Volano stracci a sinistra, Murgia stronca Veltroni: "Assassino della letteratura"

Scontro a sinistra tra la scrittrice Michela Murgia e Walter Veltroni dopo l'uscita dell'ultimo romanzo dell'ex sindaco di Roma: "L'unico assassinio è quello della letteratura e il colpevole non è il maggiordomo: è Veltroni"

Finalmente qualcuno ha avuto il coraggio di dirglielo. È quanto avranno pensato in molti dopo la stroncatura dell'ultimo libro di Walter Veltroni da parte di Michela Murgia. Da quando si è ritirato dalla politica, con la promessa - non mantenuta - di andare in Africa, l'ex sindaco di Roma e segretario nazionale del Pd si è reinventato regista, scrittore "ma anche" giornalista, soprattutto in campo sportivo. Decine le sue interviste, per quotidiani e riviste della galassia Rcs, a giocatori ed allenatori.

E non solo: "Uolter" ha scritto articoli su vicende spinose del nostro Paese, dagli anni di piombo al periodo delle stragi sino ai fatti più recenti. Un'orgia di "a tu per tu", editoriali e commenti che hanno dato una seconda vita a Veltroni dopo il fallimento della sua carriera politica, stroncata da numerosi fallimenti, l'ultimo le elezioni regionali in Sardegna del 2009, perse dal candidato dem Renato Soru contro Ugo Cappellacci e seguite il 17 febbraio dalle dimissioni di Veltroni da segretario del Pd. Da allora, per non annoiarsi, ha cominciato a scrivere. Saggi ("E se noi domani. L'Italia e la sinistra che vorrei" e "Roma. Storie per ritrovare la mia città") e romanzi ("Noi", "Quando cade l'acrobata, entrano i clown. Heysel, l'ultima partita", "L'inizio del buio", "L'isola e le rose", "Ciao, Milano", "Quando, Milano"), oltre a girare svariati documentari - non di grande successo - come "Quando c'era Berlinguer".

Ma veniamo a Michela Murgia. La scrittrice, nota per il suo best-seller "Istruzioni per diventare fascisti", su Radio Capital ha fatto una recensione per niente lusinghiera dell'ultimo libro di Veltroni, "Assassinio a Villa Borghese". Durante il programma Tg Zero, Murgia ha letto 10 righe del giallo dell'ex leader di Pds e Pd, concludendo il tutto con una stroncatura a dir poco memorabile: "L'unico assassinio è quello della letteratura e il colpevole non è il maggiordomo: è Veltroni". Quindi, dal profondo del cuore, l'appello a Walter: "Ti prego, torna a fare politica. Eri meglio come sindaco che come scrittore".

Veltroni politico "ma anche" scrittore? Meglio di no.

Commenti

Giorgio Colomba

Gio, 14/11/2019 - 11:47

Il fuoco amico brucia di più.

Ritratto di navajo

navajo

Gio, 14/11/2019 - 12:25

Non leggerò mai un libro di Veltroni, ma che la stroncatura venga dalla Murgia è cosa più che comica.

Ritratto di Farusman

Farusman

Gio, 14/11/2019 - 12:30

Perché, la Murgia è una scrittrice? Veltroni è innocente, non può essere l'assassino della letteratura italiana:infatti è stata fatta fuori assai prima dall'epigona (esclusivamente per i natali, ovviamente) di Grazia Deledda

maurizio50

Gio, 14/11/2019 - 12:56

Questa Murgia è a dir poco arrogante e di bassa levatura culturale. In questo caso , tuttavia, forse ci ha preso!!!!

Ritratto di adl

adl

Gio, 14/11/2019 - 13:36

Poichè non ho letto nè l'uno nè l'altra, nè prevedo di leggerli entro il 21 ° secolo, sono lieto di astenermi dal commentare, poi si vedrà.

dante59

Gio, 14/11/2019 - 13:56

Lotta tra titani della sinistra in cui Cencio dice male di Straccio. Personaggi di spessore.

DRAGONI

Gio, 14/11/2019 - 14:25

AIUTIAMOLO A RAGGIUNGERE L'AFRICA PAGANDOGLI SOLO IL BIGLIETTO DI ANDATA , RISPETTANDO COSì QUANTO DA LUI AVEVA PROMESSO DI RITIRARSI A VITA DOPO LE BATOSTE ELKETTORALI.

onurb

Gio, 14/11/2019 - 15:45

A me è sorto un dubbio: vuoi vedere che Veltroni, uomo di parola, non è andato in Africa perché gli Africani gli hanno fatto sapere che non era gradito?

bruco52

Gio, 14/11/2019 - 16:56

"Eri meglio come sindaco che come scrittore...", mah!! ho seri dubbi che sia meglio come sindaco che come scrittore e al dire il vero lo preferisco scrittore, tanto non si è obbligati a leggerlo....il degrado vero di Roma, è cominciato con Rutelli, proseguito alla grande con Veltroni, accentuato con la Raggi, che avrà tante colpe, ma le maggiori, escludendo Alemanno e Marino che ben poco potevano fare, sono quelle dei due predecessori, spacciati come purosangue dalla sinistra, ma rilevatesi due ronzini....

polonio210

Gio, 14/11/2019 - 17:09

Ma no,caro ONURB,Veltroni non è andato in Africa perché gli africani gli hanno detto:"stai pure a casa tanto veniamo noi da te in Italia"