Se lo stregone ha paura del mostro che ha creato

Ha sganciato la bomba atomica e ora tira indietro la mano. Il nuovo blog di Grillo non è solo un nuovo blog ma un terremoto per il Movimento. Il fondatore molla le sue truppe. L'apprendista stregone fugge dal mostro che ha creato in laboratorio prima che si rivolti contro di lui o - più biecamente - per non mettere la faccia su quello che potrebbe essere un disastro.

Il lungo video nel quale l'ex comico motiva il suo passo di lato è un'orazione funebre per i pentastellati. La pietra tombale su un'operazione che dell'attore porta addirittura il nome. Grillo prosegue senza i grillini, i suoi figli che si sono rivelati alquanto problematici. Il capocomico ha finito di recitare la sua parte, ha visto che in platea non ride più nessuno, chiude il sipario e rimette l'incarico al suo autore e impresario: Casaleggio.

Grillo sembra dire: «Belìn, era tutto uno scherzo, ora facciamo finta che non sia successo nulla». Ma, in realtà, caro Grillo, sono successe tante cose. E non si può fare finta che non siano passati questi ultimi dieci anni, che tutto fosse uno spettacolo di cabaret destinato prima o poi a uscire dal cartellone. Certo, da un comico possiamo aspettarci di tutto, compresa l'ipotesi che questa sia la sua estrema buffonata, un bluff, una boutade per oscurare le performance non particolarmente brillanti dei suoi burattini. Se così fosse sarebbe ancora più grave, perché Grillo starebbe giocando, ancora una volta, con le sorti del Paese e con la democrazia.

«Scriviamo il futuro con la matita e la gomma», dice Beppe, probabilmente consapevole dei tanti errori germogliati dalle sue deliranti visioni. Troppo facile dirlo ora. La politica, quando diventa amministrazione, scrive con lo scalpello sul marmo della cosa pubblica. Non gioca con le parole - come Grillo ha fatto sapientemente per una vita -, ma gioca con il destino delle persone. E talvolta il marmo è quello delle lapidi delle vittime della mala gestione. Come è successo in piazza San Carlo a Torino. Non ci sono gomme che possano cancellare lo sfacelo delle amministrazioni pentastellate. Non ci sono gomme che possano sbianchettare quell'odio nei confronti della politica che, come un virus nichilista, si è insinuato nelle carni del Paese. Non ci sono gomme che porteranno via quell'avvelenamento del discorso pubblico che le truppe cammellate dei Cinque Stelle hanno seminato dentro e fuori dal web.

Ma Grillo vola alto, non gliene frega niente delle montagne di immondizia e dei maiali che girano per la Capitale. In altri tempi ci avrebbe ricamato su una delle sue battute irresistibili. Ora tace, preferisce parlare dei massimi sistemi, della decrescita felice (dalla sua villa di Genova), dello scioglimento dei ghiacci, delle città autosufficienti del futuro, della robotizzazione del lavoro. Si butta nell'intelligenza artificiale per sfuggire alla stupidità reale che lo circonda. Ma ormai il danno è fatto e i suoi orfanelli continueranno a portare avanti quelle idee sbilenche che improvvisamente lui smaschera come un'utopia. «Non serve eleggere una nuova classe dirigente, ma erigere un nuovo popolo», ammette ora con un candore disarmante. E allora come mai ci ha riempito - e ci riempirà - il Parlamento di buoni a nulla? Per condurre un esperimento di ingegneria sociale e politica?

«Inizia una fase di liberazione», dice Grillo con evidente soddisfazione. Certo. Lui si è liberato dai grillini. Un bel peso. Il problema è che li ha mollati a noi.

Commenti

linus

Mer, 24/01/2018 - 08:58

Bisogna erigere un nuovo cervello,Grillo,il resto sono solo chiacchiere che fate,falliti.E' comodo tirarsi indietro,vero?

ginobernard

Mer, 24/01/2018 - 09:07

beh distruggere è più semplice che costruire. E governare in Italia non è uno scherzo. Vedi Torino e Roma. Tra il dire ed il fare ...

