Sardegna, Olbia ora vieta le Messe dentro gli edifici pubblici

Il sindaco della città simbolo del turismo in Sardegna vieta ogni tipo di evento religioso nei tre più importanti edifici pubblici cittadini: è la paura del terrorismo

Anche a Olbia, in Sardegna, gli attentati contro i luoghi di culto cristiani fanno paura.

Nel capoluogo gallurese il sindaco Settimo Nizzi ha bandito dagli edifici pubblici ogni evento religioso, "di qualsiasi confessione". Con una delibera di giunta l'amministrazione comunale ha infatti stabilito che il Museo archeologico, l'Olbia Expò e l'anfiteatro “Mario Ceroli” di Porto Rotondo siano chiusi a ogni tipo di celebrazione religiosa. Ma non solo: sono state vietate anche ogni "attività, iniziativa e manifestazione" anche vagamente attinente a qualsiasi Fede.

Ritenuto per la particolare delicatezza dell'attuale situazione geopolitica - si legge nel provvedimento del sindaco - con fenomeni legati al terrorismo internazionale e per il carattere aconfessionale dell'amministrazione pubblica, di dover escludere eventi e/o iniziative che abbiano ad oggetto attività religiose, argomenti di natura religiosa e/o che abbiano finalità di propaganda ed indottrinamento religioso, nonché che possano attenere all'interpretazione di testi sacri".

Secondo la Nuova Sardegna, però, dietro la decisione della giunta olbiese non ci sarebbe solo il timore di attentati ma anche una "pretesa aconfessionale" dell'amministrazione pubblica.

E anche la Chiesa è rammaricata: il vescovo di Tempio-Ampurias, monsignor Sebastiano Sanguinetti, si domanda se non ci troviamo di fronte a una "decisione affrettata", presa "sull'onda emotiva" del terrorismo.

Commenti

VittorioMar

Mer, 27/07/2016 - 10:40

....devono cambiare i simboli delle loro bandiera!!...se gli ospiti hanno timore degli ospitati!!....cosa ne pensano gli "Indipendentisti Sardi"??

Ritratto di gattofilippo

gattofilippo

Mer, 27/07/2016 - 10:49

Giusto così. In uno stato laico ognuno professi liberamente la propria fede nei luohi deputati a farlo. Uno stato laico e serio deve chiudere tetti quei luoghi anche privati privi di autorizzione. Voglio vedere i moderati come reagiranno qualore venissero chiuse le moschee abusive.

blackindustry

Mer, 27/07/2016 - 11:23

Posto che uno Stato laico come quello italiano deve separare religione da gestione della res publica, sara' interessante vedere come NON lo faranno con l'Islam. Infatti succedera' che dopo secoli di lotta per liberarci dal giogo religioso, stiamo lasciando adesso lo spazio libero all'Islam, che tramite i musulmani occupera' tutti gli spazi, pubblici e privati. Il dramma occidentale e' che si ha a che fare con un nemico che non si conosce e che mente per arrivare in vetta al nostro potere. Magdi Cristiano Allam, Oriana Fallaci, qualche vescovo e sacerdote della Chiesa (fuori dalla linea papale) ce lo dicono quotidianamente, ma li si ignora perche' politicamente scorretti.

Raoul Pontalti

Mer, 27/07/2016 - 11:23

Il sindaco farsitaliota che ha buttato il denaro pubblico per vendette personali (il caso della dipendente comunale cacciata e poi dovuta reintegrare con gli stipendi arretrati) tenta di battere propagandisticamente i legaioli vietando di fatto ai soli musulmani di pregare in quei luoghi essendo gli islamici gli unici a richiedere talvolta qualche spazio pubblico essendo privi di loro luoghi di culto.

honhil

Mer, 27/07/2016 - 11:28

Quel sindaco, che grazie anche ai voti di Sinistra Ecologia e Libertà e a quelli del Partito Democratico governa Olbia, la prima cosa che fa in questo frangente è quello di tingersi di rosso e di proibire, nel nome di quel multiculturalismo che tanti lutti adduce agli europei, le messe negli edifici pubblici. A quando la chiusura delle chiese come aperta sottomissione all’Isis?

guardiano

Mer, 27/07/2016 - 12:58

Questa specie di sindaco mi fa ridere anche se c'è da piangere, proibisce tutte le manifestazioni religiose perche una è violenta, come dire italioti vi proibisco di tenere cose di valore in casa perche sono esca per i ladri, oppure ragazze vi proibisco di portare la gonna corta perche provocate gli ormoni maschili, comunque i cittadini di olbia l'hanno votato giusto che se lo godano

Libertà75

Mer, 27/07/2016 - 13:52

@Pontalti, certo che per un individuo che si vanta di avere un certo bagaglio culturale (sempre nullo quando parla di economia) e che sente il bisogno di utilizzare termini come "farsitaliota" e "legaiolo", vuol dire che in realtà non ha idee, ma solo insulti e frustrazioni da comunicare. In realtà, tale sindaco è espressione del suo sogno politico, esponenti di FLI (gli ex finiani) che si alleano con il PD... Se proprio sente il bisogno di insultare qualcuno, usi lo specchio, perché costui rappresenta lei in pieno, un ex camerata innamorato di Renzi. Saluti a lei!

