Salvini fa il vero premier e spaventa Di Maio & C.

I grillini temono il protagonismo dell'alleato. La profezia di Morra: rischiamo di evaporare

Da una parte ci sono i competitor, con le loro fragilità. Racconta l'ex senatore del Pd Paolo Corsini: «Un mio collega dell'università di Brescia, il professor D'Andrea, mi ha confidato che un giorno durante le trattative per il governo, un suo ex allievo, il grillino Danilo Toninelli, ora ministro, gli telefonò trafelato: Professore - gli disse - siamo in emergenza, fra cinque minuti siamo ricevuti da Mattarella, ha qualche nome da suggerirci da proporre come premier?».

Dall'altra l'insidioso partner di maggioranza, il personaggio che piano piano sta imponendo la sua egemonia nel governo a sentire anche gli «ex» alleati e i suoi oppositori, cioè Matteo Salvini. «Là dentro - azzarda Roberto Occhiuto di Forza Italia - lui è il maschio alfa. Li sovrasta fisicamente. Il branco gli va dietro. Logico, l'unica novità dei grillini è stata quella di mettere per la prima volta al ministero delle Pari opportunità un uomo!». Una sensazione che ritorna anche sulla bocca di un'altra azzurra, Laura Ravetto. «Siamo alla prepolitica - analizza -: nel governo da una parte c'è il maschio alfa, dall'altra gli sfigati o, meglio, i fighettini». Mentre il ministro Paolo Savona ha offerto a un amico una descrizione di Salvini che si attaglia a quella del «macho»: «Rispetta la parola data e non ha paura di niente».

Appunto, la sceneggiatura di questi primi giorni di governo sembra già scritta non tanto nella politica quanto nei profili psicologici, nei comportamenti, negli atteggiamenti dei protagonisti: l'impressione generale è che Salvini sovrasti quasi fisicamente i suoi partner, li renda oggi comparse, o gregari, e domani vittime. Troppo il gap che divide un personaggio incolore come il premier Conte, o fragile come il leader grillino Di Maio, dallo schiacciasassi lombardo. E anche se si tratta soltanto di impressioni, contano perché è su quelle che si forma l'opinione pubblica. Ieri il vicepremier leghista ha spaziato su tutti i temi economici - anche quelli di competenza dei ministri pentastellati - davanti alla platea della Confesercenti, rilanciando la flat tax e cancellando ogni limite all'uso del contante. Poi, nell'aula del Senato, si è intestato da solo, senza che il ministro Toninelli tentasse di ritagliarsi una parte di merito, la battaglia sui migranti contro l'Europa. Insomma, un sola star sul palcoscenico che riceve le lodi sperticate dei suoi e suscita la diffidenza (o i timori) degli alleati. «Se uno è alfa, è alfa» osserva entusiasta Cinzia Bonfrisco, ex senatrice di Forza Italia ora nella Lega: «E le palle contano in politica». «Dentro il governo - spiega il ministro leghista degli Affari regionali Erika Stefani - c'è innazitutto lui... e poi gli altri come il premier Conte... un uomo elegante...». Uno squilibrio, una differenza di peso, che anche i grillini cominciano a sentire. E ad ammettere. «Cca nisciuno è fesso!» sbotta il senatore 5stelle Giovanni Endrizzi facendo ricorso a una battuta di Totò. Mentre il sottosegretario all'Editoria, Vito Crimi, tenta di inventare una versione alternativa, che rincuori i suoi. «Salvini ha lo scatto del centometrista - spiega, facendo ricorso alla tecnica sportiva - ma alla fine si spomperà. Noi, invece, siamo maratoneti».

Sarà, ma il «protagonismo» di Salvini, il trionfo della Lega e la sconfitta grillina alle amministrative, la difficoltà di prendere le misure per controbilanciare il «maschio alfa», hanno cominciato a mettere in frizione le diverse anime grilline, a materializzare i primi incubi. C'è il rischio dell'«implosione» che potrebbe trasformare uno dei fattori di successo dei 5stelle, cioè il «trasversalismo» tra destra e sinistra, nel loro tallone di Achille: l'elettorato di destra del movimento, infatti, potrebbe essere fagocitato dalla Lega (nei sondaggi si avvertono i primi segnali); mentre, quello di sinistra, potrebbe sentirsi emarginato e scegliere altri lidi. «Lo sappiamo bene - ammette l'abruzzese Gianluca Castaldi -, ma io sono nato con Grillo e morirò grillino». Un pericolo che gli ortodossi come Nicola Morra, intravedono dietro una competizione impari. «La qualità della stoffa - ragiona - la scopri al tatto. Il sistema mediatico ha accreditato Rocco Casalino come un gigante del pensiero. Poi, però, ti scontri con la realtà. Sapete cosa significa evaporare?».