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 24/01/2018 - 09:08

se va avanti cosi, non avremo più nemmeno il timore di dover battagliare contro il M5S :-)

Ritratto di combirio

combirio

Mer, 24/01/2018 - 09:09

Ottima rappresentazione di una Parodia teatrale, purttroppo finito lo spettacolo si affronta la realtà ma che a detta di Grillo la Commedia sarebbe dovuta continuare allo stesso modo. Il giocattolo gli è scappato di mano ed è diventata una valanga difficilmente gestibile. Il problema comunque rimane tutto, si renderà conto la massa di tanardi che segue le sue visioni del da farsi? La vedo dura. La sua visione politica ha portato più danni che benefici ed il bello deve ancora venire. La speranza è che tanti si rendano conto in tempo del precipizio che l’ aspetta e il danno che possano recare all’Italia e poi Grillo è fatto così, tira la pietra e nasconde la mano.

Ritratto di ...wiWa£iTag£ia.

...wiWa£iTag£ia.

Mer, 24/01/2018 - 09:19

nessun patriota italiano che vuole liberare l'italia dal cancro della casta e della mafia ha paura del M5S al governo, a partire da Beppe Grillo

Ritratto di ellebor0

ellebor0

Mer, 24/01/2018 - 09:31

Dopo ogni truce sbornia c'è l'amaro risveglio, accortosi che la sua nave è alla deriva e potrebbe fare la fine della Concordia, scappa via come un topo. Ha messo in scena il vaffa finale e lascia all'asciutto dei pesciolini rossi boccheggianti che si credevano squali. Ha dovuto fare tali e tante correzioni alla sua creatura da farla diventare un mostro di Frankenstein, pezzi di carni diverse cucite insieme e dotate di un cervello AB-normal. Infatti il suo elettorato è composto da elettori di ex-destra ed ex-sinistra che si tiravano i pesci in faccia prima dei suoi vaffa, non possono e non potranno convivere a lungo, prima o poi ritorneranno da dove sono partiti.

maxfan74

Mer, 24/01/2018 - 09:35

Non diamo il nostro voto a degli incompetenti, che forse come comici fanno ridere, ma come politici farebbero piangere.

umberto nordio

Mer, 24/01/2018 - 09:38

Più che problematici ,li definirei ignoranti ,maleodoranti ed assolutamente incapaci di tutto. Forse Grillo comincia ad accorgersene.

Romolo48

Mer, 24/01/2018 - 09:50

@ ...wiWa£iTag£ia. ... la casta se l'è già messa in casa il tuo ex- movimento, diventato partito agli ordini della ditta Casaleggio, con a capo un finto capo.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 24/01/2018 - 09:53

Ormai il "mostro" ha rotto le briglie e corre da solo: Grillo per ora sta aggrappato alla sella, ma se contraddice lo buttano giù.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Mer, 24/01/2018 - 10:01

La cosa è riassumibile in poche righe - per chi non sapesse i retroscena. Casaleggio e Grillo iniziano a frequentare le ambasciate americane (con i vari addetti attaché culturali che pullulano nelle medesime). Questi attaché sono coperture diplomatiche per operativi dell'intelligence, la cosa è risaputa. A Casaleggio e Grillo viene assegnato il compito di creare un movimento 'valvola di sfogo' per la oramai crescente parte della popolazione che non si fida più di nessuno. Questo spiega il perché Grillo sapesse cose sulla Parmalat che neppure l'intelligence della GDF sapesse. Poi però, i grillini ci credettero davvero e la cosa scappò loro di mano. Uno è morto nel frattempo, l'altro si barcamena per fuggire dal mostro-farsa che ha creato.

