Sassari, capotreno aggredita e palpeggiata sul treno

Alcuni ragazzi che viaggiavano senza biglietto hanno accerchiato la donna palpeggiandola: è in stato di choc

Ancora un'aggressione a bordo di un treno. Questa volta la vittima è una capotreno che alla Stazione marittima di Porto Torres sarebbe stata aggredita e molestata sessualmente da un gruppo di nigeriani. Subito dopo l'aggressione la donna si è rivolta ai medici del pronto soccorso di Sassari e in questo momento si trova sotto osservazione perché è in stato di choc. L'episodio è avvenuto questa mattina su un treno diretto a Sassari. La capotreno ha subito l'aggressione durante un controllo dei biglietti. La Polizia ferroviaria ha identificato gli aggressori. La violenza è scattata dopo la richiesta dei ticket di viaggio. I ragazzi erano senza biglietto e così hanno deciso di accerchiare la donna per poi aggredirla e palpeggiarla. E a denunciare quanto accaduto sono stati i rappresentanti sindacali della Fit Cisl: "Non si può continuare così, con i lavoratori dei trasporti in balia dei violenti - dichiara Antonio Piras, segretario generale di categoria - Ormai registriamo un episodio di violenza al giorno e le lavoratrici e i lavoratori non possono essere lasciati soli. Chiediamo a Protezione aziendale di Trenitalia un incontro urgente per valutare ulteriori azioni e iniziative da mettere in campo per meglio tutelare l’incolumità fisica del personale di front-line". Insomma il personale che lavora a bordo dei treni tutti i giorni deve fronteggiare questi rischi che di fatto espongono i controllori a violenze gratuite.

Commenti

Userlaser

Sab, 15/07/2017 - 22:42

Ancora non è niente. Ve ne accorgerete fra un pò quando si saranno accasati. Ci pentiremo di questa follia e ce ne pentiremo nolto amaramente. Come la rigiri finisce malissimo. Solo dei pazzi si fanno entrare in casa centinaia di migliaia di sconosciuti tutti insieme. Dei pazzi irresponsabili.

Ritratto di ohm

ohm

Sab, 15/07/2017 - 23:00

questi 'DONI DI DIO' credono di fare cosa vogliono a dispettodalla legge ....ma meno male che c'è la boldrini che ci conferma che ''IL LORO LORO MODO DI VIVERE SARA' IL NOSTRO'''!!!!!!AH!POVERETTI!

giancristi

Sab, 15/07/2017 - 23:24

Questa è la gente schifosa che manteniamo per anni negli hotel a tre e quattro stelle, mentre i terremotati vivono nei camper. Grazie Renzi. Grazie PD.

uberalles

Dom, 16/07/2017 - 00:20

La prossima volta mandiamo la "presidenta della camera", anche "capa femminista" a controllare i biglietti!!

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Dom, 16/07/2017 - 02:42

Ahi serva Italia di dolore ostello...... Naturalmente i maestri del pensiero corretto giammai esprimeranno la loro indignazione nei confronti di questi diversamente bianchi....ekkekavolo chiamiamoli per quello che sono: delinquenti negri. Solo i 'fassisti' si indigneranno. Per le comari del pianerottolo di sinistra......va tutto ben. Non se ne rendono conto ma quando la misura sará colma e quando gli italiani si saranno veramente rotti i maroni......allora si che ne vedremo delle belle.

AndyFay

Dom, 16/07/2017 - 05:18

Sono stati identificati e non sono in galera. Questi schifosi lo sanno che non gli fanno niente. Noi italiani come riusciamo ad accettare che un governo permetta tutto ciò?

bezzecca

Dom, 16/07/2017 - 06:37

Qualcuno ricordi alla capotreno che i molestatori sono persone che fuggono dalla guerra e dalla fame.

LostileFurio

Dom, 16/07/2017 - 07:24

Certo che se agli assalitori non fanno poi mai nulla di serio per punirli....

il sorpasso

Dom, 16/07/2017 - 08:19

E' a conoscenza la Boldrini di questi episodi? Questi individui li ritiene ancora delle risorse? Perchè non si fa un referendum?

Algenor

Lun, 17/07/2017 - 01:56

@AndyFay, ringrazia la corte costituzionale che abrogó la norma del pacchetto sicurezza votato dal centrodestra che prevedeva la custodia cautelare obbligatoria per chi veniva arrestato per violenza sessuale. Finche la corte costituzionale potrá abrogare le leggi del parlamento e la magistratura potrá applicarle o disapplicarle secondo la propria libera ed insindacabile interpretazione, in questo paese non cambierá un tubo e rimarrá un paradiso per balordi e criminali di ogni provenienza. Ringraziamo i parlamentari di centrodestra che in otto anni trascorsi nelle camere non hanno mai modificato la costituzione, pur avendo larghe maggioranze per farlo.