La scuola elementare che cambia nome alla festa della mamma

A Torino una prima elementare ha cambiato nome alla Festa della mamma, ribattezzata "festa di chi ti vuole bene". E subito scoppia la polemica

L'idea non è nuovissima: prendere un simbolo e provare a distruggerlo, per cercare di affermare un'ideologia. Ma vediamo di cosa si tratta. Come riporta La Stampa in una prima elementare di Torino le maestre hanno pensato bne (o male) di cambiare nome alla "festa della mamma". Ma che senso può avere una simile idea? Andiamo per gradi.

Le maestre hanno comunicato la loro decisione ai genitori dei bambini all'inizio dell'anno scolastico. Poi, però, tutti se ne sono dimenticati. Ma con l'avvicinarsi della data fatidica (8 maggio) il tema è tornato all'ordine del giorno. L'obiettivo sulla carta era buono: non discriminare nessuno. Ma il rischio, in questo caso, è che a essere discriminati siano proprio i bambini. Perché, pensiamoci bene, un bimbo non ha il diritto di avere (e di festeggiare) la mamma?

Le insegnanti, però, prima di tutto hanno pensato al rischio "discriminazione". Perché mai festeggiare la mamma se possiamo festeggiare tutti quelli "a cui si vuole bene"? Così, ha pensato la giovane maestra che per prima ha avuto l'idea, potranno festeggiare tutte le famiglie, anche quelle "arcobaleno", magari con due papà o due mamma.

La bizzarra decisione, però, ha scatenato un bel polverone. Nel senso che non tutti, ovviamente, hanno apprezzato l'imposizione. Una delle mamme che ha lanciato la protesta, su Facebook, ha scritto che papà e mamma sono "due cardini, due archetipi, due certezze intorno ai quali si è costituita la nostra società. Dovere della scuola è radicare certezze nelle figure di riferimento, non aumentare la confusione e disorientare i bambini". Pensare di sostituire due figure centrali, come la mamma e il papà, con un generico "chi ti vuole bene" non solo è sbagliato, ma può essere anche pericoloso.

Commenti

blackindustry

Sab, 07/05/2016 - 12:03

Societa' morta e decomposta, senza piu' valori-radice. E' poi ovvio che arrivino quattro ciabattanti straccioni e trovino terreno fertile...

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Sab, 07/05/2016 - 12:06

Ma queste quattro maestre sgarrettate e psicolabili perché non pensano a come far meglio il proprio lavoro? Cosa si mettono ad inventare? Pensano d'apparire intelligenti? Sembrano foche ammaestrate a fare e dire scemenze. Poverette.

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Sab, 07/05/2016 - 12:06

"La giovane maestra che per prima ha avuto l'idea...", frutto velenoso di un sinistro pensare, che sia messa al rogo con tutta l'accozzaglia di psicologi, assistenti sociali e strizzacervelli maledetti per l'eternità!

Ritratto di Falco1952

Falco1952

Sab, 07/05/2016 - 12:06

Ma queste iniziative chi le approva? Una si alza la mattina e si inventa qualche cosa genitore 1,genitore 2,la festa della mamma almeno non toccatela è l'unica cosa vera che ci è rimasta almeno dal mio punto di vista eh eh poi si sa che vogliono smontare anche quello!!!!

roberto.morici

Sab, 07/05/2016 - 12:14

"Per tutte le mamme di qualsiasi sesso". Non sarebbe più corretto?

Ritratto di marapontello

marapontello

Sab, 07/05/2016 - 12:19

A chi non è capitato di avere in classe un compagno a cui è mancata la mamma? E allora? Sono sopravvissuti molto bene a tale strazio. Adesso per colpa dei gay ribaltano le fondamenta di una società. È ridicolo.

roberto.morici

Sab, 07/05/2016 - 12:23

"Festa di chi ti vuole bene" La mamma, il mammo, fratelli, sorelle e parenti vari. In certi casi anche quel tipo un pò strano che ha un concetto tutto suo di "amore" per i bambini?

blackbird

Sab, 07/05/2016 - 12:25

La festa di "chi ti vuole bene" si celebra il 19 marzo!

michele lascaro

Sab, 07/05/2016 - 12:27

"La voce dell'ignoranza" (la maestrucola ignorante)

agosvac

Sab, 07/05/2016 - 12:29

Ci sono cose che non si riesce neanche a capire! Ma perché sminuire la figura della mamma che è stata centrale per svariati millenni, forse centinaia di migliaia di anni??? Questa giovane maestra non ce l'ha una mamma che l'ha accudita ed amata???

