Scintille Madia-Brunetta, lei: "Farò il contrario". E lui: "Zitta e studia"

Scintille tra la titolare della Pubblica amministrazione e l'ex ministro Brunetta

Scintillante botta e risposta tra il neo ministro della Pubblica amministrazione Marianna Maida e Renato Brunetta, che al governo Berlusconi sedeva sulla stessa poltrona "Il nostro è un territorio complesso, che va certamente riformato. Abbiamo idee precise e forti. Renato Brunetta, appena insediato, se la prese subito con quelli che definì 'impiegati fannulloni'. Noi non faremo così, cominceremo dall’alto, dai dirigenti", ha insinuato la Maida. Una dichiarazione improvvida che non solo non tiene conto del colossale lavoro fatto da Brunetta per riformare la pubblica amministrazione, ma che va intesa come una vera e propria minaccia di guerra. Guerra che il capogruppo di Forza Italia alla Camera non intende lasciare cadere.

Le frasi della Madia hanno subito scatenato l'indignazione di Brunetta che, ospite a SkyTg24, ha risposto: "Io ho sempre detto che il pesce puzza dalla testa, quindi forse la dottoressa Madia non ha studiato bene. Come dire, devo essere indulgente, come con uno studente che non è ancora preparato: lo rimando alla prossima sessione d'esame". Un inizio non esattamente felice per il neo ministro che è stata invitata da Brunetta a "rispettare i propri predecessori". Brunetta ha poi concluso: "Forse la Madia è quella che si è sbagliata tra l'altro anche di ministro? È andata a discutere di precari col ministro dello Sviluppo economico? Ecco, se tanto mi dà tanto...", riferendosi immancabilmente alla nota gaffe dell'attuale ministro.

Commenti

marco m

Lun, 24/02/2014 - 11:18

Una domanda all'articolista ed al signor Brunetta: la "colossale riforma" dell'ex ministro in cosa consisterebbe e che risultati avrebbe portato? Perche' a me di risultati ne vengono in mente ben pochi, quindi forse il ministro invece di pensare a rimandare altri dovrebbe pensare alla propria bocciatura.

lorenzo464

Lun, 24/02/2014 - 11:28

Brunetta è una garanzia di voti (agli avversari..)

antidoto

Lun, 24/02/2014 - 11:49

"Il pesce puzza dalla testa", si dice, quindi fate bene ad iniziare dai dirigenti. FATELO, però! FATELO e non parlate troppo.

Massimo Bocci

Lun, 24/02/2014 - 11:50

Assumere altre infornate di COOPTI (Coop) nelle pubbliche amministrazioni (si fa per dire) i COVI-VOTO...PD (si fa per fare SOLO voto di scambio!!!), deve preparare il posto per il futuro/a pargola PD, la tradizione DEL LADRI 47.......... SI RINNOVA NELLA CONTINUITA'!!!! Di padre un figlio come, nelle migliori ETNE COMUNISTE e Rom, le solite attività ANTI ITALIANE di padre in figlio, tanto c'è tanto da RUBARE alla GREPPIA dei BUE ITALICI!!!! Che PAGANO SUPINI!!! E SI FA SVALIGIARE LA CASA,SILENTI!!!! DATO CHE IL REGIME GARANTISCE A TUTTI IMPUNEMENTA'!!!!

Atlantico

Lun, 24/02/2014 - 11:55

Brunetta, essendo un 'cervello' da premio Nobel, se la prese con gli impiegati. Madia, essendo una ragazzina che deve studiare, inizia inizia a chiedere conto ai dirigenti. Secondo voi chi ha più buon senso: il presunto Nobel o la ragazzina ?

giovauriem

Lun, 24/02/2014 - 11:56

marco m, bravo ! non le chiedo i risultati che ha ottenuta la sinistra,perchè non sta bene sparare sulla croce rossa(magari per il colore,si)però certamente lei mi potrà garantire che il governo renzi farà tutto quello che c'è da fare per gli italiani;o no?

