Rissa tra marocchini, uno trafigge il volto del rivale con chiave dell’auto

Trenta giorni di prognosi in ospedale per il 30enne magrebino ferito, solo una denuncia a piede libero per il violento connazionale

Una rissa tra stranieri scoppiata improvvisamente a Sassuolo nella via Radici in Monte si è conclusa con il ferimento di uno dei due contendenti, trasportato d’urgenza in ospedale a causa della gravità delle lesioni subite.

L’episodio ha avuto luogo durante il primo pomeriggio di domenica quando, intorno alle 14, due marocchini hanno dato avvio ad un’accesa discussione. Un alterco ben presto degenerato in violento scontro fisico che ha visti contrapposti i due connazionali, un uomo di 43 anni ed un 30enne.

Dopo qualche colpo incassato, il primo dei due, residente nella provincia di Reggio Emilia, ha impugnato la chiave della propria auto affondando un forte colpo in pieno volto al rivale. Ferito in modo serio e copiosamente sanguinante, il 30enne è stato soccorso da un’ambulanza che è potuta giungere tempestivamente sul posto grazie alle segnalazioni di alcuni residenti. Coi sanitari anche una pattuglia di carabinieri del comando di Sassuolo, che hanno fatto scattare una denuncia a piede libero ai danni del 43enne, con l’accusa di lesioni personali.

Con un serio trauma facciale ed una frattura delle ossa orbitali, il marocchino ferito ha ricevuto in ospedale una prognosi di 30 giorni.

Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Mar, 19/03/2019 - 11:36

indovinate chi pagherà le cure sanitarie di questa risorsa??'