MEFEL68

Sab, 07/05/2016 - 12:38

I pretesti per abolire questa festa sono i più imbecilli che una mente umana possa partorire. La scusa di NON discriminare è così infantile che porta a dubitare dell'intelligenza di chi li formula. Perchè non abolire anche la festa del papà per non turbare gli orfani di padre? E i nonni? I bambini che non hanno un nonno/a sono ancora più numerosi. Perchè non abolire la festa degli innamorati per non turbare quelli che l'amore non riescono a trovarlo? Aboliamo anche la festa dello sport; quanti sono coloro che si sentono emarginati e sospirano nel vedere tanti loro coetanei gareggiare e trionfare? Aboliamo la festa di laurea per non discriminare quanti non hanno potuto studiare. L'unica cosa da abolire, sono queste persone che credono di essere moderne ed emancipate. La pensino come vogliono, ma non rompano qualcosa a chi non la pensa come loro.

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Sab, 07/05/2016 - 12:44

Legittimo farsi una risata per una simile imbecillità ma nel frattempo preoccuparsi per come lo "sbandamento" sta liquefacendo questa società sempre più spogliata dei suoi punti di riferimento.

joecivitanova

Sab, 07/05/2016 - 12:47

.."festa di chi ti vuole bene".. Allora potrebbe essere anche la festa del cane del bambino, che sicuramente gli vuole molto bene..o no..!? G.

Cirilla

Sab, 07/05/2016 - 12:47

Cirilla .....un altra scemenza partorita da qualche capoccia sinisstrorsa superintelliogente...

giosafat

Sab, 07/05/2016 - 12:49

Non è una decisione bizzarra,è una decisione da dementi... coadiuvata anche dal disinteresse e dalla superficialità con cui i genitori seguono le vicende dei loro figlioli. E non trovano di meglio poi, a frittata fatta e servita, che andare a lamentarsi su facebook. Alla fin fine si ha quello che si è permesso che fosse dato. Comunque le maestre vanno destituite da un ruolo che non compete loro, loro possono al massimo dedicarsi al decoupage.

Ritratto di Ventoverde

Ventoverde

Sab, 07/05/2016 - 12:52

Eliminazione della festa della mamma, del Natale, insegnamento della dottrina gender nelle scuole, eliminazione dei crocifissi dagli edifici pubblici, matrimoni gay… e chi piú ne ha piú ne metta. Questi sono i risultati del materialismo ateo comunista. Siamo condannati all’autodistruzione, ma dopotutto non è un male. Un frutto marcio deve per forza di cosa cadere dall’albero.

leo_polemico

Sab, 07/05/2016 - 13:07

Alla fine, in due parole, mi pare che quelli che sono discriminati, siano i "normali". Qualcuno controlla il contenuto della testa di quelle che si autodefiniscono maestre o insegnanti? Il direttore, anzi scusate l'errore, il "dirigente scolastico", secondo la definizione attuale, che ci sta a fare? Si vuole forse trovare del lavoro a psicologi e a parolai vari solo capaci sovente di "far danni"?

Ritratto di warwin

warwin

Sab, 07/05/2016 - 13:13

facciamo un ragionamento: se non si vuole discriminare nessuno e quindi chi ha due papà o due mamme vuol dire proprio che a queste tipologie di famiglie manca un qualcosa.....e quindi perchè incentivare o sponsorizzare un qualcosa che sappiamo già ha insita una discriminazione. Ma poi perchè spostare la disctiminazione a chi una mamma ce l'ha e la vuole festeggiare? bohhhh

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Sab, 07/05/2016 - 13:20

E comunque, fino a quando non verrà sostituito l'utero materno con una macchina artificiale, la mamma resterà sempre!

nova

Sab, 07/05/2016 - 13:34

Di mamma ce n'è una sola. E' un dato oggettivo incontrovertibile o si vuol negare la verità ?

Tommaso123

Sab, 07/05/2016 - 13:36

la trovo la idea creativa pur avendo suscitato dei dibattiti.

lakos29

Sab, 07/05/2016 - 13:44

In Spagna dove vivo, e dove le coppie omosessuali sono riconosciute, hanno fatto due lotterie speciali una per il giorno del padre ed una per il giorno della madre che qui è il primo di maggio. Quindi voler regolarizzare le coppie omo non vuol dire discriminare le coppie etero, altrimenti si passa dall'omofobia all'eterofobia.

cgf

Sab, 07/05/2016 - 13:46

Non è che le maestre abbiano un 'conflitto d'interesse' visto che PRETENDONO che si ricordi chiunque a cui si vuole bene? Magari sono le classiche zitelle e/o le frustate in famiglia.

