Scuola cattolica cede all'islam "Niente Messa di Natale"

La decisione del prete: "Atto di fede troppo forte per gli islamici". Messa sostituita con una semplice preghiera

Agli attacchi al Natale, ormai, in molti hanno fatto il callo. Di scuole che cancellano i principi cristiani dalle festività natalizie ce ne sono ormai a bizzeffe, non si contano sulle dita della mano. Ma non può non destare scandalo se la decisione di annullare la Messa di Natale viene prese da un istituto cattolico. Che s'ispira (o si dovrebbe ispirare) ai principi rappresentati dal Natale stesso.

"Ente cattolico di formazione professionale", così recitano i fondamenti d'ispirazione della scuola di Monza che si appresta ad affrontare un Natale a metà. Senza Messa. Come scrive il Corriere, la comunicazione è stata data ai docenti dal dirigente scolastico, in seguito alle riflessioni del parroco. "Ci hanno comunicato - hanno raccontato al Corriere alcuni dei presenti - che la Messa non verrà svolta, per non discriminare gli studenti di altre fedi".

Ancora una volta, il rispetto "degli altri" passa sopra alle tradizioni e alla fede. Eppure, ci tiene a precisare la scuola, verrà fatto un momento di preghiera sostitutivo, orazione in cui - ovviamente - verrà ricordato il bambinello e la sua venuta nel mondo. Ma non è la stessa cosa. Non può esserlo. La liturgia - ogni cristiano e cattolico lo sa - è il centro della vita cristiana, e non può essere sostituita da una semplice, seppur apprezzabile, preghiera. Hanno ragione allora i docenti a considerare la scelta un "un passo indietro rispetto all’identità cattolica della scuola".

Infatti, nelle altre sedi dell'istituto di Monza la Santa Messa verrà regolarmente celebrata. Perché, allora? Oltre al solito ritornello della "non discriminazione", c'è anche dell'altro. L'istituto, infatti, l'anno scorso era finito sotto i riflettori per la denuncia dei genitori di un ragazzo gay, il quale si lamentava di essere stato "obbligato" a partecipare alle funzioni religiose.

Bisognerebbe aspettarselo, in una scuola cattolica. Ma evidentemente non è così. "Gli altri anni i ragazzi islamici venivano in chiesa con tutta la classe senza problemi, e in ogni aula c’è il crocifisso - hanno affermato alcuni insegnanti -. Qui si tengono le ore di istruzione religiosa, nelle macchinette si trovano anche snack al salame e nessuno si è mai offeso, che senso ha rinunciare alla Messa, allora?".

Il preside della scuola cattolica, Adriano Corioni, contattato dal Corsera ha evitato di commentare, affermando che con il collegio dei docenti "abbiamo solo tenuto una riunione per parlare degli indirizzi formativi". Una spiegazione più dettagliata, e che potrebbe indignare i cattolici, l'ha data don Marco Oneta, della parrocchia di San Biagio: "Non si tratta di una rinuncia alla nostra identità, in vista del Santo Natale ci troveremo coi ragazzi per un incontro di preghiera cristiana, accompagnato da un momento di riflessione collettiva; è pur sempre una atto liturgico. La Messa, e il sacramento dell’Eucaristia, per alcuni può essere un atto di culto troppo forte, non solo per chi professa una fede diversa, ma anche per chi non è solito frequentare la chiesa".

Atto di culto "troppo forte". Annullare la celebrazione per non infastidire gli appartenenti alle altre fedi è un passo indietro, e non solo a livello culturale. Che a farlo sia una scuola cattolica, poi, sembra assurdo.

Commenti

UNITALIANOINUSA

Ven, 04/12/2015 - 12:12

ITALIA NON PIU' CATTOLICA. ORA CHIUDETE IL VATICANO,ORMAI INUTILE. italiano in usa

Ritratto di cruciax

cruciax

Ven, 04/12/2015 - 12:13

Ma chissenefrega delle scuole cattoliche di Monza.

Ritratto di falso96

falso96

Ven, 04/12/2015 - 12:17

Quando la religione è fondata sul NULLA! Questo rimane , il nulla.

elgar

Ven, 04/12/2015 - 12:25

Tanti dicono che la scuola deve essere laica. Va bene per quella pubblica. Ma questa è di formazione cattolica. Che ci fanno gli studenti di altre fedi in una scuola cattolica? Se è una loro scelta non possono "meravigliarsi" che in un istituto cattolico si possa assistere ad una funzione cattolica appunto. Allora non si chiamasse più tale. Sarebbe un controsenso.

giovanni PERINCIOLO

Ven, 04/12/2015 - 12:26

Prete indegno della tonaca che porta!

Lucky52

Ven, 04/12/2015 - 12:26

Un parroco pusillanime che si è calato le braghe quando credenti cattolici nei paesi islamici si fanno ancora oggi crocifiggere o bruciare vivi per la loro fede. Andrebbe rimosso dal suo incarico.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Ven, 04/12/2015 - 12:28

Il problema è che gli altri non rispettano noi...

