunismo storico,stessi metodi , non è stato condannato e qualsiasi cosa che faccia la sx, è giudicato positivamente dalla stragrande maggioranza dell'opinione pubblica. NON NE CAPISCO LE RAGIONI , LA POLITICA DOVREBBE APPIANARE I CONFLITTI IN SENSO LATO , TROVARE SOLUZIONI CONDIVISE .LE MAGGIORANZE DI SX CHE SI RITENGONO SUPERIORI , NON MI RISULTA LO ABBIANO MAI FATTO , MA SI SENTONO UGUALMENTE SUPERIORI !!!!

billyserrano

Lun, 01/05/2017 - 12:13

Il fascismo viene osteggiato da una ideologia altrettanto dannosa per gli uomini. Io credo che, nazismo, fascismo, comunismo, sono tutte facce della stessa medaglia. Sono ideologie violente, che per imporsi devono ricorrere alla violenza, e una volta al potere lo mantengono col terrore.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 03/05/2017 - 14:45

Miserabile regime...altro che libertà. Peraltro il Saluto Romano è parte di Roma Antica, ossia quella grande civiltà che il mondialismo sionista vuole distruggere con ondate di afroislamici