Ritratto di bandog

bandog

Sab, 07/05/2016 - 14:10

Ha ragione la giovin maestra!Pertanto,per non fare discriminazione licenziare in tronco tutte le maestre che vadano ad insegnare nei paesi altamente civili musulmani!

Tuthankamon

Sab, 07/05/2016 - 14:33

I termini per gente simile sono "inetti debosciati politicamente corretti e senza spina dorsale"!

luigi.muzzi

Sab, 07/05/2016 - 14:34

ma che discussione è, la mamma è LA mamma... UNA sola e possibile, su questo non c'è mai stato dubbio, e non c'è arcobaleno che tenga !

Ritratto di Giano

Giano

Sab, 07/05/2016 - 14:46

Ecco l’ennesimo esempio quotidiano dell’errore di fondo della democrazia: l’uguaglianza di tutti i cittadini e la libertà di pensiero e di espressione garantita a tutti; anche allo scemo del villaggio. Quando si renderanno conto dell’enorme sciocchezza (e delle conseguenze tragiche) di questi principi sarà un grande passo avanti per l’umanità. L’ho scritto anche due giorni fa, citando un’affermazione di Umberto Eco sugli imbecilli che affollano la rete, a proposito delle contestazioni al Giornale sulla pubblicazione dello “Scandalo foto minorenni nude”. Non solo gli idioti hanno diritto di parola, ma fanno anche proposte idiote che poi, questo è il vero scandalo, vengono anche accettate da altri idioti che, essendo in maggioranza, governano. Ma questo dice la "Costituzione più bella del mondo".

Una-mattina-mi-...

Sab, 07/05/2016 - 14:57

La "festa di chi ti vuole bene" è discriminatoria nei confronti di quelli cui bene non si vuole.

Giorgio5819

Sab, 07/05/2016 - 15:08

L'ennesima, inquietante, sporca buffonata comunista.

Fjr

Sab, 07/05/2016 - 15:12

Leggendo questo articolo e pensando a quelle maestre , ti viene in mente la festa del rincoglionimento corretto, ma la vogliono finire di inventare feste goliardiche per soddisfare il popolo LGBT?E basta ,per una volta pensassero alla salute

killkoms

Sab, 07/05/2016 - 15:28

solo l'imbecillità umana non verrà mai abolita!

Ritratto di Margherita Campanella

Margherita Camp...

Sab, 07/05/2016 - 15:33

Rassegniamoci: con l'occupazione di ogni poltrona, poltroncina e sedia, compresa la sdraio, la sinistra ha imposto la propria visione della società.Siamo allo smantellamento di ogni ordine naturale delle cose: niente più famiglia intesa come Uomo e Donna, niente più genere maschile o femminile perché troppo obsoleti. Vogliono annientarci tutti e ci stanno riuscendo, anche con l'ausilio del supplente del Vaticano che non oppone alcuna resistenza. Resta però loro da conciliare la famiglia arcobaleno con l'islam che vogliono imporci in Italia. Come faranno?

Cheyenne

Sab, 07/05/2016 - 15:39

LA BUONA SCUOLA DEL BUFFONE DI CORTE

Trifus

Sab, 07/05/2016 - 16:18

Scusatemi se vado controcorrente, ma secondo me è una notizia che non avrebbe meritato neanche la pubblicazione. Quante migliaia di prime classi elementari ci sono in Italia? E allora per una che ha avuto questa genialata stiamo a scrivere a commentare come se la sostituzione della festa della mamma fosse la regola. Quelle "maestruncole" hanno avuto troppa pubblicità, non meritavano alcuna menzione e lasciate nell'oblio. Invece adesso rischiamo che qualche altra mente labile le scopiazzi.

ziobeppe1951

Sab, 07/05/2016 - 16:37

Ma Gesù bambino sarebbe d'accordo?