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Lun, 24/02/2014 - 12:24

Ora vi dico cosa ha fatto brunetta, mmmm, un attimo ci devo pensare, ecco, ci sono: A parole ha fatto tantissimo nei fatti NIENTE. Non so cosa mai potrà fare questa "nuova" persona ma brunetta ha poco da parlare.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 24/02/2014 - 12:26

"...colossale lavoro fatto da Brunetta per riformare la pubblica amministrazione". Voglio sperare si tratti di una battuta ironica...

blackbird2013

Lun, 24/02/2014 - 12:38

E anch'io vorrei capire dal sig. Angelo Scarano cosa ha fatto di "colossale" Brunetta! Quello che traspare di colossale, al solito,è l'arroganza di Brunetta. Sarebbe ora cominciasse seriamente a guardarsi allo specchio.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Lun, 24/02/2014 - 12:52

La Marianna "la va in campagna quando il sole tramonterà..chissà quando ritornerà" forse è proprio questa l'unica strada che dovrà imboccare questa pollastra senza arte ne parte!

berserker2

Lun, 24/02/2014 - 13:00

Non mi piace ASSOLUTAMENTE la Madia, non mi piaceva Brunetta. Tutti e due non hanno mai lavorato veramente in vita loro. Ma tra le due posizioni sembra più sensata quella della neo-ministra. Sperando che si vada a ritoccare gli eventuali super stipendi di manager e dirigenti pubblici. Poi si vedrà se la giovane età e l'entusiasmo porteranno a qualcosa. Al momento stanno solo riscaldando una sedia.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Lun, 24/02/2014 - 13:19

IN ITALIA LA DEGENERAZIONE IMPUTRIDITA DEL PARTITO DELLA MENZOGNA E DELLA BASSEZZA, DA 25 ANNI SCOMPARSO IN TUTTO IL MONDO, ANCHE NELLA CINA DI MAO. - Sono diventati ricchi spacciandosi per essere dalla parte della povera gente e umiliando gli imprenditori che per la societá creavano benessere e posti di lavoro. Sono entrati a costituire l´apparato pubblico parassita sopra le fabbriche che chiudono e sopra la pelle dei lavoratori trattati come somari affermando di essere i rappresentanti politici della gente sfruttata e dei lavoratori. Non sanno che cosa é il lavoro perché mai hanno lavorato. Sono per la conservazione del diritto alla oppressione acquisito dal loro apparato parassita sopra il Paese con i mezzi polizieschi della menzogna, della diffamazione e della violenza che furono di Jagoda, Yezhov e Beria. In Veritá sono i parassiti piú depravati che mai abbiano fatto apparizione sulla terra. Stanno distruggendo e riducendo il Paese alla miseria, alla imbecillitá e alla fame ... Il loro inganno é caduto in tutto il mondo con il Muro di Berlino e il fallimento dei loro regimi retti sulla menzogna e sulla truffa. Ma in Italia dove la loro menzogna e violenza mentale sono state seminate piú copiosamente che altrove il loro partito degenerato nella putredine é l´unico che segue intatto al potere avendo fatto scempio della Ragione e della Intelligenza di ogni opposizione. Sono la espressione di ció che si possa immaginare di piú falso e rivoltante appartenga al piú angusto, ignorante, ottuso e prepotente egoismo. "Lo scempio delle 1000 imprese al giorno che chiudono e dei suoi lavoratori valorati come pura monnezza non é macelleria sociale"... "Macelleria sociale da evitare assolutamente sarebbe andare a toccare il marciume del loro intoccabile apparato mafioso" ... Magari se arriverá il fallimento del sistema totalitario che hanno imposto al Paese finiranno per pagare tutto lo schifo, il male e le umiliazioni che hanno inflitto alla gente di buona volontá ... Magari ... Marianna Madia, DATTI UNA SVEGLIATA.