Il problema per i 5 stelle è la percezione che si ha di avere davanti un governo a egemonia leghista. «Ha ragione il presidente della Camera, Fico - ironizza Ignazio La Russa, che con Fratelli d'Italia è mezzo dentro e mezzo fuori dalla maggioranza - quando dice che i 5stelle sono diventati la corrente di sinistra della Lega». Come pure il dinamismo, il pragmatismo e la spregiudicatezza, fanno apparire Salvini come il premier ombra: dov'è oggi, non è domani. E gli altri sono costretti a inseguirlo. Era per le elezioni anticipate, ma è bastata una telefonata preoccupata di Mario Draghi, sui rischi «finanziari» di un periodo di instabilità, all'eminenza ombra leghista, Giancarlo Giorgetti, per fargli cambiare idea. O, ancora: aveva promesso a Berlusconi che le deleghe sulle telecomunicazioni sarebbero andate a un leghista, ma non ci ha pensato due volte a lasciare la patata bollente a Di Maio: «Con me ha chiuso», è stato il commento del Cav. In cambio sarà l'unico ministro a non avere un vice, qualcuno accanto che gli faccia ombra: «Non ci sarà nessun viceministro all'Interno», prevede il sottosegretario leghista Candiani. E ancora, attraverso Giorgetti, ha ingaggiato un braccio di ferro sulla nomina del segretario generale di Palazzo Chigi, ponendo un mezzo veto (sono volati parole grosse a Palazzo Chigi) sul candidato del premier, Giuseppe Busia.

La verità è che Salvini sta usando il governo per i suoi comodi, fino a quando gli converrà. «Se va bene - è la sintesi di Candiani - noi saremo quelli che hanno trainato il treno. Se va male saremo quelli che hanno inchiodato i grillini alle loro incapacità». Solo che la sovraesposizione, il ruolo di «maschio alfa», tratto inconfondibile di ogni leader populista, potrebbe trasformarsi in un boomerang. «Potrebbe succedergli - è la previsione a cui si lascia andare da settimane Matteo Renzi - quello che è successo a me: al popolo prima o poi devi portare dei risultati e loro non sono in grado di farlo». Ecco perché molti sono convinti che prima che la curva della parabola imbocchi la discesa il leader leghista staccherà la spina. «È probabile - osserva Roberto Marti, altro forzista diventato leghista - che arrivi alle Europee, verifichi il consenso e decida di incassare andando subito alle Politiche». Più o meno la previsione che Giovanni Toti, nell'ultimo anno assiduo frequentatore di Salvini, ha fatto ad alcuni esponenti di Forza Italia: «In due anni ci porterà alle elezioni. Al massimo nella primavera del 2020, insieme alle Amministrative».

Commenti
Ritratto di kikina69

kikina69

Gio, 14/06/2018 - 09:18

Potrebbe succedergli - è la previsione a cui si lascia andare da settimane Matteo Renzi - quello che è successo a me: al popolo prima o poi devi portare dei risultati e loro non sono in grado di farlo Sig. Renzi, le vorrei ricordare che in comune avete solo il nome..e comunque grazie per avere ammesso - casomai non ce ne fossimo accorti - che lei non ha portato risultati. Il risultato sull'Aquarius Salvini l'ha già ottenuto, e mi pare che il governo del leader leghista sia operativo da non oltre 15 giorni, veda lei...

venco

Gio, 14/06/2018 - 09:25

Salvini parla perche sa e ha idee semplici e chiare

ginobernard

Gio, 14/06/2018 - 09:32

il programma politico M5S è prettamente assistenziale. Non dico che l'assistenzialismo non sia importante ma ci sono anche altri temi scottanti. Sta al M5S decidere se vuole sposare la linea Lega/Destra oppure virare verso il mondo catto-comunista. Devono decidersi. Io starei sulla destra. Viste anche la situazione.