Altoviti

Ven, 04/12/2015 - 12:29

Ti pareva?!

faberlonc

Ven, 04/12/2015 - 12:29

Questo non è altro che uno dei troppi preti pusillanimi e traditori della fede cattolica di cui ormai la Chiesa è infestata fino al midollo.

Rossana Rossi

Ven, 04/12/2015 - 12:30

Avanti così e se anche i preti si mettono a 90 gradi non ci resta che cominciare a studiare il corano......siamo proprio un popolo di buffoni, preti compresi.........

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Ven, 04/12/2015 - 12:32

SE LA GENTE NON PROTESTA, EVIDENTEMENTE NON FREGA NIENTE AL POPOLO. L'IMPORTANTE E' IL PIENO DI BENZINA E L'ABBONAMENTO ALLO STADIO.

analla

Ven, 04/12/2015 - 12:34

togliamo anche tutte le festività cattoliche e si vada a lavorare in quei giorni, vedrete che ritorneranno a volere il presepe ed ecc

agosvac

Ven, 04/12/2015 - 12:35

Questo preside lo sa che la Santa Messa è il fondamento principale della religione cristiana cattolica??? Papa Francesco lo sa che il preside di una scuola cattolica rinuncia alla Santa Messa per "fare contento" l'Islam????? Che "rispetto" possiamo chiedere all'Islam se rinunciamo alla Santa Messa?????

gustavodatri@vi...

Ven, 04/12/2015 - 12:35

CHE CAZZO IMPORTA LA DISCRIMINAZIONE DI ALTRE RELIGIONI. SE NON GLI STA BENE TORNINO A CASA LORO.

FabioFaenza

Ven, 04/12/2015 - 12:35

Siamo veramente arrivati al ridicolo. Chi dovrebbe essere in prima fila a difendere i nostri valori è il primo a rinnegarli, nel momento in cui il rischio si fa grande ecco che i conigli fuggono. Ma poi chi l'ha detto che a qualcuno di un'altra religione offendono i nostri simboli. Certo i cxxxxxi ci sono in tutti i paesi e in tutte le religioni, ma davvero si crede che gli islamici siano lì in ogni momento a pensare "cavolo quello mangia maiale, mi sta proprio offendendo" o "cavolo quanto mi offende quel crocifisso, e guarda quella chiesa quanto è offensiva". Se c'è qualcuno che lo fa è un malato di mente alla stessa stregua di chi occidentale continua a sostenere che le nostre tradizioni offendono gli islamici. Quindi anche voi giornalisti finitela di dare voce a questi mentecatti sinistroidi, che non rappresentano niente e nessuno e che per avere un secondo di gloria in una vita insignificante, fanno e dicono tali e tante stupidaggini.

Ritratto di Ventoverde

Ventoverde

Ven, 04/12/2015 - 12:37

Con questa chiesa arrendevole e masochista i musulmani avranno buon gioco ad islamizzare l'Europa. Vergogna!

Ritratto di kikina69

kikina69

Ven, 04/12/2015 - 12:38

Matteo 28-8,20 "Andate dunque e ammaestrate tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito santo, 20 insegnando loro ad osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo" ECCO proprio quello che fanno in questa scuola cosiddetta cattolica..mi viene il vomito ..il coraggio della testimonianza dove caxxo è?

celafacciamose.....

Ven, 04/12/2015 - 12:40

A quando saremo preoccupati del loro turbamento nel vedere un prosciutto appeso in un supermercato? A quando ci dispiacerà nel sapere che sono disturbati non da un Crocefisso, ma dalle Chiese che fanno bella mostra di sè nelle nostre belle piazze? A quando metteremo nelle loro mani le nostre vite, i nostri princìpi, le nostre tradizioni, quei valori che mi fanno dire:"Nonno, meno male che non ci sei più, se tu avessi visto tutto questo....."

moshe

Ven, 04/12/2015 - 12:41

Continuate a pagare l'8 per mille a quei miserabili del vaticano!

Ritratto di pao58

pao58

Ven, 04/12/2015 - 12:44

Mi piacerebbe capire...ma che vuol dire "atto di fede troppo forte"...? Se un islamico ha un credo differente dal nostro dovrebbe semplicemente provare indifferenza rispetto al nostro culto, null'altro viene chiesto, nessuno sforzo di comprensione o di condivisione.... Però, seguendo il filo del discorso, anche tutti i fedeli cattolici potrebbero disertare le celebrazioni ritenendole inadatte alla propria esasperata sensibilità e richiedere la fornitura di sacramenti&affini a domicilio. Quindi per cortesia chiedo che la mia parrocchia mi fornisca assoluzione e comunione per quattro per le 20.00 (massimo 20.30...) di stasera, birra e patatine ce le metto io. Non più tardi però, ho altri impegni... Eh si, c'è tempo e spazio per un altro diluvio.... .P

fedeverità

Ven, 04/12/2015 - 12:45

Queto finto prete è da RIMUOVERE SUBITO! Ma la frase" Atto di fede,troppo forte per gli islamici"...cosa vuol dire???????? Il Vaticano DEVE fare qualcosa...altrimenti,sarà un problema...a breve!

