"Scout speed fuori legge": ecco come fare ricorso

La decisione del giudice di pace di Rovigo: "Non rispetta la privacy degli automobilisti"

Il giudice di pace Mario Campili di Rovigo ha stabilito che lo Scout Speed, l’autovelox "mobile" installato sul Fiat Doblò dei vigili urbani di Solesino, ha accolto, come riporta Il Gazzettino, "i ricorsi di due automobilisti, tra i quali una rodigina, contro la sanzione recapitata dal Comune di Solesino". Il motivo di questa decisione è duplice: "In primo luogo questo modo di operare, secondo il magistrato, viola la disposizione del Codice della strada che prevede che le apparecchiature per la rilevazione della velocità debbano essere sempre segnalate; in secondo luogo, le foto frontali così scattate violerebbero la privacy dell'automobilista, essendo ammesse solo per contestazioni immediate, a seguito delle quali possono essere distrutte".

Commenti

Raoul Pontalti

Mar, 21/07/2015 - 15:31

Bravo giudice!

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Mar, 21/07/2015 - 16:29

Maledetti! Per far pagare gli onesti ne inventano una nuova ogni giorno. Però quando c'è di mezzo un Rom o altro personaggio non contribuente nè assicurato, si girano dall'altra parte e scappano. Maledetti!

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mar, 21/07/2015 - 16:49

LE ISTITUZIONI SONO CONTRO IL POPOLO STESSO, CERCANO DI IMPOVERIRLO PER MANTENERSI IN VITA SPRECANDO RISORSE E DENARO. AVETE CREATO UN MOSTRO CHE CHIAMATE STATO ITALIANO

risorgimento2015

Mar, 21/07/2015 - 19:01

Perche i "vigilotti" a rovigo non multano i gli abusivi stranieri ? e vanno a rompere i santissimi a lavoratori gente comune? (forze perche i clandestini o zingari PICCHIANO.)

01Claude45

Mar, 21/07/2015 - 19:15

Beh, nel rodigino sono anni che vivono di multe da autovelox. Abbiamo più autovelox e similari in Italia che in tutta Europa. Il tutto per la bella vita dei comuni sulla pelle dei cittadini. Ben vengano i magistrati che "ragionano" ANCHE COL BUON SENSO, che purtroppo manca alla polizia urbana .

aitanhouse

Mar, 21/07/2015 - 19:54

voglio solo dire che" il mostro italia" lo abbiamo creato noi,con la nostra indifferenza, con la nostra mania di cercare il potente per la raccomandazione, con il nostro asservimento totale al parroco che faceva campagna elettorale o al nonno che descriveva l'URSS e stalin come il paradiso da raggiungere. Questi due gruppi così lontani in apparenza ,hanno sempre governato con il consenso sottobanco fino all'abbraccio definitivo nel partito del nulla...e solo ora ci accorgiamo del mostro? il vero problema ora sta nel fatto che questi delinquenti associati ci hanno estirpato lo spirito di reazione, ci hanno reso dei pecoroni e ci stanno dominando con il nostro gravissimo silenzio-assenzo.

seccatissimo

Ven, 26/08/2016 - 03:42

x aitanhouse Mar, 21/07/2015-19:54 Completamente d'accordo !