Senegalese non legge l'italiano. Il sindaco nega cittadinanza

Ivo Moras ha interroto il giuramento di un senegalese. L'uomo aveva richiesto la cittadinanza italiana ma arrivato davanti al sindaco non sapeva leggere la lingua italiana

"Chi chiede di diventare italiano non può non saper leggere la nostra lingua": il ragionamento del sindaco di Brugnera Ivo Moras non fa una piega. E su questa base il primo cittadino del paese in provincia di Pordenone ha deciso di negare la cittadinanza a uno senegalese, fermandolo durante il giuramento.

Il sindaco blocca il giuramento

Non è la prima volta (e non sarà l'ultima probabilmente) che il sindaco Moras nega la cittadinanza a uno straniero. Il motivo è sempre lo stesso, e ancora ragionevole. Il senegalese non è stato in grado di leggere la formula di giuramento di fedeltà alla Costituzione. Sorge una domanda, che poi è la stessa che si fa il sindaco: "Come può accadere?". Ma l'interrogativo che si pone Moras è anche un altro: "Mi chiedo soprattutto quali responsabilità abbia chi è preposto a tali controlli. Come potrà l'extracomunitario far fronte ai propri impegni, anche leggere la pagella dei figli?". Nessuna piega anche qui.

L'acquisizione della cittadinaza può avvenire per più motivi: uno è per "iure communicatio", cioè per trasmissione all’interno della famiglia da un componente all’altro (matrimonio, riconoscimento o dichiarazione giudiziale di filiazione, adozione). E questo non è il caso in questione. Per "beneficio di legge", cioè per vari presupposti come, ad esempio, la leva militare. E anche qui non risulta essere il caso di Brughera. E l'ultima: "per naturalizzazione". Ovvero quella più difficile poiché non risponde a determinati requisiti, ma viene concessa in forma discrezionale. Ci sono della valutazione che tengono conto della tenuta dall’aspirante italiano, il suo livello di integrazione sociale o l’assolvimento degli obblighi fiscali. E qui ci siamo. Il senegale che si è presentato davanti al sindaco Moras che potrebbe integrarsi senza conoscere la lingua? La risposta la lascio a voi.

Il sindaco comunque, sulle pagine de Il Gazzettino, ci tiene a precisare che "padre, mio nonno, mio suocero erano emigranti ma ancora oggi che sono rientrati parlano le lingue dei Paesi dove hanno sudato per lavorare". "Invece oggi - prosegue Moras - basta essere clandestino, non conosci la lingua e cosa vuoi che sia? Pagando la coop di turno avrai la cittadinanza lo stesso. Questa volta ho fatto denuncia e informerò anche la Regione e i nostri parlamentari. Aspetto risposte chiare e non frasi dette a memoria".

Commenti

DuralexItalia

Mer, 21/12/2016 - 11:44

Mi sembra il minimo. Bisognerebbe conoscere OVVIAMENTE la lingua del Paese concedente la cittadinanza, oltreché usi e costumi e la storia. Come minimo. Ha fatto bene il Sindaco. Si prepari però ai canti delle "sirenette" che gli sussurreranno su tutti i giornaloni e i talk "stai sbagliando..."...

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 21/12/2016 - 11:56

Inquisite subito il Sindaco, rassista e fasssista!Come si permette di negare la cittadinanza Italiana ad una risorsa diversamente pigmentata e nata in un altro continente (che non c'azzecca una emerita cippa con l'Italia)???

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 21/12/2016 - 11:56

Inquisite subito il Sindaco, rassista e fasssista!Come si permette di negare la cittadinanza Italiana ad una risorsa diversamente pigmentata e nata in un altro continente (che non c'azzecca una emerita cippa con l'Italia)???

Ritratto di franco.a.trier_DE

franco.a.trier_DE

Mer, 21/12/2016 - 11:59

perchè sanno tutti parlare italiano gli arrivati?

Ritratto di cape code

cape code

Mer, 21/12/2016 - 12:40

Grande.

MOSTARDELLIS

Mer, 21/12/2016 - 13:40

Forse molti non lo sanno, ma la stragrande maggioranza degli "italiani" residenti all'estero, non sanno l'italiano, però nei nostri Consolati gli danno lo stesso la cittadinanza italiana. E' una vergogna. Bravo Sindaco. Dovrebbero fare tutti come lui. Imparare la lingua per chiedere la cittadinanza di un paese è il minimo che si possa fare.

cicocichetti

Mer, 21/12/2016 - 13:56

franco per tua stessa ammissione non sai parlare tedesco... mettiti una mano sulla coscienza...