salvofranco

Sab, 07/05/2016 - 16:38

La festa della mamma fa parte di tradizioni che si vogliono minimizzare per annichilire la famiglia tradizionale, insieme con le nostre radici culturali. Tali mezzucci si propongono di stravolgere la funzione pedagogica della scuola, tendendo invece – come accade ormai quotidianamente - alla promozione dei soggetti LGBT; con danno enorme sullo sviluppo della psiche del minore, che perde il modello di riferimento della famiglia da cui proviene. Non sono criticabili solo le cosiddette.. “maestre” (di cosa?), ma anche i genitori che esitano a ritirare i figli da quella scuola, per iscriverli in altro istituto. Cosa che farebbe cessare all’istante ogni iniziativa del genere...

clz200

Sab, 07/05/2016 - 16:41

Questa docente cos'ha partorito per le altre feste? la festa della mamma=per chi ti vuole bene 1, la festa del papà=per chi ti vuole bene 2, la festa dei nonni=per chi ti vuole bene 3, la festa delle provette=per chi ti vuole bene 4

Ritratto di AdrianoAG

AdrianoAG

Sab, 07/05/2016 - 16:53

Ma un gruppo di maestre hanno il potere sinistro di manipolare e cambiare una tradizione? Siamo messi molto, ma molto male! C'era da supporre questa variante in nome di un nichilismo tutto itagliano!

Ritratto di 100-%-ITALIANA

100-%-ITALIANA

Sab, 07/05/2016 - 16:57

Maestre ANENCEFALICHE, quindi sicuramente di sx, non v'affiderei l'educazione neppure delle zecche di piccione - Comunque, se proprio si vuole parlare della festa di chi ti vuole bene la + adatta è il 14 febbraio

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 07/05/2016 - 17:04

Demolizione culturale delle radici umane. La piu' ignobile era di distruzione della storia dell'umanita'. Peggio dei nazisti.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 07/05/2016 - 17:05

Demolizione culturale delle radici umane. La piu' ignobile opera di distruzione della storia dell'umanita'. Peggio dei nazisti.

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 07/05/2016 - 17:15

-------tentativo maldestro di perorare una causa che finisce inesorabilmente per danneggiare la medesima---basta leggere i giornali per rendersi conto che tutti i movimenti lgbt non cercano ste cavolate che salvano la forma ----ma cercano sostanza nei pari diritti---hasta siempre

Fjr

Sab, 07/05/2016 - 17:16

@CLZ, più' che feste sembrano i titoli di un sequel , la maestra diversamente intelligente 2 ,la vendetta

heliodromos

Sab, 07/05/2016 - 17:29

Se questa subumana tarata mentale avesse deciso di chiamarla "festa dei culi" avrebbe avuto il mio plauso! Quale miglior titolo per dei frutti di un parto anale! Ma non mi meraviglia tanto questa progressiva distruzione della civiltà, quanto il nostro silenzio, non di parole ma di azioni, di fronte a questo palese piano di annientamento della nostra civiltà!

Ritratto di floki

floki

Sab, 07/05/2016 - 17:32

Festa organizzata da emeriti cxxxxxxi.

duca grigio

Sab, 07/05/2016 - 17:32

certo, perche' non festeggiare tutti? anche ai compleanni, perche' fare gli auguri solo a chi festeggia il compleanno? no, facciamoli a tutti, senno discriminiamo gli altri!! Dire che questi siano dei dementi e' essere troppo buoni, meno male che fanno gli insegnanti...

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Sab, 07/05/2016 - 17:41

E la festa della salama da sugo, può rimanere così com'è, o dobbiamo inventarci un altro nome? Possiamo chiamarla..."festa della maestra ammaestrata"?

diesonne

Sab, 07/05/2016 - 17:47

DIESONNE MAESTRNOE E DOCENTI INUTILI PER EDUCAZIONE CULTURALE-NON SANNOE DISTINGUIRE DALLA FESTA DALLA MADRE-MA HANNO UNA MADRE QUESTI DOCENTI

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Sab, 07/05/2016 - 17:56

Esiste qualcosa di più discriminante del maiale e di tutti i suoi derivati, spazzole comprese? Per coerenza bisognerebbe cambiare il nome di tutte le feste a lui dedicate...non oso pensare a come potrebbe chiamarsi la "Festa della salama da sugo" ohohohohohoh!