Ritratto di QuoVadis

QuoVadis

Ven, 04/12/2015 - 12:45

Ammonimento per il finto sacerdote citato nell'articolo e per il vescovo di cui ieri abbiamo tristemente saputo: "Perché possano svolgere i loro compiti, e specialmente quello così importante di compiere il mistero eucaristico, Cristo Signore contrassegna spiritualmente coloro che chiama all’Episcopato e al Presbiterato con un particolare sigillo mediante il sacramento dell’Ordine, sigillo chiamato «carattere» anche in documenti solenni del Magistero (Cfr. Lumen Gentium, 21; Presbyterorum Ordinis, 2), e li configura talmente a sé che essi, allorché pronunciano le parole della consacrazione, non agiscono per mandato della comunità, ma «“in persona Christi”, il che vuol dire di più che “a nome di Cristo” oppure “nelle veci di Cristo” ...

sailor61

Ven, 04/12/2015 - 12:45

siamo alla pazzia pura! Scuola cattolica quando? fossi un genitore protesterei vibratamente perchè questo è razzismo al contrario. Chi non vuole la messa, come il ragazzo gay, non si iscrive li, va da un'altra parte. Se ci vuole andare accetta tutte le condizioni senza fiatare, lo sceglie e basta! La complicità in questo atteggiamento della gerarchia ecclesiastica è ancora più deprimente della notizia! Questi preti non si vergognano pensando ai martiri cristiani uccisi, sfigurati e abusati nel mondo? Facile fare il prete con l'8 per mille, la casa, la perpetua e tutti I confort...

Ritratto di QuoVadis

QuoVadis

Ven, 04/12/2015 - 12:49

E ancora: "Nel richiamare questi punti all’attenzione dei sacri Pastori della Chiesa, la S. Congregazione per la Dottrina della Fede desidera offrire loro un servizio nel ministero di pascere il gregge del Signore con il nutrimento della verità, di custodire il deposito della fede e di conservare integra l’unità della Chiesa. È necessario resistere, forti nella fede, all’errore, anche quando si manifesta sotto l’apparenza di pietà, per poter abbracciare gli erranti nella carità del Signore, professando la verità nella carità". Ma non voglio ricordare a questi indegni tutto il Magistero, e mi fermo qua!!!

Ritratto di FRANZ58

FRANZ58

Ven, 04/12/2015 - 12:52

LA CHIESA VEDE LONTANO. NELL'ANNO DEL GIUBILEO PER EVITARE ATTENTATI, CALA LE BRAGHE ALLA MANIERA DI DON ABBONDIO DAVANTI AI BRAVI. MA QUESTO NON CI DEVE FERMARE, A RESPINGERE QUELL'ALLAH IN CUI NON CI RICONOSCIAMO.

Ritratto di .rayBurst.

.rayBurst.

Ven, 04/12/2015 - 12:53

ah,ah,ah,ah, hà

Ritratto di welschtirol

welschtirol

Ven, 04/12/2015 - 13:02

Siamo arrivati al ridicolo. A questo punto SMONTATE IL VATICANO e portato da qualche altra parte, compresi tutti quelli ci abitano e così ce ne liberiano una volta per tutte. . Ormai se anche i preti CALANO LE BRAGHE, SIAMO ALLA FRUTTA. E mi raccomando alla Chiesa sempre l'8 per 1000!!!!!

Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Ven, 04/12/2015 - 13:02

e lo chiamano prete questo prete ? se mi viene di difendere ancora la chiesa ormai è solo per difendere la mia origine ed entità. Per il resto è uno schifo in tutto. Papa bergoglio invece di andare in giro per il mondo comincia, ma veramente, a ripulire il clero d questi preti falsi.

Totonno58

Ven, 04/12/2015 - 13:03

Assurdo...evidentemente il dirigente non conosce il significato delle parole "discriminazione" e "libertà religiosa" ...se io organizzo una grigliata discrimino i vegetariani?!?

Ritratto di oliveto

oliveto

Ven, 04/12/2015 - 13:03

maometto, islam ma vadano al diavolo sti buffoni, ne possiamo fare a meno. ANZI, se ne tornino pure al loro paese tutti i musulmani che, fra l'altro non sono graditi nemmeno dai loro connazionali, tanto è la loro fede maomettiana e per quel simpatico allan(?).

