Salvini: "Nessuno sconto per i vermi. Per loro castrazione chimica"

Il commento del ministro dell'Interno Matteo Salvini è durissimo

"Per i vermi violentatori di Catania, che hanno stuprato una turista, nessuno sconto: certezza della pena e castrazione chimica!". Il commento del ministro dell'Interno Matteo Salvini è durissimo. E d'altronde quello che è successo nella città siciliana fa venire i brividi.

Violentata a turno da tre giovani che hanno filmato gli abusi. La vittima è una ragazza americana di 19 anni che da tre mesi era a Catania ospite alla "pari" di una famiglia per la quale faceva la baby sitter. I tre, giovani della città 'benè, sono stati arrestati dai carabinieri: l'accusa, gravissima, è di violenza sessuale di gruppo Roberto Mirabella di 20 anni, Salvatore Castrogiovanni e Agatino Spampinato tutti e due di 19 anni, sono stati fermati dagli uomini della stazione di piazza Verga lo scorso 21 marzo, sottoposti ad interrogatorio di garanzia sono stati rinchiusi nel carcere di piazza Lanza su disposizione del gip che ha convalidato il fermo ed emesso ordinanza di custodia cautelare in carcere. La vicenda risale al 15 marzo quando la ragazza, che non parla italiano ma comprende perfettamente la lingua, nella tarda serata è stata avvicinata dai tre giovani insieme con un'amica in un bar di via Teatro Massimo.

Questi si sono intrattenuti con lei dopo che era rimasta da sola. E dopo averle offerto da bere l'hanno convinta a spostarsi in un altro bar della zona. Una volta in strada si sono avvicinati con una banale scusa alla loro auto e l'avrebbero obbligata a salire. Sarebbe iniziato così l'incubo per la giovane. Uno dei tre le avrebbe intimato di stare zitta e, afferrandola per un braccio, l'avrebbe spinta sul sedile posteriore. La 19enne, confusa e spaventata, avrebbe tentato di nascosto di chiamare il 112, ma uno dei tre giovani glielo avrebbe impedito. Fermata l'auto in un luogo appartato vicino piazza Europa, come ricostruiscono le indagini, i tre giovani avrebbero abusato a turno della vittima e ripreso le fasi della violenza con i loro telefonini. Il giorno seguente, la ragazza ha parlato al telefono con la madre e la sorella che l'hanno incoraggiata a denunciare quanto le era accaduto. Quindi ha chiesto aiuto alla famiglia che la ospita, la quale a sua volta, sentiti i fatti, ha contattato un amico che presta servizio nei carabinieri. La vittima, ascoltata dai militari della stazione di Piazza Verga, ha denunciato tutto ai militari che, coordinati dal magistrato di turno della procura e dai magistrati del pool specializzato nei reati di violenza di genere, hanno ricostruito minuziosamente quanto raccontato dalla ragazza e hanno identificato i tre. I militari hanno acquisito alcune registrazioni audio-video fatte dalla giovane all'interno del bar, e un video inviatole la mattina successiva, sul suo profilo social, da uno degli autori della violenza, che la invitava ad un nuovo incontro, "non manifestando così alcun pentimento per il grave reato commesso" come segnalano gli inquirenti. Atti d'accusa nei confronti dei tre.

Commenti
Ritratto di etaducsum

etaducsum

Mer, 27/03/2019 - 11:42

Un’altra delle tantissime cose che Salvini farà, come dicono a Cagliari, «DOMAI».

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Mer, 27/03/2019 - 12:15

D'accordo. Ma va fatto immediatamente. Non aspettiamo le calende greche. Pene esemplari e, per esemplari intendo carcere duro.

Algenor

Mer, 27/03/2019 - 12:25

Invece di proporre la difficilmente attuabile ed aggirabile castrazione chimica che oltretutto non da giustizia alle vittime (al contrario di quella fisica), perché Salvini e la Lega non propongono di innalzare drasticamente le pene (che attualmente vanno dai 6 ai 12 anni) portandole ad esempio da un minimo di 24 ad un massimo di 48 anni (4x) cosí che per quanti sconti di pena ed attenuanti gli concedano, almeno una ventina d'anni di galera le bestie colpevoli se li scontano tutti, uscendo dal carcere con la disfunzione erettile? Cosí le vittime otterrebbero giustizia e non ci sarebbe nemmeno bisogno della castrazione chimica.

dado1

Mer, 27/03/2019 - 12:25

questi sono i tuoi italianissimi fratelli caro salvini…...davvero delle bellissime persone…..magari potresti togliere la cittadinanza italiana…...troppo ridicolo

antonioarezzo

Mer, 27/03/2019 - 12:27

etaducsum Mer, 27/03/2019 - 11:42 può essere finchè ci sono le zecche all'opposizione sarà dura.....ma manca poco, tranquillo compagno.

pmario

Mer, 27/03/2019 - 12:43

Purtroppo non è fattibile perchè non previsto dalle leggi attuali, ma sarebbe un segnale molto importante. I soliti sinistroidi ricordano che sono italiani, certo sono bestie italiane al pari di tutte le altre bestie straniere che compiono questo tipo di reato e la punizione deve essere esemplare per tutti. Mi rimane il dubbio che qualche avvocato riuscirà a convincere il giudice che in fin dei conti sono dei “bravi ragazzi”.