Ritratto di pipporm

pipporm

Lun, 24/02/2014 - 13:21

Rispettare i propri predecessori???? No grazie, qui è tutto da cambiare

vincenzo

Lun, 24/02/2014 - 13:22

Ma cosa c'è dire contro la SIGNORA Madia? Non è forse la ex del FIGLIO DI?In Italia siamo quasi come nella Romania di Ceausescu!Un FIGLIO DI è direttore del Tg1, l'altro FIGLIO DI spadroneggia dietro le quinte col beneplacito di papà e mammà piene di orgoglio!

Albaba19

Lun, 24/02/2014 - 13:25

i tornelli!!!! e vi pare poco??

Ritratto di ersola

ersola

Lun, 24/02/2014 - 13:57

2 inetti.

INGVDI

Lun, 24/02/2014 - 14:02

D'accordo Brunetta, ma non vale la pena di prendersela con questa bamboletta. Anche perché deve assolvere al suo compito, come suggerito dal suo partito, quello di difendere l'apparato statale e la sua inefficienza.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Lun, 24/02/2014 - 14:17

Colossale lavoro fatto da Brunetta per riformare la pubblica amministrazione. Ma quando scrivete certe cretinate , non vi viene la nausea ? Capisco che bisogna difendere il proprio posto di lavoro , ma tutto ha un limite.

Ritratto di ContessaCV

ContessaCV

Lun, 24/02/2014 - 14:25

Dalle nostre parti si dice che la scelta fra il marcio e la muffa è ardua, quindi farebbero bene a tacere entrambi.

rinaldo

Lun, 24/02/2014 - 14:27

Anche se nn vale un fico secco e si è gia visto la bella Marianna è ex-fidanzata del figlio di Napolitano. Dunque nn serve il cervello e una buona preparazione, ma un'altra cosa!!!!!! Avete capito cosa intendo. Renzi nn inizia bene. Le raccomandazioni funzionano sempre, a maggior ragione con le ....................................ne

Giorgio1952

Lun, 24/02/2014 - 14:40

Brunetta chi? Ma cosa vuole questo "piccolo" personaggio e non mi riferisco alla statura fisica, lungi da me l'ironia perché io come direbbe Mughini, "aborro" scherzare sui difetti fisici altrui. Ma di quale colossale lavoro di Brunetta mi sta parlando caro Scarano, che cosa è cambiato nella PA me lo dica per cortesia perché io non me ne sono accorto, sono d'accordo che il pesce puzza dalla testa, in questo caso puzza l'ex ministro che fu definito "cretino", nell'intervento alla presentazione della manovra economica, dal suo collega Tremonti. Uno che dice alla Madia che forse non ha studiato bene e la rimanda alla prossima sessione d'esame, che rincara la dose "la Madia è quella che si è sbagliata tra l'altro anche di ministro? È andata a discutere di precari col ministro dello Sviluppo economico? Ecco, se tanto mi dà tanto", in riferimento alla gaffe dell'attuale ministro; dicevo uno che fa queste affermazioni non può essere che cretino. Marianna Madia ha titoli di studio in piena regola : laurea con lode in scienze politiche, specializzata all'Istituto di Studi Avanzati di Lucca, dove ha conseguito il dottorato di ricerca in economia del lavoro; Collabora con l'ufficio studi dell'AREL, l'Agenzia di ricerche e legislazione fondata da Nino Andreatta. Infine non si può dire che sia una raccomandata vantando un pro zio fascista ed una relazione con il figlio di Napolitano, che sicuramente non l'ha caldeggiata a Renzi. Brunetta se tanto mi dà tanto mi sai che hai detto un sacco di cazzate.

Antonio43

Lun, 24/02/2014 - 14:56

Mio nonno diceva sempre: "Povera Italia in mano ai preti!" Meno male che non ha visto in quali mani siamo finiti, come si dice: dalla padella alla brace!