Malacappa

Mer, 21/12/2016 - 13:58

Non sa leggere italiano,quello proprio non sa leggere,un bravo al sindaco.

bobots1

Mer, 21/12/2016 - 14:03

Bravo. Ora speriamo che tanti altri sindaci seguano il suo esempio.

Raoul Pontalti

Mer, 21/12/2016 - 14:05

I soliti sindaci legaioli che il diritto lo hanno appreso in osteria...Negano carte d'identità agli aventi diritto quando stranieri colorati e negano la cittadinanza improvvisandosi professori di lingua italiana. Il sindaco rilascia carte d'identità e riceve i giuramenti che suggellano la concessione della cittadinanza italiana quale ufficiale di Governo cui non è dato di aggiungere discrezionalmente procedure di verifica della conoscenza della lingua. Il sindaco nel caso doveva solo ricevere il giuramento e non discutere sulla qualità della pronuncia della formula del giuramento inficiando così un iter già vagliato dagli organi competenti. Un abuso dunque quello del sindaco Moras di cui dovrà rispondere. Il senegalese giurerà comunque presso un commissario ad acta o in prefettura.

maurizio50

Mer, 21/12/2016 - 14:35

Al di là delle battute spiritose, diventa preoccupante la circostanza per cui soggetti completamente ignoranti nella lingua italiana vogliano avere la cittadinanza di un paese che non conoscono e che nemmeno apprezzano. E' chiaro che i soliti antiitaliani di casa nostra spingono questi soggetti a chiedere il pezzo di carta che serve ,non per amore verso il Paese che li ospita, quanto piuttosto per trarne i benefici , puramente economici che la cittadinanza riserva. Di qui il mio plauso al Sindaco Moras e a tutti i Sindaci che rifiutano di dare la cittadinanza a chi non conosce nemmeno la formula del giuramento!!!

gugielmodaros

Mer, 21/12/2016 - 14:36

finalmente qualcuno che ragiona. e adesso questo signore? che pretende di essere italiano se ne torni al suo paese

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Mer, 21/12/2016 - 14:42

Giusto. La cittadinanza si acquisisce solo ius sanguinis, e basta!

Tarantasio

Mer, 21/12/2016 - 14:48

ANCHE LEGGERE E COMMENTARE LA COSTITUZIONE... SENNO' SU COSA CAVOLO LO FAI GIURARE??

Ritratto di giangol

giangol

Mer, 21/12/2016 - 15:54

rimpatrio forzato a calci nel sedere

Ritratto di RindoGo

RindoGo

Mer, 21/12/2016 - 15:59

Pontalti è un rinnegato traditore innanzitutto dell'intelligenza umana. In secondo luogo possiamo mettere anche della cittadinanza italiana, ma quello è solo un dettaglio.

lorenzovan

Mer, 21/12/2016 - 16:03

benissimo cosi' !!!! quando ho richiesto la cittadinanza olndese nel 75..ho dovuto affrontare un esame orale dove si parlava evidentemente in Olandese..e si affrontava la storia..la politica e l'economia olandese...non ti serviva arrivare all'esame colla Gazzetta dello Sport sotto al braccio...com facevano molti italiani...non e' perche' sei nato o vivi da molti anni in un paese che sei automaticamente partecipe di quella comunita' !!!!

lorenzovan

Mer, 21/12/2016 - 16:34

@LEGIO Gemina ossia una delle due estremita'...gli uni la danno a cani e porci...gli altri la negherebbero anche a chi se la merita..Se fossi credente direi...Dio ci salvi dagli estremisti...di qualunque religione o credo politico

ziobeppe1951

Mer, 21/12/2016 - 16:37

Pontalti...mi spiace dirlo ma devi imparare da lorenzovan

giovauriem

Mer, 21/12/2016 - 16:40

sindaco ! dirò alla boldrini quello che hai fatto ; ti farò licenziare , trattare così un poveretto che scappa dalla guerra , miseria , carestie ,malattie e fame , con in mano l'ipad pro , la felpa , il pantalone e le scarpe griffate ; poverino !

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 21/12/2016 - 16:42

Il re del diritto ha SCRITTO la sua STUPIDATA quotidiana è TROMBALTI???? Dei DOVERI invece NON se ne parla!!! AMEN.