Luigi Farinelli

Mer, 27/07/2016 - 13:53

Mi sa che il sindaco Settimo Nizzi è un massone che prende la palla al balzo per contrastare (più che l'Islam) il cristianesimo, principale avversario della massoneria. La racconti a qualcun altro la balla della prevenzione contro gli attacchi terroristici. La prossima mossa quale sarà, quella di espiantare le croci dai cimiteri cristiani poiché disturbano gli integralisti dell'Isis?

il_viaggiatore

Mer, 27/07/2016 - 15:01

Uno dei motivi per cui giustamente i musulmani ci disprezzano è il fatto che ci rendiamo eunuchi con le nostre stesse mani. Confesso che ho capito solo tardi che l'Illuminismo che ci ha resi laici è un prodotto, sia pur critico, del Cristianesimo stesso. E infatti nessun'altra cultura l'ha avuto. Per dirla con le parole di Oriana Fallaci, anche gli atei da noi sono "atei cristiani", per quanto vogliano fare i mangiapreti (e lo dico non avendo certo simpatie clericali).

vince50_19

Mer, 27/07/2016 - 15:17

Luigi Farinelli - In effetti .. Certo che una decisione del genere è semplicemente vergognosa. Questo è un cialtrone che, invece di chiedere sicurezza per quelle cerimonie, fa il giuoco di questa manica di esaltati fondamentalisti islamici il cui unico scopo è quello di diffondere la paura e dunque va cacciato di corsa e in malo modo. Vorrei proprio vedere se, usando un metro di equanimità, ha il coraggio di vietare riunioni nei cosi detti centri culturali islamici dove si fa "di tutto e di più", oltre che pregare.

Ritratto di ohm

ohm

Mer, 27/07/2016 - 16:06

Pontalti = bastian countrari (forever)

tzilighelta

Mer, 27/07/2016 - 16:46

e figurati se Farinelli non ne approfittava per sparare l'ennesima minchiata sui massoni anti cristiani, il nostro sindaco (io sono Olbiese) già protagonista qualche giorno fa per aver vietato la proiezione del film di Sabina Guzzanti "la trattativa" adducendo presunte offese agli elettori di forza italia ha fatto ridere tutti manco fosse Kim il Jong, adesso vieta di pregare in luoghi pubblici (cosa peraltro mai accaduta prima, di pregare intendo) però Massone no, questo non si può accettare!

linoalo1

Gio, 28/07/2016 - 08:04

Meglio poco che niente!!!Speriamo che,prima o poi,Tutta L'Italia cominci a reagire all'Invasione!!!!Italiani,pensate al futuro dei Nostri Figli!!!Questo,dovrebbe essere il Pensiero Guida Nel Nostro Futura,fregandocene del Papa e dell'Europa!!!!

Luigi Farinelli

Gio, 28/07/2016 - 09:27

tzilighelta: si studi cosa sia la massoneria e quali siano i suoi scopi. Avrà così anche un'idea chiara del perché l'intera civiltà occidentale sia in corso di destrutturazione. Le accelero il percorso: legga le dichiarazioni di alcuni Grandi Maestri, come per esempio Alain Bauer del Grande Oriente di Francia il quale, forse preso dall'euforia nel constatare quanto ormai il processo di dissoluzione, propedeutico alla "Repubblica Universale", sia ben avviato (e così quello dell'"uomo nuovo", ossia la gallina d'allevamento della società in divenire) è andato a ruota libera in un'intervista del Nouvelle Observateur, confermando come il mondo occidentale sia già ora suddiviso fra "illuminati" autoeletti e "popolo bue", risultato del rincoglionimento di massa mediatico operato dal regime (massonico).

tzilighelta

Gio, 28/07/2016 - 11:15

Dai Farinelli lascia stare i complotti mondialisti, si tratta di lobby alla ricerca di nuovi mercati, destabilizzano qua e la per creare nuove opportunità e muovere capitali, nessun mistero, ladroni autorizzati fin dalla notte dei tempi!

Luigi Farinelli

Ven, 29/07/2016 - 13:36

tzilighella: tra i guasti maggiori operati dal citato rincoglionimento indotto di massa c'è pure quello della spinta ad atrofizzazione i processi logici cerebrali così da impedire la capacità di un individuo a fare associazioni, ragionamenti, deduzioni, da solo, trovando da solo il significato dell'orrendo mosaico che sta rendendo la vita difficile ai cittadini tutti, ossia, sia a quelli che hanno avuto l'intelligenza intuitiva per sgamare la situazione ma anche a quelli (le oche ammaestrate del regime) che quella situazione stanno contribuendo a rafforzare grazie alla loro stolidità e assuefazione ai diktat del Pensiero Unico. Del resto, da una società resa per calcolo femminilizzata(ossia incapace di sussulti VERTICALI di attiva reazione ma spingente all'adattamento ORIZZONTALE per quieto vivere) cosa vuoi pretendere?