Ritratto di frank.

frank.

Lun, 24/02/2014 - 14:59

Colossale lavoro di riforma??? E come mai la pubblica ammninistrazione fa ancora schifo? Altro che inizio non esattamente felice, secondo me è un inizio felicissimo.

atlante

Lun, 24/02/2014 - 15:06

@CADAQUES 13:19 : L'analisi di CADAQUES è ineccepibile. In Italia si è sviluppata e prolifera, in quantità insolitamente elevata, una specie parassita denominata "idiotus sinistroidus". Le caratteristiche sono la sua singolare capacità di sopravvivere a scapito delle specie umane evolute e produttive. Si caratterizza anche per una singolare capacità mimetica, camaleontica e trasformista, tale che in epoca passata tale parassita veniva classificato come "idiotus fascistoidus". Ma è stato verificato, attraverso approfonditi studi, che si tratta della stessa specie animale parassitaria, la quale si adatta darwinianamente a ogni epoca e secondo le convenienze del momento. E' possibile riscontrare la loro presenza anche in questo blog, nella sopra detta versione attuale di "idiotus sinistroidus". Si possono scoprire facilmente per il livello particolarmente alto di imbecillità individuale e di odio sociale che emanano dai loro pori nauseabondi.

Mr Blonde

Lun, 24/02/2014 - 15:09

Brunetta aveva iniziato bene, anzi benissimo e non solo per le faccine sulle pagine web dei ministeri. Poi però un conto è fermare l'assenteismo dei dipendenti, un conto è alzare il tipo verso i dirigenti via via più importanti, per intenderci quelli che hanno in mano veramente lo schifo pubblico che ci gestisce. Ora o per incapacità o per vigliaccheria e giochi di potere fate voi (io propendo per la seconda) si è fermato al primo livello, colpendo le pause caffè e lasciando intatti sprechi e privilegi ai più alti livelli. Quindi per ora stia zitto

marvit

Lun, 24/02/2014 - 15:55

Ed invece ci si ricorda perfettamente quando Brunetta provava ad innovare nelle PA e tanti fancazzisti sindacalizzati insieme ad idioti di sinistra,in servizio permanente, lo osteggiavano pesantemente. Praticamente sono le stesse "cime" che oggi gli rimproverano di aver fatto poco o nulla. TUTTO ORRIDUME DI RISULTA

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Lun, 24/02/2014 - 16:08

SE; IN ITALIA LA P.A FÁ ANCORA SCHIFO LA COLPA NON É DI BRUNETTA MA DI UN APPARATO KOMUNISTRONZO CHE SI É SEMPRE PIU ALLARGATO DAL 1968 AD OGGI; É SE IN UN PAESE COME L;ITALIA NON SI RIESCE A GIUDICARE QUELLO CHE SUCCEDE É DI CHI E LA COLPA DI TUTTO CIO; ALLORA IL NOSTRO PAESE E CONDANNATO A RIMANERE PER ALTRI 5 SECOLI NELLA MERDA! NON É BRUNETTA OPPURE LA MADIA CHE DEVONO MIGLIORARE IL LORO STILE OPPURE CARATTERE; MA É LA MENTALITÁ TUTTA ITALIANA DI FARE I FURBETTI DANDO SEMPRE LA COLPA AI MINISTRI E DIRIGENTI SE GLI IMPIEGATI STATALI FANNO QUELLO CHE VOGLIONO; É ANCHE SE É VERO CHE IL PESCE PUZZA DALLA TESTA; MA DEL RESTO DEL CORPO CHE NÉ FACCIAMO?! LA TESTA E PICCOLA MA É IL CORPO CHE DEVE FARE IL LAVORO! É SE CI SONO DEI CORPI CHE NON FUNZIONANO ALLORA E MEGLIO ESTIRPARE IL MALE TUTTO IN UNA VOLTA!É IN ITALIA CI SONO 300,000 CORPI CHE SONO DI TROPPO!.

rokko

Lun, 24/02/2014 - 16:12

Mi piacerebbe moltissimo che qualcuno mi spiegasse quale sia il colossale lavoro fatto da Brunetta per riformare la pubblica amministrazione ... Io l'unica cosa che ho notato con l'avvento di Brunetta è che in alcuni uffici postali delle utilissime macchine per pagare in modalità self-service con il bancomat dei bollettini prestampati sono state trasformate di punto in bianco in inutili carcasse per esprimere l'indice di gradimento del servizio con le faccine.