AndreaYUL

Sab, 07/05/2016 - 18:05

Come al solito si tenta di imporre la propria visione che in questo caso é quella d'alcune delle sedicenti famiglie naturali: nessuno impone di non festeggiare la propria mamma, ma bisogna permettere a quei bambini che per un motivo o un altro non hanno una mamma (e i motivi possono essere molteplici) di avere un motivo per festeggiare insieme ai compagni di classe che ne hanno una. Una buona idea che la malafede di qualche bigotto non potrà macchiare.

paspas

Sab, 07/05/2016 - 18:26

Roba da matti. Non ci potrebbe essere nulla di peggiore che far passare in "secondo grado" la mamma. Abolire la festa della mamma e' abolire chi ti ha messo al mondo e ti ha portato in grembo per nove mesi. E' undelitto contro tutte le mamme che ci han voluto e ci vogliono bene. Quelle cosidette maestre non hanno alcun rispetto per le loro mamme che hanno sofferto per loro. LA FESTA DELLA MAMMA NON SI TOCCA E SE LE SIGNORE MAESTRE VOGLIONO LA FESTA DI CHI TI AMA, ABBIANO IL CORAGGIO DI PROPORLA IN ALTRA DATA DISTANTE DALL'8 MAGGIO. POICHE' SONO IGNORANTI E FETENTI,CATTIVE IN MALA FEDE NON SONO STATE CAPACI DI PROPORRE UNA NUOVA FESTA IL ALTRA DATA.

Ritratto di semovente

semovente

Sab, 07/05/2016 - 18:27

Non sapendo se dire "mampa" o "pamam" hanno optato per qualla demenzialità. I figli delle maestre a casa le chiamano con il loro vero nome? Credo sia stron.e.

oceanicus

Sab, 07/05/2016 - 18:58

Abbattere il regime comunista imperante. Votare e resistere. COme sul Piave.

Ritratto di VENEREEE94

VENEREEE94

Sab, 07/05/2016 - 19:59

nooooo:Signor Binelli, non si può e, a tal proposito cito il brano W la Mamma di Bennato. "viva la mamma, affezionata a quella gonna un po lunga così elegantemente anni cinquanta sempre così SINCERA.

nino90

Sab, 07/05/2016 - 20:01

BASTA mamme!

Abia68

Sab, 07/05/2016 - 20:11

Anche quel viscido di Vendola ha piano la morte della madre... NON del Genitore 1 !!! Ma cosa vogliono dimostrare queste pezzenti che i figli, come dice Sgarbi, nascono dal buco del c... ???

Abia68

Sab, 07/05/2016 - 20:12

... e comunque tutti hanno una mamma: anche i "bulicci" !

FRANZJOSEFVONOS...

Sab, 07/05/2016 - 20:15

òA DOSGRAZIA PER L'ITALIA E' STATA LA DEMOCRAZIA CRISTIANA DOPO LA MORTE DI DE GASPERI. CI SONO STATI, TRANNE ALCUNI ESPONENTI DELLA DC, QUALI PELLA TAVIANI E QUALCHE ALTRO, PERSONAGGI POLITICI SOTTOMESSI COMPLICI SUCCUBI E CONNIVENTI CON LA SINISTRA. INCAPACI DI RIBELLARSI. VEDETE CARLO DONAT CATTINE PRIMA MOLTO VICINO ALLA SINISTRA, POI ACERRIMO NEMICO. LA DEMOCRAZIA SI E' STINTA TRAGICAMENTE CON MINISTRI E GOVERNI CHE HANNO FATTO ALLEANZE CON IL PCI VEDASI LEGGI DEL 1978. SONO PENTITO PIU' DEI MIEI PECCATI, COME SI DICE IN SICILIA, DI AVER VOTATO DC, NON HO VOTATO DC TROPPO TARDI. E' ANCORA MI INCAZZO

Roberto R

Sab, 07/05/2016 - 21:20

Caro bambino del terzo millennio, ti hanno privato del tuo genere, forse non sei quello che sei, forse non sei mai nato, forse, se sei qui, non ne conosci il perché. Non pensare alla tua mamma, non pensare al tuo papà, non pensare a tutti coloro che prima di te, generazione dopo generazione, hanno dato vita alla tua identità, alla tua unicità. La tua maestra ha amorevolmente piantato un fagiolo in un vaso, vedi, cresce da solo anche se ha bisogno che qualcuno lo innaffi, ma chi lo innaffia? Forse qualcuno che lo ama o qualcuno che lo vuole far crescere per mangiarlo? Caro bambino-fagiolo, innaffiato da mani sconosciute, non pensare se un giorno finirai in una scatola di fagioli, sullo scaffale di un supermercato, con un prezzo stampato sull’etichetta. Forse è lì che finirà la tua storia (invano chiamerai una “mamma” a salvarti), non preoccuparti , chi acquisterà il barattolo, in cui ci sarai anche tu, ti dirà: “Quanto amo i fagioli!”.

fabiou

Sab, 07/05/2016 - 21:40

vogliono distruggere la famiglia per rendere le persone fragili e manipolabili. ideologia gender è funzionale al New World order massonico

Antonio43

Sab, 07/05/2016 - 22:07

La verità è molto più semplice di quanto si pensi: la poveretta è nata sotto un cavolo! Quindi che ne sa?!