manson

Gio, 14/06/2018 - 09:49

Mattarella doveva dare l'incarico a Salvini ma siccome l'europa capeggiata dalla chiattona e dal collezionista di fossili non lo voleva non l'ha fatto. Ed è stato poco lungimirante perchè come ministro è ancora più forte e catalizzante. Finalmente un Matteo di cui essere fieri, basta leccapantofole servi e piazzisti

oracolodidelfo

Gio, 14/06/2018 - 09:58

Illustre Minzolini, non spacci il suo pensiero per quello dei M5S......I grillini sanno benissimo che senza l'accordo di Governo con Salvini, si sarebbe andati ad elezioni ed il M5S sarebbe stato decimato. Si tratta di libera scelta, constatazione della realtà, non spavento! I grillini, saranno alle prime esperienze di governo, ma non sono idioti, a dispetto di quanti lo pensano, tra i quali, parrebbe anche lei....

Ritratto di navajo

navajo

Gio, 14/06/2018 - 10:00

Finalmente!!! Era ora che arrivasse al governo un Tex Willer. Ora Matteo (quello bravo) si procuri un Kit Carson, un Kit Willer ed un ottimo Tiger Jack e il governo volerà!!

ilpassatore

Gio, 14/06/2018 - 10:06

Ho ascoltato Salvini al Senato e mi e' piaciuto molto. Esprimeva sicurezza,determinazione e idee chiare. Non ho memoria di quando si e'visto un uomo cosi' in Parlamento. Una vera ruspa. Forza e avanti Salvini.

buri

Gio, 14/06/2018 - 10:12

il fatto è che Salvini non si limita a permettere un mondo da sogni, egli sa quello che fa, dice quello che pensa la gente e poi fa quello che promette, in questo è diverso di molti politici ed anche dei grillini

fabiano199916

Gio, 14/06/2018 - 10:13

" Troppo il gap che divide un ..." che cosa significa in italiano "gap"?

acam

Gio, 14/06/2018 - 10:14

gli alleati esteri sono tutti spiantati questo è il vero tallone di achille, angela è sostanzialmente contro di lui ma non lo vuol dimostrare il suo ministro degli interni invece lo spalleggia il resto è conosciuto lo spagnolo si vuol mostrare migliore (pericoloso) contro le ONG non ha argomenti validi ognuna lo puo attaccare come vuole per mancanza di normative interne. uno cantiere navale potrebbe prepararle o elaborare quelle eventualmente esisteni

DRAGONI

Gio, 14/06/2018 - 10:21

MORRA E' LA POLITICA!!

fabiano199916

Gio, 14/06/2018 - 10:30

Piccola differenza: Matteo Renzi ha avuto la possibilità di governare ed ha preso decisioni lesive per l'Italia (tipo Buona scuola, i voucher come pagamento ecc.), Matteo Salvini invece sta eseguendo il lavoro che ha promesso di fare nella propaganda elettorale. La questione immigrazione ora grazie a Salvini è molto più chiara e, sempre grazie a lui, ora l'UE deve collaborare ad una soluzione. Poi è vero anche che da Ministro dell'interno dovrebbe fare più attenzione ai limiti delle sue competenze.

rokbat

Gio, 14/06/2018 - 10:37

Cito : "I grillini temono il protagonismo dell'alleato. La profezia di Morra: rischiamo di evaporare." Magari !

titina

Gio, 14/06/2018 - 10:43

Finchè salvini si comporta onestamente avrà voti, compreso il mio per la prossima volta, ma vigili attentamente sui suoi.

DemetraAtenaAngerona

Gio, 14/06/2018 - 10:45

Fa il Re, il I ministro, tutti i ministri e il tuttologo, fa le veci del ministro dell'economia Tria che tra l'altro con parole misurate ha detto cose ben diverse da Salvini. Ma chi è Salvini...facciamocelo dire da Gigi Moncalvo è un giornalista di lungo corso, che conosce molto bene la Lega. Dal 2002 al 2004 ha anche diretto La Padania. “Quando diressi il giornale della Lega chiesi il licenzia mento di Matteo Salvini”Perché? Perché falsificava i fogli presenza. Vale a dire che non si presentava al lavoro, ma firmava ugualmente la presenza.