Libertà75

Mer, 21/12/2016 - 16:58

incredibile, oggi il trinariciuto lorenzovan ha letto e capito l'articolo, mentre il cocomeriota e destrotrinariciuto pontalti ancora la fa fuori dal vasino! Il sindaco non ha perfezionato la cittadinanza poiché il senegalese non è stato in grado di leggere la formula di giuramento. E' colpa del sindaco se non hanno formato il senegalese neppure per leggere 4-5 righe di giuramento? Certamente no, è probabilmente più colpa di pontalti che era qui a perdere tempo anziché insegnare a leggere ai suoi amichetti

timoty martin

Mer, 21/12/2016 - 17:12

Più che corretto, giustissimo. Finalmente un sindaco con sale in zucca! Se vuole parlare la sua lingua, il Senegalese torni in Senegal e si faccia mantenere dai suoi. Basta mettersi a zerbino davanti a queste inutili sanguisughe.... non credo proprio alle "risorse" della boldrini.

moshe

Mer, 21/12/2016 - 17:25

Naturalmente qualche PiDiota tuttologo avrà qualcosa da ridire, mi meraviglierei del contrario!

perseveranza

Mer, 21/12/2016 - 17:25

Benfatto, é piu' che logico e sensato. Se non parla l'italiano non c'é possibilità integrazione. Ma io mi chiedo da quanto tempo questo senegalese era in Italia? Uno non é che arriva questa mattina e chiede cittadinanza. Suppongo sia qui da molto tempo....e non si é mai sforzato un pochino di imparare la lingua. Evidentemente non gliene frega nulla. Via torni al suo paese. Bravo sindaco, ce ne fossero.

agosvac

Mer, 21/12/2016 - 17:49

Il minimo che questo sindaco potesse fare, giustissimo negare la cittadinanza a chi non conosce neanche l'italiano!!! Io proporrei anche per chi chiede la cittadinanza l'obbligo di seguire un corso di "storia italiana".

guardiano

Mer, 21/12/2016 - 18:02

Pontalti, da sapientone quale sei cadi sempre sul nulla, difatti il sindaco doveva ricevere il giuramento, forse il migrante doveva secondo te portarlo al sindaco con una carriola, mi sa che invece di essere Trentino sei nato a Bitonto.

Trinky

Mer, 21/12/2016 - 18:19

Pontalti, almeno in osteria si parla l'italiano! In casa tua solo l'arabo sapete......... E come mai eviti di scrivere sul topic di Poletti & figlio? Ti vergogni per caso? PDiota che non sei altro......

Daniele Milan

Mer, 21/12/2016 - 18:24

Un senegalese non sarà mai italiano!

lorenzovan

Mer, 21/12/2016 - 18:34

chissa' perche' le mie bananine preferite...zio giuseppe e liberta'75..si stupiscono...mica sara' la prima volta che esprimo posizioni che per i sinistri sarebbero...quasi fascismo...lololol...il punto e' che io sono indipendente dalle discipline di partito...penso colla mia testa..e valuto le cose.(.in base alle mie esperienze (tanteeeeeeeee) alla mia cultura..alla mia educazione del postguerra...nessun voto politico ai miei tempi... nessuna baby pensione...)se una cosa e' valida ..e' valida anche se viene da Casa Pound..o dalla felice Vendolina...cosi' difficile ds capire e da mettere in pratica ???...

Ritratto di gianky53

gianky53

Mer, 21/12/2016 - 18:36

Pontalti la cittadinanza non la puoi chiedere se non sei integrato e la prima cosa per integrarsi è imparare la lingua. Bene ha fatto il sindaco, le perle non si danno ai porci. Io mi vergognerei di non parlare la lingua del Paese dove ho vissuto tanti anni. A casa sua, in Senegal a piantare arachidi.

frabelli1

Mer, 21/12/2016 - 18:47

Era ora!! Perché non iniziamo veramente a fare dei filtri?! Non solo la lingua, ma anche la nostra storia devono conoscere, altrimenti tornino a casa loro

gcf48

Mer, 21/12/2016 - 18:49

per avere la cittadinanza svizzera devi, oltre al certificato penale pulito, frequentare un corso di storia, geografia ecc della svizzera. E devi sapere la lingua del cantone dove risiedi. Altrimenti nada. Per fortuna io sono nella svizzera italiana ....

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Gio, 22/12/2016 - 00:20

Bravo sindaco, cosí si fa. Fai vedere a questi cialtroni il rispetto della legge.

Ritratto di orione1950

orione1950

Gio, 22/12/2016 - 06:48

@lorenzovan; é la prima volta che mi trovi d'accordo. Bravo cosi, sei sulla buona strada :))

Ritratto di centocinque

centocinque

Gio, 22/12/2016 - 08:52

Ottimo