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Mer, 27/03/2019 - 12:50

Le pene pecuniarie sono il vero deterrente,se minorenni a carico dei genitori.30'000 euro e nessuno ci provera' piu'.

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Mer, 27/03/2019 - 12:53

Algenor, d'accordissimo.

MEFEL68

Mer, 27/03/2019 - 13:12

@@@ dado1 12:25 Forse, per minimizzare i reati compiuti da migranti, vuoi far rimarcare che anche gli italianissimi tuoi fratelli delinquono. Certo che gli italiani delinquono. La mafia l'abbiamo inventata noi. Ma è proprio per questo che non abbiamo bisogno di importare altra delinquenza; già abbiamo la nostra quota che basta e avanza. Ti faccio un esempio sperando che tu lo capisca: se una madre ha un figlio drogato e delinquente, cosa fa? Piange e soffre in silenzio e se lo tiene. E' suo figlio! Ma non per questo si porterebbe a casa tutti i delinquenti del quartiere. Chiaro???

Guido_

Mer, 27/03/2019 - 13:24

Il solito fanfarone: parla, parla ma non fa mai niente. I clandestini sono in aumento, di espulsioni nemmeno l'ombra ed i ladri ed i violentatori in Italia hanno trovato il loro bengodi. Ma la vuole capire Salvini (e chi lo elegge) che si lavora in parlamento e nella sede del ministero e non nei programmi televisivi e nelle sagre paesane sparandosi selfie da mattina a sera?

maurizio-macold

Mer, 27/03/2019 - 13:33

Ed anche oggi la sparata propagandistica di bullo Salvini e' arrivata. La caccia del bullo legaiolo ai voti dei babbei continua ...........

maurizio-macold

Mer, 27/03/2019 - 13:34

Signor MEFEL68 (13:12), mi pare di capire che per lei ogni immigrato e' un delinquente, o no ?

ginobernard

Mer, 27/03/2019 - 13:56

"Il solito fanfarone: parla, parla ma non fa mai niente" mica può decidere da solo e poi come qualcuno faceva notare non è una pena prevista dal codice penale ... per ora. Credo che si tratti di una manifestazione di intenti nel caso potesse decidere lui in autonomia. Una posizione piuttosto condivisibile visto l'accanimento e anche il video girato ... chi non ha rispetto non merita rispetto. Sono delle carogne.

Ritratto di Pettir45

Pettir45

Mer, 27/03/2019 - 14:20

Parole ricorrenti - di circostanza - ma forse non realizzati perché "impotente"...nei fatti?

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Mer, 27/03/2019 - 14:25

Antonioarezzo (Mer, 27/03/2019 - 12:27) – Mi hanno chiamato in molti modi, tanto in queste discussioni in rete, quanto nella vita reale: medioevale, ixxxxxxxe, ignorante, fascistoide,.. non è che sono riusciti ad offendermi. Lei lo ha fatto chiamandomi «compagno». I «compagni», quelli che lei chiama «zecche», sono all’opposizione, ma ce ne sono molti di più nella maggioranza di questo governo... «mai con i comunisti». A cominciare dal leoncavallino fondatore di comunismo padano, passando per i seguaci di Grillo, fino ai PCI che non hanno nemmeno voluto cambiare pelo, riciclati nel m5s. SalFini vuole tenere il piede in due staffe, nel CDX e con questo governo. É diventato, o forse lo è sempre stato, l’uomo del DOMAI faremo...

Algenor

Mer, 27/03/2019 - 14:25

Ricordo ai lettori che la Lega é socio di minoranza della maggioranza di governo, dominata numericamente dal M5S che é in partito di sinistra, al quale appartiene il ministro della giustizia Bonafede al quale spetta di proporre le riforme al codice penale.

baio57

Mer, 27/03/2019 - 14:36

Le zecche rosse oggi si sono date appuntamento,come zitelle isteriche sul balcone di una casa di ringhiera.

titina

Mer, 27/03/2019 - 14:52

xElvissso. d'accordo sul risarcimento danni, ma almeno 500000 euro

Algenor

Mer, 27/03/2019 - 14:59

@Maurizio-Macold, ci sono nazionalitá di immigrati che popolano da decenni la cronaca nera del centro-nord Italia e che hanno tassi di criminalitá (numero di denunciati/condannati x 100.000 abitanti) per reati contro la persona ed il patrimonio sono ben piú alti di quelli dei cittadini italiani e questa proporzione aumenta enormemente nel caso dei clandestini, mostrando quindi una spiccata propensione al comportamento violento e criminale.

MEFEL68

Mer, 27/03/2019 - 15:00

@@@ maurizio-macold 13:34 - Assolutamente NO. Ho anche degli amici immigrati che stimo e che ritengo migliori di me. Il problema è che noi non abbiamo le risorse necessarie per soddisfare un gran numero di persone. Cosa possiamo offrirgli? Un lavoro e una casa per costruirsi una famiglia non ci sono neanche per tutti gli italiani. Allora? Si sa che il bisogno induce a delinquere! Molto probabilmente anch'io farei la stessa fine se mi trovassi nella loro situazione.

ilbelga

Mer, 27/03/2019 - 18:22

speriamo il più presto possibile.

Malenadeva

Gio, 28/03/2019 - 07:13

MEFEL concordo ìn pìeno.