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Sab, 07/05/2016 - 23:07

e perché non "festa del genitore 2"?. anzi della genitora o della genitoressa ...

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 07/05/2016 - 23:49

Purtroppo l'inconcepibile idiozia di favorire poche persone danneggiandone cento, con delle motivazioni capziose oltre che schifosamente ipocrite, viene da maestre impreparate a svolgere il loro compito educativo. ANTEPONGONO L'IDEOLOGIA DELLO STOLTO PERMISSIVISMO DEL SINISTRUME AGLI IRRINUNCIABILI FONDAMENTI EDUCATIVI TRADIZIONALI. Il ministero dell'Istruzione dovrebbe sospendere queste maestre agit-prop che cercano di inculcare nei minori discutibili ideologie di una parte politica.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Dom, 08/05/2016 - 00:01

"Festa di chi ti vuole bene": definizione sostanzialmente iniqua alla radice. Allora la festa del papà come la chiamiamo: "Festa di chi ti vuole meno bene"? @Andrea YUL, resta il fatto che si comincia col pretesto dei bambini da non discriminare per scardinare poi, alla radice, l'idea stessa di famiglia, sostituita dal burocratico 'nucleo familiare'; pezzi intercambiabili, senza storia. Ma al quale è possibile 'attaccare' quel che si vuole, liberi dall'impegno di 'educare'. Perchè, tanto, per chi non se ne fosse accorto, c'è la riedizione dello Stato etico!

joecivitanova

Dom, 08/05/2016 - 01:00

..Mi sorge un dubbio..!! Se prima alla festa della Mamma il figliolo doveva fare il regalo (uno) ad una persona sola..ora, con la festa di 'chi ti vuole bene'(che saranno tanti, suppongo), quanti regali deve fare questo povero figliolo, ..ahimè..!! G. p.s.: che sia stata la Confcommercio, sotto sotto, ad avere avuto l'dea..!?..Mah..!!

Ritratto di Giano

Giano

Dom, 08/05/2016 - 01:11

@ Roberto R. Bravo, complimenti.

Ritratto di Sergio Sanguineti

Sergio Sanguineti

Dom, 08/05/2016 - 07:45

Un fragoroso applauso meritato da queste insegnanti, deficienti, dissacrartici e ben imbeccate dalla devastante "teoria del gender" inventata dalle bacate e sinistre menti italiane ed occidentali!

umberto nordio

Dom, 08/05/2016 - 08:50

L'avrà fatto certamente qualche "spirito bello" per non ferire la suscettibilità di gay e trans.

vince50_19

Dom, 08/05/2016 - 09:19

In nome del politically correct di cui parlò Ricolfi in un suo bel libro, tutto è possibile, anche dire "festa di chi ti vuole bene". Le politiche aberranti che Soros porta avanti da anni, tese a distruggere qualsiasi tipo di riferimento per l'essere umano, vengono rinvigorite da gente che definire concretamente è veramente difficile, se non si vuole scadere nel turpiloquio. Che significa "chi ti vuol bene": può essere riferito a qualsiasi persona (che poi è quello che vorrebbero sottintendere, anche i "diversi"). Magari, in un gesto di grande altruismo, avrebbero potuto dire ad es. genitore 2. Manica di... !

giovanni235

Dom, 08/05/2016 - 10:03

Oggi giornata di lutto profondo per Vendola,a cui non è stato ancora riconosciuto lo stato di mamma per via dei due maroni che si porta appresso.Peccato che non lo accolgano in Turchia,era lo nostra speranza che lo facessero sparire.Avremmo anche risparmiato 5.800 euro al mese!

Maurizio Bassanini

Dom, 08/05/2016 - 10:09

Ma c'e unlimited a queste stupidaggini? Cosa fanno Preside e Provveditore?