Ritratto di tangarone

tangarone

Mer, 24/01/2018 - 10:30

E' indiscutibile che Grillo abbia segnato la politica italiana sia pur senza mai governare, e va dato atto di aver racimolato una montagna di elettori. Preso singolarmente, è il Movimento/partito con più voti. Al di la di questo, io sono ex votante ms5, dico ex perchè oggi la politica immigratoria di m5s è troppo fumosa e troppo aperta a interpretazioni che potrebbero esser addirittura contradittorie. Per tale aspetto, ci voglio parole chiare e decise come quelle di Salvini, senza paure di non prendere il voto dei "benpensanti" - ma che chiamerei traditori della patria. Poi mi pare che il giornale butti fango contro tutti i non allineati, e vabbe sappiamo come sono i giornali. Solo una domanda, quando dite che Grillo ha la villa, lo yatch. ecc, si evince quindi che il signor B. viva sotto un ponte?

Massimo Bocci

Mer, 24/01/2018 - 10:48

Perché l’insetto Genovese è molto sensibile al suo portafoglio, dunque da saggio belin, sa che i suoi compari stellati, appena satolli dai soldi turlupinati ai cittadini con stipendi (parentele) e vitalizi, non esiteranno anche nel saccheggiare (il portafoglio) di demagoghi capi popolo, come lui è un abittue’ dei compensi in nero, gli metteranno lo scontrino sulle balle e allora belin saranno cavoli amari.

Ritratto di bimbo

bimbo

Mer, 24/01/2018 - 11:02

Caro Grillo il motto è questo " Avere i mezzi senza giustificare i fini" pertanto non è importante il fine ma ottenere il mezzo.

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Mer, 24/01/2018 - 11:06

Riporto il sunto di un mio commento piuttosto datato: «E bravo Grillo, quello che parla a nome di tutti gli italiani. Continua così e forse ti renderai anche conto che i cosiddetti grillini in parlamento non ce li hai mandati tu, ma SEL e tutti i "gruppettari" che gli italiani avevano cacciato con il voto. Non impiegarci una vita, però, ad accorgertene…». SEN’È ACCORTO. PURTROPPO PER L’ITALIA, PERÒ, NALLA SUA ZAZZERA, HA PORTATO LE «PULCI» IN PARLAMENTO E QUESTE HANNO INVASO L’NTERO SISTEMA POLITICO-AMMINISTRATIVO ITALIANO. ORA CERCA SOLO DI DISINFESTARE LA PROPRIA ZAZZERA. SPERO CHE GLI ELETTORI, A MARZO, USINO IL VOTO COME INSETTICIDA PENSANDO ALL’ITALIA E NON ALLA CRINIERA DI GRILLO.

VittorioMar

Mer, 24/01/2018 - 11:36

..NE PRENDE ,PRUDENZIALMENTE,LE DISTANZE...NON VUOLE ESSERE COINVOLTO IN OPERAZIONI....DI OPPORTUNITA' POLITICHE...SI RISERVA....LE CRITICHE O...GLI ELOGI...!!

mariolino50

Mer, 24/01/2018 - 11:40

Non sono grillino, ma la monnezza a Roma non è solo colpa loro, ci ho vissuto ai tempi di Alemanno, monnezza ovunque, con Marino lo stesso, e ora idem, i trasporti fanno schifo, ma perchè manca una vera metropolitana. A Madrid in pochi anni hanno fatto 14 linee, non tiriamo fuori le anticaglie, fuori delle mure aureliane non ce ne sono molte, solo questione di volontà.

titina

Mer, 24/01/2018 - 11:42

Non mette la faccia ma tira i fili

ex d.c.

Mer, 24/01/2018 - 11:53

Anche Grillo, nella sua follia, si rende conto di quanto male può fare al Paese un movimento senza fondamenta lasciato in mano ad una nullità

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Mer, 24/01/2018 - 12:18

@tangarone – Lei elettore di dei 5 stellati, questa volta, suo malgrado suppongo, visto che la «politica immigratoria di m5s è troppo fumosa» guarda a Salvini. Anche questa sua asserzione è «troppo aperta a interpretazioni che potrebbero esser addirittura contrad[d]ittorie». Leggendola ho pensato: «questo potrebbe essere sia un m5s, sia un leghista di Salvini, ma non cambierà di sicuro. Cerca solo di spingere i grillini delusi verso la lega, per indebolire Berlusconi». La sua domnda «quando dite che Grillo ha la villa, lo yatch. ecc, si evince quindi che il signor B. viva sotto un ponte?» Mi pare la cartina tornasole: non si evince niente, perché: Grillo & Co, non Berlusconi, hanno rintronato gli italiani con le loro declamate rinunce a emolumenti parlamentari, vitalizi ecc, ecc, ecc.

