Scooter rubati e una pistola in casa, preso 26enne

Blitz dei carabinieri a Santa Maria La Carità, in provincia di Napoli. I militari hanno rinvenuto anche marche da bollo e un passamontagna

Due scooter rubati, pistola e passamontagna: finisce in manette un 26enne a Santa Maria La Carità, in provincia di Napoli, dopo un blitz dei carabinieri in casa sua.

L’operazione dei militari è avvenuta nei giorni scorsi nel comune dell’hinterland partenopeo. È stata fatale al giovane la perquisizione domiciliare che i carabinieri hanno portato a termine nella sua abitazione. Lì hanno rinvenuto una pistola semiautomatica calibro 6,35 con la matricola punzonata, completa di un caricatore al cui interno sono state rinvenute quattro cartucce. Hanno ritrovato, inoltre, un passamontagna e 365 matrici di marca da bollo ritenute, dagli inquirenti, provento di furto.

Il colpo, però, è stato quando sono stati scoperti due scooter di grossa cilindrata il cui furto era stato denunciato dai proprietari martedì scorso nella vicina città di Gragnano. Uno dei due ciclomotori riportava alcune abrasioni nel numero di telaio.

Per il 26enne sono scattate le manette. Con le accuse di ricettazione e detenzione di arma clandestina è stato trasferito dai carabinieri presso la casa circondariale di Napoli-Poggioreale.