Ritratto di Sarudy

Sarudy

Gio, 14/06/2018 - 10:46

…. RENZI sarebbe meglio se stesse ZITTO. Lui è un traditore. Il traditore del popolo italiano. Prima di parlare dovrebbe sciacquarsi la bocca con acido muriatico…. e poi stare ZITTO di nuovo …..

Duka

Gio, 14/06/2018 - 10:53

E' la sua natura , NON può fare la comparsa.

antonmessina

Gio, 14/06/2018 - 10:55

Salvini fa da vero ministro dell'interno ! quello che non han mai fatto i precedenti a partire dai pupilli del vostro capo a finire con renzilioni

cesare caini

Gio, 14/06/2018 - 11:11

CONTANTI E sui contanti ha perfettamente ragione. Chi ne vuole l'abolizione sono d'accordo con le Banche che avrebbero mani libere di applicare tassi negativi per non fallire avendo sperperato tutti i nostri soldi depositati ed impedendoci in effetti la corsa agli sportelli.

WSINGSING

Gio, 14/06/2018 - 11:17

"Salvini fa il vero premier". Giusto. Silvio si sta morendo le mani....e forse spera che Matteo commetta quale sbaglio per farsi avanti e dire: "Ve lo avevo detto che non era così!!". Dopo la votazione di non fiducia al Governo da parte di Silvio, è quello che mi aspetto.

fiorerosso

Gio, 14/06/2018 - 11:20

Mi pare di comprendere che da tutte le parti, soprattutto dal versante sinistro che non ha saputo mai opporsi all'uso sconsiderato della migrazione da parte dei poteri forti come strumento di schiavitù e di morte dei diritti degli italiani, ci sia una bella dose di invidia verso questa persona che nella sua semplicità ha saputo capire i problemi degli italiani, tradurli in progetti politici e realizzarli. per forza gli italiani lo amano e lo seguono. Tutta invidia! E penso anche che abbia una forte coerenza con quanto professa e non abbia mai avuto paura di parlare, di dire la sua verità che, guarda caso, coincide con la verità della maggior parte degli italiani. La storia dell'immigrazione così come è stata gestita fin ora è emblematica: noi servi dei poteri forti che dominano l'Europa e il mondo intero.

gianfran41

Gio, 14/06/2018 - 11:24

Salvini è un leader e per giunta onesto, altro che fascista e razzista. Ha le idee chiare, sa dove vuole arrivare e come arrivarci. E' diplomatico, non trascende mai nemmeno difronte ad attacchi strumentali, ipocriti e di parte (vedi Macron, Strada, Toscani eccetera). Ci sarà un motivo per cui l'ho votato!

oracolodidelfo

Gio, 14/06/2018 - 11:29

DemetraAtenaAngerona 10,45 - Illustrissima, invertiamo le parti: facciamoci dire da Salvini chi è Gigi Moncalvo...........puah! puah! e ripuah....!

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 14/06/2018 - 11:50

---non credo allo strapotere di salvini ed allo sbilanciamento poderoso del governo verso destra -e non credo financo che conte sia un perfetto gasteropode--credo che quando conte comincerà a prendere le misure alzerà la voce--so come sono fatti i profesori universitari ed ho persino parlato con un mio amico studente di conte--se conte si incavola su questioni di principio è capace di far cadere il governo e tornarsene alle sue precedenti occupazioni che gli rendono pure di più da un punto di vista finanziario--per quanto riguarda salvini---come si dice in borsa --sta cavalcando una enorme bolla speculativa a lui favorevole--ma come tutte le bolle--presto o tardi gli esploderà fragorosamente in faccia--swag

Italiano-

Gio, 14/06/2018 - 11:56

Il caro onorevole Salvini conosce la gratitudine e la coerenza, pregi che altri hanno tralasciato. Oltre a ciò, innegabile realtà, mi stupisce che il vostro Giornale sia improvvisamente tanto schierato con il neo-ministro, ad inizio articolo. Scorrendo nella lettura, ritorna quel senso di velato sarcasmo, simile al sopracciglio alzato di chi guarda con superbia 'sti poracci... Collaborare è da persone ricche di umanità. Historia docet. Grazie