il corsaro nero

Mer, 24/01/2018 - 12:32

@mariolino50: ha ragione, ma il problema è che in campagna elettorale i grillini affermavano che in sei mesi avrebbero rimesso a posto tutto e per far credere ciò hanno coniato il famoso slogan "il vento sta cambiando"! Beh, non i sembra sia cambiato molto! Stessa cosa a livello nazionale! Avrebbero dovuto aprire il Parlamento come una scatoletta di tonno, peccato abbiano dimenticato l'apriscatole!

PieroGobetti_La...

Mer, 24/01/2018 - 12:55

Caro Del Vigo per parlare di teatro occorre esserne competenti. Come di ogni altra cosa. Il teatro non è fatto solo di autori, attori, registi eccetera. Ha una componente imprescindibile che è quella più importante: il pubblico. Visti i sondaggi sull'elettorato avrei un pò di pudore a parlare di "performance non particolarmente brillanti dei suoi burattini", il pubblico pare pensarla differentemente dai 'critici' come lei in questo caso. E prima di dare dei burattini agli altri io un esame di coscienza me lo farei. Viva la rivoluzione liberale, quella vera, senza faccia di Mussolini sulle pagine.....

Tarantasio

Mer, 24/01/2018 - 13:16

'''aridatece i soldi der bijetto'''

agosvac

Mer, 24/01/2018 - 13:31

Grillo può anche cercare di tirarsi fuori, ma, nel bene e nel male, è così coinvolto che in caso di fallimento tutti andranno a prendersela con lui non con i vari di battista o di maio.

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 24/01/2018 - 14:06

-parlare in questi termini di grillo è ingeneroso-è ingeneroso non tanto verso grillo ma verso gli elettori di questo partito- giudicare burattini un terzo degli elettori di un paese è paradossale-significa insultare le intelligenze individuali-credo che il ruolo di grillo sarà rivalutato col tempo e con la storia-in italia si sono vissuti anni terribili di antipolitica e di antisistema-c'erano nell'aria tutti i prodromi per una nuova stagione di anni di piombo e probabile terrorismo-il merito di grillo è stato quello di disinnescare pericolose miccie facendo confluire in movimento democratico questo malcontento-questo è un merito enorme-i grillini non sanno governare?-impareranno-come hanno imparato i forzaitalioti che nacquero più o meno con le stesse modalità-ricorrere a candidature di personaggi autorevoli è un primo passo-parlare di partito azienda su queste pagine è iperbolico-sappiamo tutti quale è stato ed è il partito azienda-

mariolino50

Mer, 24/01/2018 - 14:14

il corsaro nero E chi credevano di essere, per i miracoli non sono ancora pronti, dovrebbero leggere meno libri di fantascienza, li ho letti anche io, ma li prendo per quello che cosa.

Ritratto di woman

woman

Mer, 24/01/2018 - 15:32

@ tangarone: Berlusconi non ha mai predicato la povertà standosene comodamente nelle sue superville, come fa Grillo, anzi, Berlusconi propugna una politica che porti ad una crescita, non alla decrescita, come predica Grillo, scimmiottando Latouche.

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Mer, 24/01/2018 - 16:23

Francesco Maria Del Vigo, ancora una volta dimostri che non capisci un tubo e che solo su un cartaceo del genere puoi scrivere baggianate senza contraddittorio.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mer, 24/01/2018 - 16:30

L'ideologia e la politica sono due cose diverse , quelli del M5S le confondono troppo spesso ed è per questo che dicono e fanno tutto ed il contrario di tutto , è per questo che costituiscono un pericolo perché essendo agli antipodi del pragmatismo sono incapaci di governare e non è questione di esperienza è questione di vivere nel mondo delle idee o in quello reale. Provate a leggere il loro programma su qualsiasi argomento e ve ne accorgerete, manca solo il debellare la fame nel mondo.