Ritratto di simpatizzante

simpatizzante

Lun, 24/02/2014 - 16:47

Gentile Dott. Scarano come "Simpatizzante" le domando ............non sarebbe molto più utile sforzarsi per informare quanti leggendo Il Giornale di ciò che avviene realmente e di come il "potere finanziario" vada intremotando negli ultimi tre anni? Come mai non viene tradotto il Pdf di UBS Bank dove si è stabilito già a Novembre la sostituzione del "servitore" Letta con il giovine ambizioso e moderno "asservito" Renzi ritenuto imbonitore capace al par di Berlusconi e da questo aprezzato? Certamente i suoi articoli potrebbero attirare lettori/commentanti che potrebbero meglio valutare il loro futuro entrando nella conoscenza di ciò che stanno vivendo accantonando la negligenza che li pervade scenderanno dai "trespoli" dove ripetitivi ripetono e ripetono quanto detto da delinquenziali imbonitori che pregnano la loro mente. Sia gentile Dott. Scarano se é per la libera informazione si faccia coraggio e ci informi delle questioni reali che gradualmente soprimeranno la nostra liberta. Molti più "assetati" ricoreranno alla Sua fonte per abbeverarsi. Grazie

Holmert

Lun, 24/02/2014 - 16:51

Impiegati e dirigenti. Nelle pubbliche amministrazioni esiste una scala gerarchica definita dai livelli di ruoli e responsabilità. Insomma una forbice una volta molto larga, poi man mano convergente verso il centro, sino ad un livellamento orizzontale. Ecco, forse ai compagni sfugge che il loro progressismo ha portato ,con teorie bislacche e farlocche, dalla "verticalizzazione" dei ruoli alla "orizzontalizzazione",ai contratti unici, alla grande ammucchiata ed alla scomparsa dei mansionari. Insomma alla creazione di una macchina anarchica, dove il "capoccia" o i capoccia di un tempo, sono diventati quelli su cui grava la sola responsabilità ed a cui nessuno deve obbedienza. Si guardi ad esempio negli ospedali. Tutti infermieri professionali ,quelli nuovi ,con tanto di laurea, tutti uguali. I medici tutti dirigenti(del nulla) con un direttore. Come dire un esercito di colonnelli con un generale al comando. Prima c'era il primario, l'aiuto, l'assistente, ognuno con i suoi compiti. Ora tutti dirigenti, stesso grado. E che dire della riforma Bassanini? Tutti capoccia e nessun capoccia. Capo del personale, capo dell'ufficio tecnico, capo economato...tutti capi con relativo stipendio. Siete mai andati da un sindaco a protestare? Il quale se ne è lavato le mani e vi ha spedito all'ufficio preposto con il suo capo? Insomma un casino del diavolo. Ed ora i cari compagnucci, artefici del putiferio in tutti i settori, fanno i santarellini, come se non fossero cavoli loro...ma colpa del solito Berlusconi, che sprezzantemente chiamano "il pregiudicato". Condannato per evasione fiscale, lui, con la sua azienda ,il primo contribuente italiano. Che cosa vuole aggiustare Renzi, ciò che è stato ridotto in un cumulo di macerie dal suo partito , in anni ed anni di spicciola ed utopica politica? Ed ora chi vuole prendere per il clo? Sicuramente coloro che della politica italiana non conoscono gli accadimenti passati ed i loro artefici.