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Gio, 14/06/2018 - 12:07

Spaventa anche me! Leoncavallino e comunista, nullafacente di suo, riesce a spodestare gli altro e mettersi al loro posto… Abbonda in proclami!

cangurino

Gio, 14/06/2018 - 12:20

Salvini ha avuto l'avvedutezza di prendersi ministeri dove non c'è bisogno di miliardi di euro o tempi biblici per ottenere risultati, come immigrazione e legittima difesa (bastano leggi a costo zero, addirittura che generano risparmi di spesa), Di Maio quelle che per fare risultato devi spendere decine di miliardi e programmare varie finanziarie. Dovesse andare tutto a ramengo, come avverrà a breve (come sempre Toti vede lontano), la Lega potrà affermare di aver ottenuto moltissimo, e già i primi passi lo confermano, i 5*, movimento di protesta al governo con pochi risultati, ne subiranno un indubbio danno elettorale.

cangurino

Gio, 14/06/2018 - 12:22

bisogna anche riconoscere che molti politici e media europei han fornito a Salvini assist eccezionali, dalla stampa tedesca anti italiana alle sparate idiote di Macron.

GCUK

Gio, 14/06/2018 - 12:38

francamente sono da sempre scettico sul fatto che i grillini siano di sinistra. guardando la mappa delle elezioni non puo' non sfuggire che la loro base sia prevalentemente dal centro al sud, storicamente roccaforti del CD. che poi ci sia qualche insoddisfatto orfano della sinistra e' certo, ma da qui a dire che 5S abbia mai puntato ad essere la nuova sinistra italiana ce ne passa nonostante continui ad essere etichettata come sinistra populista. i presunti estremisti di sinistra in italia non hanno mai superato la cifra singola, anzi mai neanche avvicinata la doppia cifra, quantomeno non negli ultimi 20 anni e passa, quindi solo pochi punti percentuali potrebbe essere confluiti nei 5S. d'altra parte non considero neanche Salvini un fascita di estrema destra, e' tutta semplice retorica di comodo dei loro avversari

ex d.c.

Gio, 14/06/2018 - 12:47

Salvini sta facendo le cose giuste, ma è dalla parte sbagliata. Ripete l'errore di Renzi

Giovanmario

Gio, 14/06/2018 - 12:52

FORZA LILLI!!.. continua così e vedrai che per ottobre ce la puoi ancora fare..

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 14/06/2018 - 13:15

oracolodidelfo - 09:58 il Minzo è in continua fase di rigurgito, visto che Silvio al governo NON c'è..

maxagefree@gmail.com

Gio, 14/06/2018 - 13:21

Ma dovevamo aspettare tanti anni per uno che ha le idee chiare e le palle ?

Ritratto di cape code

cape code

Gio, 14/06/2018 - 13:25

Santa pazienza Elpirl...son convinto che nella vita reale devi essere uno scassamaroni che non si zittisce mai e al quale la gente annuisce e sorride per compassione. Sai che paura che ha Salvini di Conte..LOL

istituto

Gio, 14/06/2018 - 13:45

Soprattutto Salvini ha le idee chiarissime, mentre i grillini e SOPRATTUTTO i governi precedenti di sinistra procedevano a vista e SOPRATTUTTO prendevano ordini. P.S. Ci vuole un maschio alfa ( come Trump) altrimenti l'Europa ed il Mondo ci si Magnano.

Ritratto di MaddyOk

MaddyOk

Gio, 14/06/2018 - 13:47

VOGLIONO METTERVI UNO CONTRO L'ALTRO....tutti i nullafacenti che bazzicano in Tv ripetono il solito mantra. NON ABBOCCATE, siete entrambi molto ABILI, non fatevi influenzare da un branco di imbecilli!!!