Ritratto di gian td5

gian td5

Mer, 24/01/2018 - 18:05

Era tutto prevedibile, come nel lontano 1981 il Beppe ha portato a spasso gli amici fino a che, resosi conto conto del pericolo da lui stesso creato, è saltato del carro prima di finire con loro nel baratro; come diceva il barbuto di Treviri, la storia si ripete sempre due volte: la prima volta come tragedia, la seconda come farsa.

sparviero51

Mer, 24/01/2018 - 19:15

LO AVEVO AVVERTITO GIORNI ADDIETRO SU QUESTO BLOG : " BEPPE NON STAI PARLANDO AGLI SVEDESI , BENSÌ AGLI ITAGLIANI . AVRAI DELLE GROSSE DELUSIONI " , ED È ACCADUTO DAVVERO !!!

Nick2

Mer, 24/01/2018 - 21:00

Vergognati Francesco Maria. Fino ad ora, l'unico che ha spinto l'Italia sull'orlo del baratro è stato il tuo padrone. E fino ad ora i veri burattini siete stati voi giornalisti servi del pregiudicato.

CALISESI MAURO

Mer, 24/01/2018 - 21:06

il maiale era del 2014 in era pd. Magari adesso e salame e prosciutto:)) non perche' parteggi 5 Stelle anzi.. ma per onor del vero. i 5 stelle sono come il cane ciuaua toys di mia figlia.. nati in laboratorio... ma il cancro viene da ben prima!!

Ritratto di gian td5

gian td5

Mer, 24/01/2018 - 23:03

@ Nick2, se propri vuoi rimestare disavventure giudiziarie tieni conto che che il Beppe è un pluriomicida condannato in cassazione ed un abituè dei tribunali dove ha rimediato almeno tre condanne penali e definitive per diffamazione? Come dicevano i vecchi, chi ha un parente morto impiccato è bene che non parli di corda.

Ritratto di FoxMulder

FoxMulder

Gio, 25/01/2018 - 00:27

Per votare un comico pregiudicato e la sua setta di idioti, uno dev'essere 1) malato di mente fanatico estremista complottaro o 2) un terrone disoccupato analfabeta che sogna uno stipendio gratis senza saper né leggere né scrivere QUESTO E' IL M5S, TERTIUM NON DATUR.

Tommaso_ve

Gio, 25/01/2018 - 09:26

Sarebbe interessante conoscere quanti milioni, scusate, decine di milioni di euro hanno incamerato Grillo e Casaleggio in questi anni... e soprattutto quanti ne hanno dichiarati. No?

Ritratto di dlux

dlux

Gio, 25/01/2018 - 15:12

E' un comportamento vile. Prima ha utilizzato la sua notorietà di comico per lanciarsi in politica, ora fa il contrario. Scommettiamo che inizierà presto un tour di spettacoli?

ermeio

Gio, 25/01/2018 - 15:42

X mortimercazz: infatti solo così avreste qualche speranza, ma siccome è un fake-news, avete già perso, fascistelli razzisti.

diwa130

Gio, 25/01/2018 - 17:00

Ma abbia un minimo di rispetto per chi invece che stare a lamentarsi come la maggior parte degli italiani , si e' impegnato nella creazione di un nuovo soggetto politico, dal nulla, occupando un considerevole spazio politico ed elettorale. Può' non piacere , e a me non piace affatto il M5S, ma bisogna riconoscere l'impegno di chi poteva godersi i suoi soldi ed associarsi alla lamentatio quotidiana di tanti, ed invece ha deciso che era ora di reagire. Tanto di cappello a Beppe Grillo, pur non apprezzando affatto il prodotto che ha creato. E ci sarebbe anche da notare che a differenza di qualcuno che lei probabilmente conosce molto bene, Grillo non si e' speso per difendere interessi personali o aziende che avevano perso la protezione usuale di quella politica che era finita in galera (o all'estero) per corruzione. C'e' un bella differenza no ? Almeno una operazione di verità' ed onesta' intellettuale e giornalistica sarebbe dovuta da chi scrive articoli su un giornale !