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Ven, 04/12/2015 - 13:04

Scelta "buonista"? Io userei un'altra parola ... ma sarebbe censurata!

ziobeppe1951

Ven, 04/12/2015 - 13:04

Saranno felici TOTONNO e i Kattokomunisti

27Adriano

Ven, 04/12/2015 - 13:07

Mi sento offeso come italiano. Ritengo che se fossi in qualsiasi Nazione non cattolica, celebrare una festa come il Natale potrebbe costituire offesa per le Convinzioni religiose del Paese.. Ma siamo in Italia.. e nessuno vuole più difendere gli italiani e le tradizioni.. Per fortuna che il buon Padre Eterno non ha nulla a che vedere con i preti!

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Ven, 04/12/2015 - 13:07

Che tristezza!

Michele Calò

Ven, 04/12/2015 - 13:10

Definire parroco un vigliacco che usa la tonaca solo per lo stipendio è già un errore. Quanto al Direttore dell'istituto i casi sono due:o chiama un qualsiasi sacerdote VERO e gli fa dire messa oppure se io avessi mio figlio in quell'istituto e pagassi anche un solo centesimo, lo denuncerei per truffa e falso ideologico, costituendomi parte civile e pretendendo i danni. Se io pago per andare mio figlio in una scuola parificata cattolica vuol dire che mi aspetto l massimo rispetto religioso anche nella liturgia. Tertium non datur. Poi sta al vescovo, se è un prete vero, togliere di mezzo l'infame vigliacco già pronto all'abiura.

elgar

Ven, 04/12/2015 - 13:16

"Atto di fede troppo forte per gli islamici". Ma che significaaaaa?

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 04/12/2015 - 13:19

-io voglio andare in una scuola in cui non devo stare attento ogni minuto col naso all'insù cercando di evitare che mi cadano calcinacci sulla testa- io voglio andare in una scuola in cui non debba indossare in inverno il cappotto in aula perchè nessuno si degna di aggiustare termosifoni rotti da secoli- io voglio andare in una scuola in cui non debba aver paura di andare in bagni schifosi che non funzionano od elemosinare carta igienica dai bidelli- io voglio andare in una scuola in cui non debba rischiare di ammalarmi per essere stato a contatto con strutture di amianto--segue--

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 04/12/2015 - 13:19

io voglio andare in una scuola dove le uscite di sicurezza funzionino al meglio e non siano bloccate-dove gli estintori esistano e siano carichi e collaudati- - e voi state qua a discettare di crocifissi e madonne- se solo i politici che stanno cavalcando quest'onda religiosa avessero dedicato un decimo di questo tempo a migliorare le condizioni degli edifici scolastici-saremmo tutti + contenti- buona pasqua a tutti

Ritratto di SAXO

SAXO

Ven, 04/12/2015 - 13:20

Kilina 69 brava ,super commento, il coraggio della testimonianza e' stato venduto insieme alla loro dignità .Prima o poi Cristo scenderà dalla croce per abbandonare il suo tempio ,venduto per 30 denari ,dai preti farisei.

Altaj

Ven, 04/12/2015 - 13:21

Una soluzione facile e veloce : sbattezzarsi !

achina

Ven, 04/12/2015 - 13:22

L'evoluzione del pensiero: si è passato dai martiri ai traditori della FEDE| Ma non abbiamo abiurato la nostra fede ora, ma quando anni fa ABBIAMO consentitio che fossero rimossi i primi cocefissi

venco

Ven, 04/12/2015 - 13:23

Li accogliamo perche si integrino, invece è il contrario.

Italiano_medio

Ven, 04/12/2015 - 13:28

Quel Parroco non può fare più il parroco si dovrebbe dimettere. A parte il fatto che come si è visto agli Islamici non da per niente fastidio ne il Natale ne il presepe, Questo tizio per non dar fastidio alle altre fedi ABBANDONA i cristiani ?

venco

Ven, 04/12/2015 - 13:28

Non ci bastano i tanti italiani nemici dell'Italia, adesso ci sono pure i nemici della fede cristiana all'interno della Chiesa.

billyserrano

Ven, 04/12/2015 - 13:29

Il problema delle celebrazioni non è solo il comportamento di professori o presidi, che vogliono distinguersi, e dare l'impressione di essere persone libere e moderne (anche se poi, sono schiavi di altra ideologia più nefasta), ma è anche che oggi, molti vescovi e cardinali, non credono più a Gesù Cristo. Per loro fare il prete è solo una professione (tra l'altro ben retribuita), come tante altre, altrimenti il loro comportamento non si spiegherebbe. Stando così le cose, cioè, Gesù non esiste, non è mai nato, allora tutto è concesso e giustificato, anche il loro comportamento.

HappyFuture

Ven, 04/12/2015 - 13:29

E' una situazione creata "IN" Italia, da massoni camuffati, IN ITALIA! Il prete in oggetto non è mai stato in Terra Santa. Il problema del S. Natale NON esiste nel resto del "GLOBO"! Crearlo ORA per NON offendere i Mussulmani è un PRETESTO BUGIARDO! In quale altro modo posso farvelo capire?

