Sassari, minaccia la ex e aggredisce agenti: arrestato senegalese

Il senegalese, un 28enne già noto alle forze dell’ordine, si è scagliato contro gli agenti anche una volta giunto negli uffici per gli accertamenti

Un senegalese di 28 anni, già noto alle forze dell'ordine, è stato arrestato nella serata di martedì dai poliziotti della Questura di Sassari con le accuse di violenza, minaccia e resistenza a Pubblico ufficiale.

Gli agenti della Sezione Volanti, durante un servizio di controllo del territorio, a seguito di una segnalazione sono intervenuti nel quartiere di Luna e Sole per un violento litigio in corso tra una donna ed il suo ex compagno. Giunti sul posto, i poliziotti hanno individuato il ragazzo all’interno del cortile condominiale che, con la forza, cercava di entrare nell’abitazione della ragazza.

Prima che riuscisse nel suo intento, lo straniero è stato invitato dagli agenti a calmarsi e ad allontanarsi dal luogo. L’immigrato, invece di placare la propria rabbia, ha finto di assecondare la richiesta degli uomini delle forze dell’ordine per, poi, ripresentarsi con una sedia di ferro ed un tubo metallico con i quali ha tentato di aggredire i poliziotti.

Questi ultimi, però, non si sono fatti intimorire dalla poco pacifiche intenzioni dell’extracomunitario e, dopo diversi momenti ad alta tensione, sono riusciti a bloccarlo e ad ammanettarlo. La vicenda non era giunta ancora alla conclusione.

Il giovane, una volta sull’auto di servizio, ha continuato nella sua condotta violenta sferrando calci alla portiera ed al divisore in plexiglas interno della vettura. La sua furia non si è placata neanche negli uffici dove, in preda al totale delirio, ha provato di nuovo ad aggredire gli agenti.

Dopo le formalità di rito, su disposizione del pm di turno, il senegalese è stato arrestato e trattenuto nelle celle di sicurezza della Questura in attesa dell’udienza di convalida.