STREGHETTA

Gio, 25/01/2018 - 19:08

1)Ho sempre considerato Grillo un buffone, un arruffapopolo. E proprio per questa sua passione di arringare le folle sotto di lui con la sua voce chiocchia, già da comico non lo sopportavo : mi dava fastidio vederlo correre avanti e indietro sul palco, agitare, aizzare, fare concioni, darsi una veste che non gli competeva e profittare della sua notorietà per sbrodolare sulla gente tutto quel che gli passava per la testa. Era " il populista " per antonomasia e ante litteram. Però potevo azzerarlo col telecomando, togliermelo dalla vista. Quando è arrivato a creare un movimento politico mi sono schifata, ma non meravigliata. E mi è stato evidente che il tutto pareva la giusta carota per i semplici, per gli speranzosi, per i fiduciosi, per i troppi che non ne potevano più. Sostanzialmente inconsistente, ma pericoloso, come ogni vero e autentico populismo. E infatti è cresciuto al pari della rabbia della gente e della povertà delle teste.

STREGHETTA

Gio, 25/01/2018 - 19:09

2)A un certo punto ho avvertito che il comico ammalato di narcisismo e di presenzialismo( come ogni essere di spettacolo )si stava stufando della sua creatura, del baraccone di spettacolo imbastito. Ho pensato : con la scusa di fare il padre nobile, questo ha voglia di tagliare la corda, tornare a godersi la sua vita privilegiata, e lasciare la patata bollente e tutte le rogne che il far politica vero implica, ai suoi ragazzi. Si, a quei ragazzotti senz'arte né parte che, non avendo mai combinato nulla, possono proporre solo parole e farsi belli, quasi quasi credendoci di esser dei politici, e berciare ricette per l'Italia. Ed ecco che il problema diventa nostro : Grillo se ne va, e chi se ne frega; ma se il suo Movimento viene votato prima di aver mostrato appieno tutta la sua inconsistenza fattiva...ci ritroviamo dei ragazzotti parolai a far danni su danni per 5 anni. Insomma, il colpo di grazia per il Paese.

STREGHETTA

Gio, 25/01/2018 - 19:11

3)Dopo i PD, gente ancora peggio : raffazzonata su, presa dal web, bambolotti che sono pura immagine e niente sostanza, e soprattutto niente esperienza : non della vita, non del lavoro, non di politica e meno che meno di come si governa un paese. E tutto perché i poveri di spirito devono in qualche modo affermare la loro protesta e per questo li votano. E poi? E poi, furbacchioni?? Siete rimasti all'età delle favole??

Ritratto di nestore55

nestore55

Gio, 25/01/2018 - 19:18

Quando sostenevo che il buffone li avrebbe mollati, in vista della débâcle prevista alle elezioni politiche di Marzo, tutti a darmi del pazzo, populista e quant'altro...Bene. L'evidenza dimostra che non ero e non sono pazzo. L'ex comico sa benissimo che non andranno oltre il 25%; che sono una banda di aspiranti zero, che servono come una gastrite cronica, perció li molla in anticipo perchè nessuno gli possa addossare la colpa.La srl che comanda il gruppetto allo sbaraglio deve prendere atto che si tratta di un investimento che non produrrá utili, ma solo macerie.E.A.

Ritratto di nestore55

nestore55

Gio, 25/01/2018 - 19:22

...wiWa£iTag£ia. Mer, 24/01/2018 - 09:19...Eccolo quá!!!...Liberereste l'Itaia come hanno fatto i partigiani, con sangue, assassinii, stupri e quant'altro degno di voi. Del resto siete i figli di secondo letto di una ideologia marcia ed assassina, che ha provocato oltre 100 milioni di morti. In Marzo sparirete sotto la soglia del 25%...E.A.