pisquanozzi

Gio, 14/06/2018 - 13:57

Egregio Minzo, da lei mi sarei aspettato di più. Non fosse che per i poderosi volumi dell'Enciclopedia Treccani che sfoggiava alle sue spalle quando faceva il direttore al tg. Sarà vero dunque quel che qualche maligno ha insinuato: cioè che quelle erano soltanto vuote copertine...Simulacri,insomma, tanto appariscenti quanto inutili. Il problema non è Salvini: sono quelli che gli vanno appresso. Esattamente come quelli che riampivano piazza Venezia al grido "Duce, Duce". E che nel giro di una notte, quando l'aria cambiò, si disfarono di fez e gagliardetti tanto che i tombini di Roma ne rimasero intasati. Ai giornalisti si offre un privilegio unico: quello di portare il popolo nella giusta direzione, con messaggi giusti. Ma questo non è il caso suo.

schiacciarayban

Gio, 14/06/2018 - 14:22

Effettivamente, di Di Maio non se ne parla più, come volevasi dimostrare, alla prova dei fatti i grillini sono evaporati.

Atlantico

Gio, 14/06/2018 - 14:24

Salvini si mangia a colazione i grillini, che sono da sempre delle nullità ma, attenzione, non sembra avere una visione di lungo respiro, basti pensare al fatto che lui in Europa è vicino agli Orban e camerati, tutta gente che non vuole un immigrato nemmeno pagati a peso d'oro. Il che è la migliore strada per isolare l'Italia e non avere nessuna intesa su chi davvero può darti una mano ( che non è certo un Orban o un suo simile ). Da questo punto di vista Salvini sta dimostrando una miopia ed un'ottusità incredibili, perchè quando fermerà un'altra nave crescerà ancora nei sondaggi e la volta dopo pure, ma dalla quarta cosa farà ? Ormai lo attendono al varco.

titina

Gio, 14/06/2018 - 14:37

perchè spaventa? se una persona ci tiene all'Italia deve solo volere che si governi bene, non importa chi sta in poltrona. o ci tengono alla poltrona?

peter46

Gio, 14/06/2018 - 14:40

Ca...volo Minzolini...c'erano stati commentatori(s/za fare nomi)ch e sulla 'nullità del Salvy 17% nei riguardi del 32% del Di Maio, avevano 'costruito' la loro "Othelmità" ed arriva lei...a 'svestir li' di quelle previsioni?Certo...è un pò difficile 'entrare' nelle circostanze e pensare che un 'reddito di cittadinanza',o una flat (senza 'allargarci' sull'utilità o meno e per chi)o l'ipotetico condono,non possono avere i tempi di una "Aquarius" capitata in una mattina di giugno al largo di Malta e dunque 'bisognosa' di rapida soluzione e 'consenso'.Come magari anche una definitiva 'rivisitazione' del 'trat di Dublino' ha anche bisogno dei tempi di chi l'europa la guida,che non siamo noi pur avendo,o per il fatto di avere,un tajani fra i vertici della stessa...si preoccupi del fatto che Salvy sta 'trombando' fi,cav compreso,piuttosto,e che il 'conflitto d'interessi' sta in buone mani pur avendo bisogno anch'esso di 'tempo'...per far 'rosicare' intanto, se non altro.

oracolodidelfo

Gio, 14/06/2018 - 14:47

Atlantico 14,24 - a mio parere, sotto sotto, Salvini sta cercando di isolare Angela Dorothea Kasner (in arte Angela Merkel) .....Seehofer apprezza..

nopolcorrect

Gio, 14/06/2018 - 14:53

Salvini ha prima di tutti e sopra a tutti capito che gli Italiani NON VOGLIONO IMMIGRATI CLANDESTINI E NON VOGLIONO AFRICANIZZARSI. Punto. Il resto sono chiacchiere. Il M5S si sta salvando grazie a Toninelli. Se la Marina Militare invece che fare la staffetta con gli scafisti respingesse gli abusivi paraculi cosiddetti migranti, il Ministro Trenta diventerebbe rapidamente altrettanto popolare quanto Salvini.