Ritratto di Svevus

Svevus

Ven, 04/12/2015 - 13:30

Il suicidio della Chiesa Cattolica indotto anche dalle letture dei quotidiani sinistrorsi e dalla visione di tutti i media progressisti.

Ritratto di SAXO

SAXO

Ven, 04/12/2015 - 13:35

A me sembra che si usi troppo con frequenza la giustificazione di non turbare gli animi di persone di religione musulmana, come scusa plateale.Esistono secondo me altre religioni che vengono turbate ,ma non si permettono di citarle,perché hanno ricevuto ordini categorici dall 'alto dei cieli.

GiovannixGiornale

Ven, 04/12/2015 - 13:36

Insomma, per i nostri ptretuncoli moderni, Gesù è un provocatore, non il Salvatore. Rabbrividisco!

VESPA50

Ven, 04/12/2015 - 13:39

Purtroppo sono questi preti Don Abbondio a far allontanare i fedeli dalla Chiesa. Ora ci si mettono pure i Presidi...

Ritratto di MisterDD

MisterDD

Ven, 04/12/2015 - 13:39

Questi hanno perso la capoccia! Stanno applicando le stesse idiozie "politically correct" che stanno facendo crollare la societa' americana. Noi non siamo l'America e non abbiamo bisogno di queste minchiate, tantopiu' quando non sono nemmeno i musulmani stessi a dire una parola a riguardo ma solamente questi imbecilli di sinistra che dettano legge su come secondo loro ci si dovrebbe comportare perche SECONDO LORO offendono i musulani, mente a loro stessi puo fregar di meno del nostro Natale. Questa mandria di buffoni deve essere silenziata al piu presto possibile, ma il problema principale qui e' l'Italiano, purtroppo indottrinato ad essere un caprone ed un codardo. Io vivo in Gran Bretagna che e' un paese molto piu multiculturale dell' Italia, e qui non s'immaginano nemmeno di rimuovere feste natalizie o cambiargli nome come non si aspetterebbero dai musulmani di non celebrare il ramadam. Gli inglesi lo chiamano COMMON SENSE, cosa che purtroppo sembra mancare a chi e' in potere.

Libertà75

Ven, 04/12/2015 - 13:39

Ditemi di un solo paese mussulmano al mondo che cancelli il ramadam per non offendere i cristiani e potrò considerare PD, buonisti e islam come verità

steacanessa

Ven, 04/12/2015 - 13:41

Spero che i genitori mandino i figli in altre scuole dirette da persone con cervello.

Ritratto di MisterDD

MisterDD

Ven, 04/12/2015 - 13:41

La mia idea e' di boicottare il natale non comprando NIENTE nei negozi ma fare esclusivamente spese natalizie ONLINE. In questo modo, dando un pugno alle tasche di che comanda, ci penseranno 2 volte il prossimo anno ad interferire con le nostre tradizioni... E senno' e' troppo facile no? Non ci fate festeggiare il Natale ma vuolete le tasche piene derivate dallo stesso? E che sono fesso?

Ritratto di aresfin

aresfin

Ven, 04/12/2015 - 13:43

Un don Abbondio moderno. Se non ha il coraggio di essere quello per cui si è "votato", allora si spreti e vada a fare il pastore (di pecore vere) in mezzo alle montagne. Là non disturberà nessuno.

Aegnor

Ven, 04/12/2015 - 13:47

Alla notizia,la Sboldry ha indossato il suo miglior burka ed è andata nella moschea più vicina a rendere grazie ad allah commentando con l'imam e altri fedeli "Visto,gli itaGliani hanno capito che l'unico modo per vivere in pace è intergrarsi",allah uak bar.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 04/12/2015 - 13:50

ormai siete già fottuti ringraziate il PD

Ritratto di kikina69

kikina69

Ven, 04/12/2015 - 13:52

il silenzio di Bergoglio continua insistentemente ad essere quanto mai imbarazzante...non gliene frega niente di come la comunità dei cattolici si stia disgregando nonostante lui ne sia il "capo"...troppo impegnato a fare filosso con i musulmani e a dire banalità da bar del tipo "acqua e fogne per tutti"...ormai avete buttato la chiesa cattolica nella fogna.

gcf48

Ven, 04/12/2015 - 13:55

due soluzioni: a- i mussulmani non partecipano alla messa b- i mussulmani non si iscrivono ad una scuola cattolica ma se si iscrivono accettano l'educazione cristiana.

Lugar

Ven, 04/12/2015 - 13:56

Mi spiace per noi cattolici, ma questo comportamento non fa altro che abbassare la guardia. Conquistare qualche mese di tranquillità, non aiuta alla distensione ma prelude a un urto violento. Bisogna essere più realisti e concreti, è inutile nascondere la testa sotto la sabbia, presto i nodi verrano al pettine e allora i guai saranno maggiori. Tra noi e l'Islam ci sono differenze incolmabili.

