Segnalata 20 volte in questura, rom è ancora libera di rubare: fermata con attrezzi da scasso

Una nomade denunciata nel Trevigiano per tentato furto: ma era già stata segnalata alla polizia oltre venti volte

Ha appena vent'anni, ma già un lungo "curriculum" di furti e denunce tutt'altro che invidiabile.

Una donne nomade residente nel Trevigiano è stata bloccata dalla polizia mentre fuggiva da un appartamento dove si era introdotta per rubare, nonostante fosse già stata fermata per episodi simili addirittura una ventina di volte. Una situazione che evidenzia in modo inequivocabile che nella legge c'è qualcosa che non va.

Fermata insieme ad un'amica da una residente del condominio, la giovane aveva giustificato la propria presenza all'interno del palazzo sostenendo di essere in cerca di un appartamento da prendere in affitto. L'inquilina, però, non si è lasciata convincere e ha allertato la polizia.

Nelle borse delle due nomadi, gli agenti hanno rinvenuto alcuni attrezzi da scasso, tra cui cacciativi e lamine di plastica, forse adoperate per forzare le serrature. Parlando con il Gazzettino, il portavoce della polizia di Treviso Alessandro Tolloso ha spiegato che "dovranno portate in questura e denunciate per tentato furto aggravato e possesso di oggetti atti ad offendere.

Qui è emerso che una delle due era una vecchia conoscenza della polizia, con già una ventina di segnalazioni all'attivo. Ogni volta, però, aveva fornito delle generalità differenti ed anche questa volta è stata fermata senza documenti. Anche stavolta, però, la ragazza è stata denunciata a piede libero e quindi lasciata andare.

Commenti
Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mar, 07/04/2015 - 12:49

bellissimo...una zingara in cerca di un appartamento da affittare, ah ah ah ! certo che ne hanno di fantasia queste insostituibili risorse.