maurizio50

Lun, 24/02/2014 - 16:51

Brunetta è partito lancia in resta tentando di eliminare i fancazzisti e gli imboscati dalla Pubblica Amministrazione.Si è fermato dopo la storia della pausa caffè, la cosa più sacrosanta del dipendente pubblico.Quel che meraviglia è che nessuno,tranne il buon Pasquale Esposito,si ricorda che per risolvere il problema bisogna prima combattere coloro che difendono gli sfaticati abituali e gli imboscati tra i pubblici dipendenti, cioè la triplice CGIL-CISL-UIL. Il povero Brunetta dopo la pausa caffè non ha combinato altro , ed è vero; ma tutti coloro che oggi lo considerano una nullità , pensano che forse la bamboletta Madia potrà fare qualcosa contro le bande sindacali che tutti i giorni si occupano dei diritti dei loro associati, strafregandosene altamente se poi gli stessi associati sono scansafatiche, imboscati o percettori di immeritato stipendio, purchè, naturalmente, siano iscritti alle predette organizzazioni abili a tutelare non già chi lavora seriamente ma swoltanto i piantagrane? Di esempi in argomento ne abbiamo a centinaia!!!

biricc

Lun, 24/02/2014 - 16:52

questa signora Maida è carina, almeno in questo senso con Brunetta non c'è confronto. L'enorme lavoro di Brunetta nella p a è diventato un lavoro nano grazie anche alla gentile collaborazione delle varie corporazioni sindacali che tutto vogliono tranne che cambiare le cose.

Bellator

Lun, 24/02/2014 - 17:11

Ma RENZUCCIO,cosa crede !!,che posti Istituzionali di grande importanza,possono essere assegnati a delle matricole !!,ma queste donzellete e donzellone,nelle sedi internazionali cosa dicono,che ne sanno della Complessa macchiana de Ministero della difesa,armamernti impiego di personale e mezzi,logistica,cosa conoscono del Ministero degli esteri,accordi presi,compromessi accettati,Servizi Segreti,operazioni all'estero;come intendono eliminare questa obsoleta inefficiente, burograzia,che ha mandato in miseria lo stato.Tra tutte le donne che fanno politica !!,a Renzi chi gli ha suggerito di nominare Ministro una prossima partoriente ??.Al Re del Colle,chi gli ha cosigliato un Ministro che sarà peggio,dell'altro professore di ortofrutta,che ha causato maggior miseria alle famiglie Italiane.Ma è mai possibile al Ministero dell'Economia mettono sempre i Raccomandati dai Poteri forti,Finanziari,persone esperte solo di Teorie Economiche ,che hanno letto sui libri ed incapaci di gestire neanche una Rivendita di Sale e Tabacchi, ma capaci solo di tassare, come se per fare questa operazione occorresse essere professor, di che !!.Invito tutti gli Italiani ad partecipare ad uno sciopero fiscale totale, se questi nominati, Ministri, per grazia ricevuta, con il Nuovo governo non provvedano a ridurre le tasse ed il costo dei servizi, in special modo il consumo di acqua, che ha un costo medio di Euro 1,9,per un mc.,pari a £.3.678,quasi fosse petrolio, vergognamoci di sopportare ancora questo stato di cose !!.

Roberto Monaco

Lun, 24/02/2014 - 17:24

C'è nessuno che abbia voglia di spiegarmi perchè l'economista Brunetta non è mai stato fatto ministro dell'economia?

marco m

Lun, 24/02/2014 - 17:46

giovauriem, puo' tranquillamente chiedermeli i numeri, non farei altro che andare a prendere i vari indicatori macroeconomici (PIL, disoccupazione, import/export, reddito pro capite, produzione industriale, etc) e confrontarli. E per quanto riguarda il governo Renzi, se sara' capace verra' rivotato, altrimenti no. Ha un programma, io personalmente basero' il mio giudizio su quanto del programma realizzera' e come. Ma lo faro' dopo, non certo a priori.