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Ven, 04/12/2015 - 14:00

... e questo è solo l'inizio. Voglio proprio vedere cosa accadrà quando arriverà la Santa Pasqua.

gcf48

Ven, 04/12/2015 - 14:01

terzo invio due soluzioni: a- i mussulmani non partecipano alla messa b- i mussulmani non si iscrivono ad una scuola cattolica ma se si iscrivono accettano l'educazione cristiana.

egi

Ven, 04/12/2015 - 14:01

Non mi stupisco con un capo così ( del vaticano ) cosa possiamo fare.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Ven, 04/12/2015 - 14:01

Io vedo che i mussulmani non usano simboli esteriori per credere, eppure sono molto ma molto più convinti (e convincenti) di noi cattolici. Loro credono, sono osservanti e agiscono di conseguenza (almeno per ora). Mi sapete dire chi di quelli che commentano qui sopra va a messa regolarmente? Chi si confessa e fa la comunione regolarmente? Chi si sposa per sempre, finché morte non lo separi? Chi ama il suo simile come se stesso? Pochi se non nessuno. Le nostre tradizioni sono niente, se non sono accompagnate da comportamenti coerenti. Troppo comodo attaccarsi alle tradizioni e ritenersi a posto! I comportamenti coerenti non ci sono e dunque...fxxxxxo le tradizioni!

fiorentinodoc

Ven, 04/12/2015 - 14:08

colpite nel segno non dare più 8 per mille alla chiesa cattolica

Luci60

Ven, 04/12/2015 - 14:10

genitori non pagate piu la retta e fatela fallire questa scuola di merda

elio2

Ven, 04/12/2015 - 14:13

I decelebrati comunisti al potere senza essere stati autorizzati a farlo, da sempre nemici della società che li mantiene e dei loro stessi sostenitori, insieme a preti indegni della tonaca che indossano, che hanno abiurato e venduto per pochi denari tutti quei valori che indicavano a noi come non trattabili, insieme a un papa che va a pregare in una moschea, sono il sintomo che noi come comunità cristiana siamo stati traditi e svenduti da coloro che erano deputati a difenderci, chiamarlo diavolo, islam o altro, non cambia lo stato delle cose. Chiudere quel baraccone di falsità chiamato vaticano e scacciare tutti i mercanti dal tempio, gli unici che oramai hanno l'interesse di andarci.

Ritratto di Feyerabend

Feyerabend

Ven, 04/12/2015 - 14:14

E Papa Francesco che dice?

Rainulfo

Ven, 04/12/2015 - 14:16

Annulliamoci.... siamo una offesa l'uno per l'altro.... siccome siamo tutti diversi allora ognuno di noi mette a disagio l'altro. CHE SCHIFO!!!!!

Rainulfo

Ven, 04/12/2015 - 14:19

E' uno schifo!!!

Giacomo45

Ven, 04/12/2015 - 14:21

Papa Francesco, tu che pontifichi su tutto, batti un colpo.

Fracassodavelletri

Ven, 04/12/2015 - 14:38

Basta 8 x1000. Non mi rappresentano .

ziobeppe1951

Ven, 04/12/2015 - 14:48

Chiedo venia a Totonno, anche lui come me si è indignato....vorrei solo ricordargli, se la dittatura ci permetterà di andare al voto, medita bene

Libertà75

Ven, 04/12/2015 - 14:53

@abraxasso, il fatto che lei si consideri incoerente e miscredente le va dato merito, ma sono caratteristiche fondamentali e propedeutiche per votare PD. Il pezzo parla della messa di natale e se i bambini credono il natale non è giusto cancellare loro questa forma di ricorrenza solo perché lei si ritiene incoerente... per il resto le chiedo se può rispondere, perfavore, alla mia richiesta delle 13.39.

Holmert

Ven, 04/12/2015 - 14:53

Via il Natale dalle scuole,via il Natale dai luoghi pubblici, via le bancarelle che vendono figuranti per il presepe, via le pecorelle ed i pastori dalle bancarelle, via i mercatini di Natale in alto Adige, via i presepi di Napoli che richiamano migliaia di persone, via gli zampognari che suonano per strada nenie natalizie, via l'albero di Natale,abbattete quello a piazza San Pietro in Vaticano, distruggete il presepe lungo la scalinata di piazza di Spagna,oscurate i dipinti della natività che siano in luoghi pubblici. Ricordate il movimento iconoclasta dell'VIII secolo? Ebbene ci risiamo con la scusa dei musulmani. E ceccopeppe che dice? Troppo occupato a visionare il suo film.

Ritratto di scipione scalcagnato

scipione scalcagnato

Ven, 04/12/2015 - 14:59

Con tutto il rispetto, se la Messa fosse tenuta al di fuori dell'orario scolastico, non vi sarebbe nulla da recriminare. Parteciperebbero solamente coloro che intendono aderirvi e non vi sarebbe alcuna discriminazione di studenti di altre fedi. Ma forse è una soluzione troppo semplice....

