Scempio a Ravenna: vandalizzata la tomba dell'aviatore Ettore Muti

A Ravenna è stata vandalizzata la tomba di Ettore Muti, aviatore pluridecorato e protagonista delle imprese più audaci del secolo scorso. "È l'atto più riprovevole che si possa commettere"

Scempio a Ravenna. Nel cimitero monumentale del capoluogo di provincia emiliano qualcuno ha vandalizzato una tomba. Non una qualsiasi, ma quella di Ettore Muti. Fece carte false per arruolarsi, appena quindicenne, come volontario nella Grande Guerra. Nel 1919 si distinse per entusiasmo e protagonismo nell’Impresa di Fiume, qualità che gli valsero la stima e l’amicizia del poeta Gabriele D’Annunzio. Ed anche quel soprannome, coniato dallo stesso Vate: “Gim dagli occhi verdi”.

Ma, nella carriera di “Gim”, c’è anche l’adesione al fascismo ed il ruolo, ricoperto per un anno, di segretario del Partito Nazionale Fascista. Probabile motivo dell’atto vandalico della scorsa notte. Così, la tomba di famiglia è stata spogliata di tutto. La targa, le coccarde tricolori e la corona d’alloro. Non c’è più nulla.

“Sfregiare la memoria di un combattente è l’atto più riprovevole che si possa commettere”, commentano Mirco Santarelli e Oldo Pasi, referenti dell’Anai (Associazione nazionale arditi d’Italia). “La famiglia di Muti – annunciano i due – sta già provvedendo per vie legali e, in attesa di conoscere il vigliacco, rinnoviamo già da ora la presenza a fine agosto per commemorare il plurimedagliato Ettore Muti”. Il 24 agosto cade, infatti, l’anniversario della morte – avvenuta in circostanze ancora da chiarire – dell’aviatore. E, ogni anno, il raduno è inevitabilmente al centro di stilettate politiche e denunce da parte di Anpi e sinistre.

Commenti

Juniovalerio

Mar, 13/06/2017 - 22:16

poveri ignoranti , con l' aggravante di essere antifascisti e comunisti

Ritratto di Nahum

Nahum

Mar, 13/06/2017 - 23:40

Atto non giustificabile Ma Ettore muti era stato oltre che un eroe di guerra l'incarnazione e il simbolo di un certo tipo di fascismo Non oarkate di aviatore forse gerarca o simile è più adatto a ricordarlo anche se come detto fu uomo retto e coraggioso.

T-800

Mer, 14/06/2017 - 00:04

I soliti antifascisti comunisti: forti solo con i morti o in 100 contro 1, appena sono uno contro uno scappano a gambe levate da vigliacchi quali sono!

Una-mattina-mi-...

Mer, 14/06/2017 - 00:22

LA MAMMA DI QUELLI LI' E' SEMPRE INCINTA, ANCHE SE NON SI SA BENE DI CHI

ESILIATO

Mer, 14/06/2017 - 00:58

ANPI fucina di odi deve essere messa fuori legge.....

il sorpasso

Mer, 14/06/2017 - 06:15

Facile vincere facile con i morti! Vergognatevi.

fifaus

Mer, 14/06/2017 - 06:32

vigliacchi. Degni eredi di colui che fece ammazzare a tradimento Muti: Badoglio

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mer, 14/06/2017 - 08:36

Dio di potenza e di gloria che doni l’arcobaleno ai nostri cieli noi saliamo nella Tua luce per cantare, con il rombo dei nostri motori la Tua gloria e la nostra passione . Noi siamo uomini ma saliamo verso di Te dimentichi del peso della nostra carne purificati dei nostri peccati. Tu, Dio, dacci le ali delle aquile, lo sguardo delle aquile, l’artiglio delle aquile, per portare, ovunque Tu doni la luce, l'amore, la bandiera, la gloria d’Italia e di Roma . Fa, nella pace, dei nostri voli il volo più ardito: fa, nella guerra, della nostra forza la Tua forza, o Signore, perchè nessuna ombra sfiori la nostra terra. E sii con noi, come noi siamo con Te, per sempre.

Aleramo

Mer, 14/06/2017 - 08:59

Eroe di un'Italia scomparsa ma che dovrebbe risorgere.

paco51

Mer, 14/06/2017 - 09:09

Come dice il Signore "avranno il cento per uno". da parte dei buoni di sicuro!

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mer, 14/06/2017 - 09:52

Vandalizzare la tomba di chiunque si tratti è sempre e solo un atto da infami.

Marcello.508

Mer, 14/06/2017 - 10:12

La grande guerra fu molto sentita dagli italiani: non per nulla ad es. nel sacrario militare di Redipuglia, dove quasi tutti gli anni vado a rendere omaggio ad un parente della mia consorte morto in quella dolorosa circostanza, riposano oltre 100mila militari che hanno combattuto quella guerra dando la vita per quella bandiera tricolore. Chi ha commesso questo atto vandalico va perseguito e condannato senza se e senza ma.

Marcello.508

Mer, 14/06/2017 - 10:19

Nahum, cosa prevale secondo lei: l'eroismo di questo ragazzo-combattente per la libertà dell'Italia o il fatto che sia stato un punto di riferimento del fascismo? Per quei figlidi la seconda ipotesi e fare scempio della sua tomba. Lei da che parte sta? Io sto dalla parte della storia e del contributo dato da Muti alla vittoria dell'Italia. La sua adesione al fascismo è avvenuta dopo diversi anni e non la condivido, ma non al punto da approvare quei comportamenti stupidi, infantili che nel 2017 non dovrebbero neanche essere pensati.

Fatoman

Mer, 14/06/2017 - 10:22

Gentile Elena Barlozzari, Ravenna è capoluogo di provincia in romagna, non in emilia. Saluti

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 14/06/2017 - 10:44

I bastardi sinistroidi,comunistardi e dei csa non si smentiscono mai...

Ritratto di 98NARE

98NARE

Mer, 14/06/2017 - 10:48

BASTARDI, CHIUNQUE SIA STATO !