San Filippo Neri, muore un paziente dopo aver fumato nel letto

Il paziente, un malato terminale, si sarebbe acceso una sigaretta sul letto d'ospedale che, cadendo, avrebbe provocato un principio di incendio. Si stanno ancora studiando le cause del decesso: l'uomo potrebbe essere morto per cause naturali

È morto nella notte, all'ospedale San Filippo Neri di Roma, dove, proprio qualche ora fa, si era verificato un principio di incendio. Si tratta di un paziente e, secondo quanto riportato da Il Messaggero, da una prima ricostruzione, sembrerebbe che l'uomo, malato terminale in ossigenoterapia, stesse fumando sul letto dell'ospedale. La sigaretta gli sarebbe caduta sul materasso, che avrebbe preso fuoco.

Da una prima analisi, il corpo dell'uomo presenterebbe soltanto due bruciature. Grazie all'intervento dei vigili del Fuoco, le fiamme sono state spente velocemente.

Non è, infine, escluso che l'uomo sia deceduto per cause naturali mentre fumava e che la sigaretta gli sia caduta di mano, dando fuoco al materasso.

Commenti

killkoms

Ven, 25/01/2019 - 14:30

sempre detto che fumare fa male!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 25/01/2019 - 14:35

Sapendo di morire ha chiesto l'ultimo desiderio, una sigaretta.

cgf

Ven, 25/01/2019 - 15:39

malato terminale in ossigenoterapia, neanche cammini (se fumi a letto) e vuoi fumare ugualmente in barba ai divieti ed il [mancato] rispetto che dovresti avere per altri malati e chi ti cura e ANCHE CHI PAGA per alleviare le tue sofferenze. Dovrebbero essere vietate le cure per chi continua a fumare.... bere e drogarsi, leggere o pesante che sia

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Ven, 25/01/2019 - 16:33

cgf: ...quindi che facciamo? Gli diamo una multa? Gli facciamo una bella ramanzina? Lo priviamo delle cure???