01Claude45

Ven, 04/12/2015 - 15:16

SPRETARE IL PRETE VIGLIACCO. FRANCESCO, DATTI UNA MOSSA PER RIMUOVERE TUTTI QUESTI PRETI INDEGNI.

MELINOSON

Ven, 04/12/2015 - 15:16

Coerenza, merce rara. Se iscrivo mio figlio ad una scuola cattolica ne accetto l'identità in tutte le forme e manifestazioni, compresa la Messa, altrimenti scelgo la scuola pubblica e come tale aconfessionale.

thelonesomewolf97

Ven, 04/12/2015 - 15:23

Chi mi rinnegherà anch'io lo rinnegherò dinanzi al Padre mio....

nunavut

Ven, 04/12/2015 - 15:29

La migliore soluzione ,la messa si celebra e chi non se la sente di partecipare resti a casa sua per la giornata.Però la scuola quando,l'anno precedente OBBLIGÒ il ragazzo omosessuale ad assistere alla messa sbagliò, poteva lasciargli la libertà della scelta di assistere o meno.

AG485151

Ven, 04/12/2015 - 15:37

Invece di fare i deficienti e sopprimere i segni delle feste cristiane sarebbe più semplice , quando è il momento , mettere i segni delle feste degli altri . E spiegarli . Così i bambini imparano . Certo che gli insegnanti dovrebbero imparare qualcosa loro prima di poter insegnare . Qui la vedo dura . Non parliamo dei politici .

Maura S.

Ven, 04/12/2015 - 15:38

Nei paesi islamici i cristiani pur di rinunciare alla loro fede accettano il martirio mentre in Italia una parte del clero nega la loro fede nel Cristo a cui si era votati. Questi ci credono nella vita eterna oppure preferiscono quella terrena?

Fracassodavelletri

Ven, 04/12/2015 - 15:42

Conosco una scuola gestita da suore. Li' ci sono scolari di tutte le razze e religióni.Celebrando il Santo Natale come si deve con la partecipazione di tutti i genitori musulmani compresi.Tutti i bimbi e ragazzi partecipano con canti e recite con gioia. Nessun s' e' mai lamentato e nessun politico ci ha messo il becco. Gia' dimenticavo: non siamo in Italia

Ritratto di Rames

Rames

Ven, 04/12/2015 - 15:55

Ma come fanno ad arrivare a queste bassezze, allora ho ragione di pensare che la nebbia padana offusca le menti.Chi ha avuto questa felice e malsana idea lo invito a trasferisi sulle montagne perchè è li che dovrebbe stare.Questa è una forma di debolezza inaccettabile.

claudioarmc

Ven, 04/12/2015 - 16:06

La Chiesa comunque riuscirà a sopravvivere ai suoi preti

alfonso cucitro

Ven, 04/12/2015 - 16:08

Sarebbe ora che noi tutti,a seconda del posto in cui si abita e dove succedono questi divieti,incominciassimo a ribellarci o occupando scuole ed istituti vari per fare continuare le nostre usanze millenarie.Qui,quei quattro individui che vogliono annullare simboli e canti sono solo quelli che,essendo atei,agnostici e sinistroidi vorrebbero cancellare il tutto non perché infastidiscono i mussulmani,ma solo per il loro depravato interesse.Se invece è il contrario come loro affermano e cioè per non infastidire gli islamici sarebbe da farne più spesso di recite e di opere religiose così da indurre quelli di altra fede (i mussulmani) a ritornarsene nei loro paesi di origine,liberandoci della loro presenza.

ermejodermonno

Ven, 04/12/2015 - 16:13

A PAPA FRANCESCO , CHE STA SUCCEDENDO ANCHE IN CHIESA OGNIUNO FA COME GLI PARE ??????? CE CI VAI A FARE IN AFRICA SE QUI L'AFRICA LA FANNO I TUOI PRETI??????? MA CHE CI STAI A FARE PAPA FRANCESCO USA LO SCUDISCIO E CACCIA TUTTI STì RINNEGATI FUORI DAL TEMPIO COME FECE GESU' IO STO CON TE , MA MUOVITI!!!!!!!!

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Ven, 04/12/2015 - 16:16

Egregio cruciax: quasi a nessuno frega niente delle scuole cattoliche di Monza, tantomeno a me che sono ateo. Mi interessano molto invece i princìpi con i quali siamo cresciuti in Italia, frutto di una cultura millenaria. Non è questa la sede per una elegìa della storia, della cultura e delle tradizioni italiane. Credo che queste siano un patrimonio da conservare e da coltivare, non un retaggio da abiurare perché non gradito ai beduini abusivi che (troppo) benevolmente ospitiamo.

Totonno58

Ven, 04/12/2015 - 16:45

ziobeppe1951...non c'è problema...ma qui, se permetti, non è un discorso destra-sinistra, ateo, cattocomunsta ecc. ma di protagonismo idiota...qualche giorno fa Michele Serra, noto ateo nonchè comunista nell'anima, ha sbeffeggiato alla grande quel balordo del preside di Rozzano che si era tanto scaldato sui canti di Natale ecc....Serra ha scritto "è come se io invitassi un amico musulmano a casa e mi precipitassi a nascondere il vino ed i salami...ovviamente in nome dell'integrazione!"