volp

Lun, 24/02/2014 - 18:59

Egregio Angelo Scarano potrebbe accennar i qualche elemento della grande riforma della P.A. Operata da Brunetta? Ha tolto i soldi a chi si ammala, ha distrutto le relazioni sindacali, ha enunciato riforme rimaste lettera morta per mancata copertura Bene ha fatito la neo ministra a bacchettare questo palloncino gonfiato pieno di boria e di arroganza che invita chiunque parli con lui a studiare quando l'unico a dover studiare e' lui è prima i tutto rispetto e buona educazione.

corio lano

Lun, 24/02/2014 - 19:15

E'vero che il pesce puzza dalla testa, ma la giovane ministra dimentica che lei stessa è ora parte di quella stessa testa. Comunque, il cittadino è vessagto non 'direttamente' dal dirigente della Pubblica Amministrazione ma dall'impiegatello che ti fa aspettare tre quarti d'ora perché è andato al bar, dal piccolo dirigente che non vuole sentire ragioni e dal suo collega con il quale è pressoché impossibikle avere un colloquio. Ogni tua rimostranza poi si perde infine nell'aria fritta delle responsabilità, un campionato di scaricabarile. E poi, non si può agire contestualmente, almeno in parte, sui due fronti? Però, si sa, le file di basso rango sono più nunerose e, se protette, portano più voti! Come può la pretenziosa Madia (e chi le ha dato l'imbeccata) capire il pensiero di Brunetta?

Ritratto di geode

geode

Lun, 24/02/2014 - 19:22

L'ignoranza è la "VIRTU'" che ha preso il sopravvento nei palazzi del potere e della politica; poichè con tutte le alchimie messe in campo ci hanno ridotto in mutande. Spesso non solo per ignoranza ma per profitti partitocratici.

James Cook

Lun, 24/02/2014 - 19:37

Incredibile!!! la partiganeria di questo sito ho postato un commento sferzante e dettagliato non offensivo al Sig. Cadaques mi èstato censurato, mentre a cotanto " signore" è permesso ogni insulto..... complimenti al moderatore! Non ho l'abitudine di copiare i miei commenti per cui non posso di rimandare alla vostra selezione i miei post!

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Lun, 24/02/2014 - 20:03

@pasquale.esposito è colpa di Brunetta e berlusconi. Quando la smetterai di coprire fatti evidentissimi e accertati? Ma vai a lavorare anche tu...

mario micheletti

Lun, 24/02/2014 - 22:13

CRITICARE PRIMA DI COMINCIARE NON E UNA BUONA PARTENZA

mario micheletti

Lun, 24/02/2014 - 22:15

se questa e meglio di brunetta io o i miei dubbi speriamo

diegom13

Lun, 24/02/2014 - 23:16

"Colossale" forse no, ma dài, il suo l'ha fatto: che poi una legge sia disapplicata, forse dipende da come la si nasconde negli uffici, non da chi l'ha scritta. La legge in questione è quella del 4 marzo 2009, che ovviamente ha dovuto essere accompagnata da un certo numero di provvedimenti attuativi. In sintesi, si tratta della valutazione della performance dei funzionari, della pubblicazione degli stipendi dei dirigenti, della misurazione della soddisfazione dell'utente e del criterio meritocratico nelle promozioni. Mi pare che anche la pubblicazione obbligatoria delle consulenze sia stata voluta da lui. Se poi non lo si sa, così come nessuno ricorda la semplificazione voluta da Bassanini, forse non è colpa del Ministro, ma di parte della stampa e qualche volta anche dei lettori disattenti.

