Senzatetto dorme nel cassonetto e rischia di finire nel tritarifiuti

L'uomo, probabilmente in cerca di riparo dalla pioggia, si era rifugiato dentro un cassonetto, finendo così in trappola. Solo i pronti riflessi dell'operatore ecologico, che ha sentito le urla, sono riusciti ad evitare la tragedia

Se l'è cavata per puro miracolo un senzatetto che, rifugiatosi all'interno di un cassonetto, ha rischiato di finire dentro un tritarifiuti.

Secondo quanto riferito dalla stampa locale, il fatto si è verificato nella mattinata di ieri a Vicenza, intorno alle 7:30. Un operatore di Aim Ambiente, società che si occupa di raccogliere e gestire i rifiuti urbani, stava eseguendo le proprie mansioni in via dei Mille, in zona San Felice Cattane, quando delle urla lo hanno raggelato.

Il dipendente, che aveva appena sollevato il bidone degli sfalci e delle ramaglie, ha fortunatamente avuto la prontezza di riflessi necessaria per arrestare il macchinario ed impedire che il contenuto del cassonetto si riversasse nel compattatore.

Nonappena il processo di svuotamento è stato interrotto, un uomo è subito uscito dal cassonetto per poi allontanarsi di corsa, incurante dei richiami dell'operatore.

Si trattava di un extracomunitario, descritto come uomo di colore. Il senzatetto, forse a causa del maltempo degli ultimi giorni, aveva trovato riparo all'interno del cassonetto, finendo così in trappola. Essendo fuggito senza fornire alcuna spiegazione, non è stato possibile accertarsi delle sue condizioni.

Commenti

kennedy99

Dom, 19/05/2019 - 19:02

certo essendo uno di colore volevano accertarsi delle sue condizioni. se invece era un italiano al piu si accertavano di dargli due belle pedate nel sedere.