Ocram59

Ven, 04/12/2015 - 17:09

Si mettano il cuore in pace i nostri buonisti, atei, ecc ai musulmani non gliene frega niente del crocefisso ecc, loro mantengono le loro tradizioni e non é un presepe o il Natale o le minigonne che gli fan cambiare idea. Ora cari buonisti fate altrettanto con i buddisti, gli indù e per Natale e Pasqua abolitiamo le vacanze e chiudiamo i supermercati la Domenica e per il ramadan

marcs

Ven, 04/12/2015 - 17:34

Giusta la decisione della scuola ("Cattolica e Privata"), anzi fosse per me vieterei in tutte le scuole italiane le messe di natale e non per non offendere altre religioni, ma perché la scuola deve essere laica e il natale essendo una festa religiosa trova altri luoghi più idonei per essere festeggiato (ma la messa è una festa??)

giusemau

Ven, 04/12/2015 - 17:48

...la risposta dei credenti deve essere di disertare le chiese cosi niente più questua...e niente più 5 per mille..Ecco accontentati i preti sistrati..!!!!!!!!

Ritratto di semovente

semovente

Ven, 04/12/2015 - 17:49

Prova provata che è la stessa Chiesa a voler demolire il tutto.

Luca_Bottazzi

Ven, 04/12/2015 - 18:45

E come dire che in un istituto musulmano non si dovrebbe leggere il Corano. Se un genitore iscrive il figlio ad un Istituto cattolico si aspetta sicuramente che sia celebrata almeno la Messa di Natale (se non anche messe quotidiane). Per chi sostiene che non si possano sovvenzionare scuole come quelle Cattoliche con i soldi pubblici, è bene ricordardare che tali soldi sono in realtà dei Cittadini (pagati con le tasse), e che se un gruppo di cittadini decide di unirsi in una scuola Cattolica, è sacrosanto che i loro soldi (seppur gestiti dallo Stato) vadano a quella Scuola (ciò vale, ovviamente, per qualsiasi forma di pensiero: persone di sinistra possono giustamente veder finanziate le "loro" scuole, ovvero le Scuole statali, nei quali si insegnano la teoria dei gender, e Berlinguer ha sostituito il Manzoni con Gramsci). (il post è inserito in libblog.it)

Joe Larius

Ven, 04/12/2015 - 19:01

Coraggio ragazzi: se andiamo avanti così, per motivi di coerenza saranno eliminati da tutti i luoghi di preghiera Cristiani, tutti i nostri Santi che, nei secoli, hanno subito l'"onta" del martirio per non abiurare la nostra Fede. E così, che dire di nostro Signore Gesù Cristo che invece di inchinarsi agli andazzi olimpici all’epoca correnti, si è fatto Crocifiggere creando quel popò di scompiglio che ne è seguito e che solo dopo 2000 la saggezza clerico-sinistra tenta di “addolcire ?

monati50

Sab, 05/12/2015 - 01:00

Farsi seghe mentali ottimo indicatore di instabilità mentale e sinonimo di incapacità culturale e professionale. Fare messa è un onore per chiunque creda nella vita e nella preghiera.

Ritratto di ALBACHIARA333

ALBACHIARA333

Dom, 06/12/2015 - 22:02

MA CHE PERSONE CI SONO IN ITALIA, PRETI CHE ANNULLANO LA MESSA DI NATALE, INSEGNANTI CHE FANNO TOGLIERE LA CATENINA COL CROCIFISSO AI BAMBINI, PRESIDI CHE NON VOGLIONO IL PRESEPE, QUESTI PERSONAGGI VIGLIACCHI E CODARDI DEVONO ESSERE MANDATI VIA IMMEDIATAMENTE. LA MAGGIORANZA DEGLI ITALIANI E' CRISTIANO-CATTOLICA E VUOLE VEDERE CROCIFISSI APPESI, PRESEPI E MESSE DI NATALE

marcopagliarino

Sab, 19/12/2015 - 15:16

NO COMMENT!!!!

Ritratto di rapax

rapax

Ven, 25/12/2015 - 11:11

Il grave problema in Italia non sono gli islamici in se( che vanno drasticamente ridotti) ma l'alta percentuale di imbecilli frustrati e con tare PERSONALI che hanno ruoli nelle scuole Italiane!

Ritratto di rapax

rapax

Ven, 25/12/2015 - 11:21

Gli islamici?(che comunque vanno limitati)sono un pretesto per le tare mentali e frustrazioni di imbecilli senza valori(in genere di estrazione sinistra, preti o no) che cercano tra l'altro di imporre agli altri le loro fisime di rinnegati, usando il posto che hanno loro dato, vanno rimossi immediatamente per motivi psicologici