mariolino50

Lun, 24/02/2014 - 23:39

maurizio50 Ad ognuno il suo mestiere, i sindacati sono come gli avvocati in tribunale, avete mai sentito un avvocato condannare un cliente, lo difende sempre e comunque, cercando di ottenere almeno il minimo della pena, o meglio l'assoluzione, che sia colpevole o innocente non conta niente. Come già detto il pesce puzza sempre dalla testa, i peggiori sono proprio i dirigenti, quelli che impediscono anche l'attvità dei ministri, con mille cavilli e ostacoli, non sono 4 assenteisti il problema grosso.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 25/02/2014 - 01:37

Se questa signora critica il lavoro svolto da Brunetta allora sarà un ministro in grado di combinare solo guai. Pareva che con la mancata riconferma della Kienge ci fossimo liberati di una incompetente ma pare che i trinariciuti l'abbiano sostituita con un'altra.

electric

Mar, 25/02/2014 - 07:23

Gli impiegati statali sono sempre stati e rimangono degli intoccabili. Anche se superassenteisti, ladri , menefreghisti, ecc., il loro posto di lavoro è un caposaldo che nessuno può smuovere. Brunetta è stato il primo e l'unico che ha tentato coraggiosamente di scardinare questo sistema. E abbiamo visto cosa ha dovuto combattere. Se altri avessero continuato la sua opera, i risultati si sarebbero sicuramente visti.

marghera

Mar, 25/02/2014 - 08:30

Siamo sempre in attesa che il guru Brunetta dica qualcosa su Mingardi

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mar, 25/02/2014 - 09:47

Chi conosce la p.a. sa bene che la riforma Brunetta (legge n. 15 del 2009) non è mai stata applicata. Non che fosse malvagia, stabiliva però un sistema di misurazione oggettiva della prestazione lavorativa (sacrosanto), ed un sistema di retribuzione della produttività mutuato dal privato, che però si mescolava col metodo pubblicistico di una sorta di concorso interno permanente (le famose 3 fasce di merito,) discutibile. La sua applicazione è stata avversata dai sindacati, dalla sinistra e un po’ da tutti i dipendenti, per varie ragioni intuibili. Cosicché Brunetta e Tremonti, con la scusa che non c’erano soldi, preferirono bloccare i contratti del pubblico impiego (dimostrando poco coraggio), rinviando sine die la riforma del pubblico impiego, ed è la situazione in cui ancora ci dibattiamo. Del resto, che senso ha puntare sul calcolo preciso della produttività dei dipendenti pubblici se da questo calcolo restano fuori i dirigenti? Che senso ha un sistema di spoil system (solo in parte) all’americana, che consente di retribuire i dirigenti anche quando non hanno incarichi? Qual è la produttività dei dirigenti di seconda fascia che (come tutti i dirigenti) affidano il lavoro ai quadri, ma dirigono uffici con solo 2-3 dipendenti? Non bisogna trovare un sistema più chiaro di misurazione della produttività dei nostri dirigenti, che comunque sono troppi ed esageratamente pagati rispetto alla media europea? Gli obiettivi, poi, non dovrebbero essere stabiliti in base ai servizi effettivamente resi ai cittadini e alle imprese, invece che inventati di sana pianta allo scopo di attribuire laute prebende? Urge una riforma della p.a., e una riforma della dirigenza è prioritaria, unitamente ad una semplificazione delle competenze degli organi della stessa p.a. Io poi sarei dell’idea di parificare il diritto del lavoro privato con quello del pubblico impiego, in modo da avere contratti individuali per tutti gli impiegati (dirigenti e non), stabilendo con precisione mansioni e responsabilità, in modo che si eviti il fenomeno dello “scaricabarile”. Vedremo cosa riuscirà a fare questo governo.

Giorgio5819

Mar, 25/02/2014 - 17:57

Madia,si quella che dopo 20 minuri che blatera si sente rispondere che ha sbagliato ufficio e ministero...buffoni!

giordaano

Ven, 14/03/2014 - 23:12

il "colossale lavoro" di Brunetta ... ma ci faccia il piacere