Atlantico

Gio, 14/06/2018 - 15:20

oracolodidelfo, isolare la Merkel ? Davvero non esistono più gli oracoli di una volta ( infatti quello vero stava a Delfi ).

schiacciarayban

Gio, 14/06/2018 - 15:21

Salvini, oltre ad essere più concreto, propone e fa cose fattibili, mentre Di Maio propone, e per il momeento non fa, cose assolutamete infattibili, tipo reddito di cittadinaza, abolizione art. 18 ecc. Quindi è chiaro che Salvini domina la scena e Di Maio è destinato a ruoli da gregario.

giovanni951

Gio, 14/06/2018 - 15:21

in questo momento il problema clandestini è molto sentito e siccome se ne occupa principalmente il ministro degli Interni, è ovvio che Salvini abbia più visibilità di DiMaio. Poi si vedrà.

giovanni951

Gio, 14/06/2018 - 15:24

in ogni caso, anche Di Maio spazia sui temi immigrazione quindi, per ora, pari sono. Anche se effettivamente Salvini è su un altro pianeta vista anche la sua esperienza da politico.

Libertà75

Gio, 14/06/2018 - 15:27

l'elezioni del 2020 saranno possibili solo sei 5stelle esisteranno ancora, intanto il progetto "Lega stellata d'Italia" procede dritta, se qualcuno esce è già pronta FI. Resteranno 5 anni e fra 5 anni ci sarà un unico partito trasversale con tutte le persone che pensano prima al Paese!

carlottacharlie

Gio, 14/06/2018 - 15:32

I grillini son citrulli e da qui non si scappa. Salvini sa fare il suo mestiere ed i grillini, benchè abbiano paura, si accodano perchè sanno che se la Lega se ne va loro sarebbero con le classiche pezze al fondoschiena. Sempre tanto di cappello alla Lega che ha nel Dna la competenza e voglia di lavorare.

jaguar

Gio, 14/06/2018 - 15:33

Salvini è un politico navigato, con diversi anni di esperienza, i grillini a confronto sono dei dilettanti. Forse ha ragione chi prevede la Lega fagocitare la parte meno a sinistra del M5S, ma comunque basta guardare il voto di domenica scorsa per capire che il movimento si sta ridimensionando.

Ritratto di wilegio

wilegio

Gio, 14/06/2018 - 16:00

Continuate pure a soffiare sul fuoco e ad aizzare gli illusi grillini! Questo ormai è il piano scopertoa e palese di tutti i trombati che sono rimasti fuori dal governo. Ma non so se vi dirà molto bene!

gbgiangi

Gio, 14/06/2018 - 16:17

ho 52 anni e per la prima volta , mi sento rappresentato (meravigliosamente) da un politico

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Gio, 14/06/2018 - 16:21

infatti Berlusconi non spaventa neanche i koala...

chiara63

Gio, 14/06/2018 - 17:08

"Salvini fa il vero premier e spaventa Di Maio & C." più che altro spaventa i milioni di italiani che non credono in quel quaquaraqua che con la sua arroganza ci porterà a sbattere, la troppa voglia di potere e protagonismo del ducetto è alquanto pericolosa.

cangurino

Gio, 14/06/2018 - 17:17

@Atlantico, cercare una sponda in Austria e Visegrad non è così miope come potrebbe sembrare. L'obbiettivo prioritario è quello di bloccare la migrazione di massa, in seconda istanza la redistribuzione. Anche la Germania, causa mutamento dell'elettorato, sta andando in questa direzione e se le Germania cambia, cambia l'UE, non c'è alcun dubbio.

maxtx

Gio, 14/06/2018 - 17:27

La frizione arriverà ma Salvini non è stupido da cercare di monetizzare i sondaggi con una crisi di governo che verrebbe guidata da Mattarella e dai sodali di Repubblica verso un governo M5S-PD-LEU. La mia idea è che andranno avanti per almeno 18 mesi per fare le riforme base. Mi preoccupa invece il latrato estero con "esimi" giornalisti (tipo Udo Gumpel et similia ospitati sempre da Giannino) che ci vogliono convincere che la vicenda acquarius è una bufala. Se questo già vi fa ridere sentite questa di Gumpel: dal 2015 la germania ha accolto 3 milioni di rifugiati il 25% dei quali ha trovato un lavoro in regola. Se ne fossero entrati anche solo 25 mila la Baviera avrebbe preso a calci la Merkel. Ci rendiamo conto di chi sono Giannino e media asserviti?

oracolodidelfo

Gio, 14/06/2018 - 21:26

atlantico 15,20 - sono perfettamente al corrente che l'Oracolo era a Delfi.