Ritratto di nestore55

nestore55

Gio, 25/01/2018 - 19:33

Nick2 Mer, 24/01/2018 - 21:00...Vede, caro signor im..be.ci..lle, quando si scrive sotto gi effetti delle sostanze, si scrivono sciocchezze. Si vada a vedere i dati economici dei 9 anni di governo Berlusconi e li confronti (ammesso ne abbia le capacitá) con i dati relativi ai governi di centro sinistra...Non avrá mai l'onestá intellettuale di ammettere il suo errore. L'ideologia che vi pervade vi distrugge come ,e peggio, di un cancro...E.A.

Ritratto di nestore55

nestore55

Gio, 25/01/2018 - 19:37

ermeio Gio, 25/01/2018 - 15:42...Lei davvero brilla di luce propria! Giá sniffate le scie chimiche? Il 5 Marzo torni da queste parti a commentare, ammesso che abbia gli attributi per farlo...Signor leone da tastiera...E.A.

Ritratto di nestore55

nestore55

Gio, 25/01/2018 - 19:39

diwa130 Gio, 25/01/2018 - 17:00...Cosí commentó un degli avvocati delle cause perse del e dal movimento pentasfigato...E meno male che non apprezza affatto il prodotto che ha creato l'ex comico....E.A.

INGVDI

Gio, 25/01/2018 - 19:46

Purtroppo vera questa rappresentazione di Grillo e del suo mondo da parte di Del Vigo. Preoccupanti sono i personaggi che gravitano attorno al M5S, ma ancor di più lo sono i poveretti che per ingenuità o stupidità li votano.

neucrate

Gio, 25/01/2018 - 20:12

Se l' Italia volete salvare,per Renzi e Berlusconi dovete votare

Ritratto di Beppe58

Beppe58

Ven, 26/01/2018 - 09:58

Vorrei ricordare al sommo El Kid, che, come sempre, gira con la verità in tasca, che il partito azienda è nato con Stalin. E, dopo di lui, da buon e fedele allievo, è venuto Togliatti definito, servilmente, il Migliore. Di che cosa, poi, non si sa. Già che ci sono, visto che El Kid è perso nelle sue elucubrazioni e, di tanto in tanto, perde i contatti anche con la realtà grammaticale, che il plurale di miccia non ha la I: micce. Così, giusto per precisare...

kobler

Ven, 26/01/2018 - 10:58

Un comico non è stregone! Caso mai devi dare la colpa a chi ha permesso tale siotuazione, e quella è dei partiti tutti. Credi che Grillo si sarebbe mai sognato di fare politica in questo modo? Sai quanti soldi ha perso nel non fare i suoi spettacoli? Se poi il M5S è un mostro perché vuole mettere a posto e lo fa con persone di tutti i giorni, non i soliti che mangiano da anni, è per caso un reato? Vediamo invece ai reati reiterati che commettono da anni. Anche l'ultima sulle votazioni è illecita perché ottenuta ocn seduta illecita di governo illecito. Grillo non ha paura! Ne ha solo le balle piene di vedere con quanta lentezza i parassiti fingono di darsi da fare!

pardinant

Ven, 26/01/2018 - 11:18

Il problema dei 5S al momento pare sia l'naffidabilità. Il loro indicato premier, mostratosi dall'italiano incetro forse più della cultura generale e privo di carisma, avendo vagamente aperto a possibili coalizioni di fatto ha spostato il movimento in aree politiche ben definite, magari non condivise da tutti i votanti, abbandonando quell'alone di apoliticità tanto apprezzato che gli ha permesso di avere milioni di voti. Scelte talmente sbagliate che hanno portato il suo fondatore ad allontanarsi dalla sua creatura evientemente dotatasi centro di gestione (potere) proprio assumendo di fatto una conformazione politica anche se non chiaramente posizionabile nell'arco costituzionale ma capace di allontamare il voto di protesta.